BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

INCONTRO NAZIONALE

Anche su sollecitazione di alcuni autori pensiamo di realizzare quest’anno il primo incontro nazionale degli autori registrati a questo sito. Poiché non riusciamo a stabilire la dislocazione territoriale attraverso i dati di registrazione tentiamo di stabilire intanto epoca e luogo in modo da capire quanti possono essere gli interessati.

Proponiamo un fine settimana a Firenze in maggio di quest’anno. A seconda delle adesioni indicheremo location, data e programma. Chiaramente se gli interessati risulteranno pochi l’organizzazione sarà ben diversa dal caso in cui gli aderenti siano di numero più consistente. In ogni caso cercheremo di trovare le soluzioni meno onerose possibili.
Di massima sarebbe bello trovarci un sabato pomeriggio e trascorrere la serata assieme in un albergo o ristorante che disponga di una sala adeguata. Sarebbe una occasione per conoscerci in modo diverso dal virtuale. Le adesioni possono esserci fornite in questa fase in modo non impegnativo, attraverso messaggistica alla redazione o posta elettronica a redazione@oggiscrivo.it

PUBBLICAZIONE DELLE OPERE

Si informa che è stato introdotto il nuovo sistema di presentazione delle opere. Gli autori che hanno contribuito finora con il versamento minimo di 15 euro potranno presentare un’opera ogni 2 giorni. Il sito verrà comunque mantenuto gratuito con un limite di presentazione di un'opera ogni 5 giorni per gli autori che non sostengono il sito.

Il sistema ha due obiettivi precisi: evitare che qualche autore pubblichi, come avvenuto finora, opere senza il rispetto dei tempi previsti e introdurre un sistema che premi l’apporto economico degli autori che sostengono il sito attraverso le contribuzioni.

Abbiamo voluto mantenere popolare la quota di contribuzione di 15 euro, per dar modo ad un gran numero di autori di iscriversi e nel contempo di sostenerci. Gli autori che l’hanno fatto, attraverso il versamento di cui sopra o altre forme, sono circa una cinquantina su 2.350 che risultano registrati. Il che è tutto dire.

Non cerchiamo di certo fondi con finalità lucrative ma per rendere migliori servizi agli autori attraverso interventi tecnici al sito e per avviare altre iniziative progettate (incontri, premiazioni ed altro). Non è nel nostro stile insistere su tale punto per cui non rivolgeremo altri appelli visto che situazione ed obiettivi sono ora noti a tutti.

CONTRIBUZIONI

La contribuzione minima è di 15,00 euro che può avvenire secondo le modalità più sotto descritte. Come già detto chi ha già versato un contributo di sostegno nel 2017 è esentato dal pagamento per il 2018.

I vantaggi per gli autori che effettuano la contribuzione saranno: mantenimento dell'attuale ritmo di pubblicazione, riduzione delle spese in caso di incontri nazionali o regionali, partecipazione riservata ad altre iniziative.

Due le modalità opzionali di pagamento:

- ricarica carta POSTEPAY n. 4023 6009 4149 8935 (intestata a Martini Adriano MRTDRN38E06L424N). E' l'operazione meno onerosa perchè si può fare in posta esibendo carta d'identità e codice fiscale (costa 1 euro) oppure presso qualsiasi ricevitoria (costo 2 euro). SI DEVE IN QUESTO CASO COMUNICARE IL PAGAMENTO tramite messaggistica alla redazione o via mail a redazione@oggiscrivo.it PERCHE' DALL'ESTRATTO CONTO non ricaviamo il nome del versante,

OPPURE

- bonifico nel conto intestato a Martini Adriano IBAN IWBANK: IT67V 0308 301605 0000 0001 5662 che già funziona come conto del sito, sia per gli introiti che per i pagamenti. Come causale si può inserire qualsiasi dicitura (ad esempio contribuzione sito oggiscrivo). Il bonifico per chi ha un conto on line è in genere gratuito o quasi ma è più caro nelle ricevitorie on line. Il bonifico presso la propria banca costa in relazione alle condizioni pattuite. Abbiamo sempre la visibilità di chi effettua il pagamento per cui non occorrono in questo caso ricevute (le segnalazioni sono facoltative).

--------------------------------------
Comunicato del 15 marzo 2016 (commenti)

Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.

La Redazione

 
     
     
 

Le migliori opere del mese di GENNAIO 2018 sono risultate le seguenti:

(Nota) Modalità procedurali: i migliori racconti (tra un centinaio circa pubblicati) e le scritture creative (tra 20 / 30 circa pubblicate) vengono scelti dalla Redazione. La Redazione seleziona poi 20 tra le 650 / 700 poesie di ogni mese e le sottopone al voto di una giuria esterna integrata da alcuni autori resisi disponibili e da due esponenti della redazione che indicano cinque preferenze. Gli scrittori sono di numero inferiore rispetto ai poeti con la conseguenza che si ritrovano frequentemente gli stessi nominativi.

POESIE (elencazione casuale)

Mare di pioggia di Francesco Rossi S.
Dolce la sera nel silente mare di Maria Carla Pellegrini
Girotondo di Marina Lolli
Ogni storia di Giancarlo Albuccetti
Primavera d’autunno di Antonio Girardi
Orizzonte di Carla Davì

RACCONTI (elencazione casuale)

Incantevole percezione di Sergio Forfora
Ci sono giorni di Corrado Bulgarini
La bussola dell'anima di Giuseppe Scilipoti
Vuoto assoluto di Massimiliano Casula
La voce del silenzio di Giuliana Marinetti

SCRITTURE CREATIVE

La bella addormentata di Nino Curatola
Il gatto con un solo stivale di Graziana Bonavero
Scacco al Re di Savino Spina

ATTENZIONE. IMPORTANTE: A coloro che lo richiedano, e questo vale sia per le poesie che per i racconti e scritture, spediremo un ATTESTATO del riconoscimento ottenuto. Gli interessati dovranno comunicarci nome, cognome ed indirizzo tramite mail a redazione@oggiscrivo.it o tramite messaggistica alla redazione.

Non necessariamente quelle elencate sono le opere migliori in senso assoluto perché non sono state considerate quelle degli autori già selezionati negli ultimi mesi.

TEMA DI SCRITTURA CREATIVA

Insistiamo ogni mese con delle nuove proposte per stimolare gli autori a partecipare al nostro LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA che abbiamo istituito perché siamo convinti che questo gioco invoglia a scrivere. Forse siamo uno dei pochi siti che percorrono questa strada. Coraggio quindi ... e buon divertimento.

Per il mese di FEBBRAIO 2018 il tema di scrittura creativa è il seguente: ESERCIZIO SUL PUNTO DI VISTA - Ti risvegli e scopri di aver cambiato sesso. Racconta la tua prima giornata nel tuo nuovo corpo.

La Redazione

 
     
     
 

INFORMAZIONI IN EVIDENZA

TEMPISTICA APPROVAZIONE OPERE

Poiché abbiamo notato che molti autori hanno la tendenza ad inserire le opere in tarda serata riproponiamo quelli che sono attualmente le fasce orarie di esame ed approvazione:
- ore 8 antimeridiane - ore 14 pomeridiane ed ore 20 serali. Da ciò si evince che tutte le opere che arriveranno dopo le ore 20 saranno visionate e pubblicate il mattino successivo.

APPARTENENZA DELLE OPERE

Per quanto superfluo si raccomanda di pubblicare opere proprie. Nel caso in cui dovessimo accorgerci che l'opera è stata copiata avviseremo l'autore e quindi elimineremo d'opera in questione. Al ripetersi dell'infrazione l'autore sarà allontanato dal sito.

VIRGOLETTE NEL TITOLO

Non inserire nel titolo le virgolette o apici e tanto meno altri simboli perché il programma li utilizza nelle codificazioni. La conseguenza è quella che sparisce completamente la visibilità del testo dell'opera. Questo avviene più frequentemente negli aforismi

PUBBLICAZIONE GIORNALIERA DELLE OPERE

Nell'interesse degli autori il sistema inibisce la pubblicazione di più di un’opera al giorno in modo da consentire ai lettori una lettura differenziata degli scritti. Qualcuno riesce tuttavia a vanificare il blocco inserito nel programma ed a proporre più di un'opera. In questi casi approviamo una sola opera e respingiamo le restanti

La Redazione

La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
  UNA DOMENICA INSIEME elogio del burraco

E'un giorno di festa come tanti, ci sono tutti.
Il gruppo scende impetuoso come l'onda,
si scioglie occupando gli spazi.
La partita ha inizio, c'è segno di intesa,
messaggio di forza.
Il primo sc... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 24/02/2018 - 10:14
commenti 0 - Numero letture:8

Voto:
su 0 votanti


Il vento

Ho finito la scorta dei sogni,
ora restano i pensieri solitari
tratti dal libro dei ricordi
sbiaditi alcuni,altri che bruciano ancora.

Conto le giornate senza tempo
e senza senso
vivo nel ve... (continua)


MAURIZIO R. MASSARI 24/02/2018 - 09:37
commenti 0 - Numero letture:12

Voto:
su 0 votanti



Un giorno da uomo

Avevo la bocca impastata dal sonno, sicuramente a cena avevo esagerato con il vino, mi girai e rigirai, provavo una strana inquietudine soprattutto dopo aver trascorso una notte agitata da fantasmi vecchi e nuovi.
Fino a quel momento la mia vita non era stata facile, una donna di mezza età, single e per di più senza un lavoro, lo avevo perso dopo che la mia azienda era stata chiusa per la crisi.... (continua)

Anna Rossi 24/02/2018 - 09:02
commenti 0 - Numero letture:16

Voto:
su 0 votanti


Mia cugina Maria

.....Una grande stanza....tante sedie a rotelle e li' seduti quelli che un giorno erano stati vivi, attivi,con le loro personalita' e sopratutto con la loro dignita'....
Non c'e' piu' dignita' in quegli sguardi assenti, rassegnati, sfuggenti. Non vogliono guardare nulla, solo il vuoto interessa loro. Forse e' nel vuoto che rimane qualcosa di loro stessi.
E' questa la scena che c'è all'ospizio, ... (continua)

Annamaria Palermo 24/02/2018 - 08:59
commenti 0 - Numero letture:5

Voto:
su 0 votanti


Incompleta

Arrossiva l'aurora
dietro la notte in fuga
quando scorsi da distanza
la sua bruna chioma
ed il viso sorridente.
Un raggio di sole
illumunava i miei cupi pensieri.
L'animo emise un grido assord... (continua)

Anton Reiken 24/02/2018 - 05:55
commenti 1 - Numero letture:39

Voto:
su 1 votanti


Ricordi?

Ricordi?
ricordo,
ed ancor questo vento
sulle mie labbra
soffia gelido e lento,
e questa lacrima
che mi donasti... (continua)

Luca Persempre 24/02/2018 - 04:24
commenti 0 - Numero letture:8

Voto:
su 0 votanti


Valigie Di Emozioni

È che alcune volte mi metto a pensare
La mia vita la vorrei cambiare
Mollo il lavoro i cari e il parlare
Me ne vado senza tornare/
Valigie di sogni viaggi e sensazioni
Paura nostalgia e delus... (continua)

Pietro cracchiolo 24/02/2018 - 02:55
commenti 0 - Numero letture:10

Voto:
su 0 votanti


Io sono il fulcro di me stesso...

Io sono il fulcro di me stesso, di conseguenza, di tutto.... (continua)

Francesco Far 24/02/2018 - 02:40
commenti 0 - Numero letture:8

Voto:
su 0 votanti


Mare

Il mare respira
un' eco di sussurri,
talvolta lamenti.
Gli brontolii del mare.
sono nomadi
senza dimora,
amici di tutti,
a me cari.
Mare senza uscio
teatro di malinconie lontane
ancora ... (continua)

speranza iovine 23/02/2018 - 22:35
commenti 0 - Numero letture:9

Voto:
su 0 votanti


Speriamo....

Il modo di sapersi raccontare è
chiave di successo.
Così dice la modella
sull'onda di
effimero successo
che
figlio è
del nostro
sciagurato tempo.

Tipico di
questa epoca del nulla.

È c... (continua)


Piccolo Fiore 23/02/2018 - 21:00
commenti 0 - Numero letture:9

Voto:
su 0 votanti


Raul

(parte I)

Raul non aveva genitori, già da molto, da quando arrivò un giorno, lui giocava con i suoi amici in un grigio pomeriggio di marzo, e la sua vita si focalizzo' per sempre in quegli istanti. I nonni in rappreso silenzio nella piazza gli corsero incontro, con passo affrettato, loro rimasero immobili increduli a guardarli, il pallone continuava a scorrere da solo, lo presero per un braccio... (continua)


Luca Di Paolo 23/02/2018 - 19:44
commenti 2 - Numero letture:39

Voto:
su 1 votanti


Ai posteri

Germogli appassiti
in questa ostilità di vita
rifioriscono all’insaputa degli eventi.
Non emanano più il profumo di un tempo,
ma bestemmiano verso i posteri,
per non aver ancor imparato!
Ahi... (continua)

Salvatore Rastelli 23/02/2018 - 19:40
commenti 0 - Numero letture:30

Voto:
su 0 votanti



...ma le gambe ?

Era inevitabile che “l’intellighentia” divina nella sua immensa sapienza creasse un mondo a misura dell’umanità. Per renderlo più appetibile per noi uomini creò, perciò, le donne che hanno rappresentato sempre la quintessenza dell’universo maschile. Bionde, more, rosse, alte, basse, ricciolute o “lisce”. Occhi neri o blu, oro o verdi. Nasino all’insù, alla francese, aquilino, alla greca, a patatin... (continua)

Nino Curatola 23/02/2018 - 19:15
commenti 1 - Numero letture:26

Voto:
su 1 votanti


Come quando piove

E la pioggia mi coglie
come quando
di tristezza
mi abbandono
e mi lascio cadere
tra i voli delle foglie.
E la pioggia mi prende
come quando
di gioia
una lacrima sgorga
e nessuno la ... (continua)

Loris Marcato 23/02/2018 - 19:14
commenti 3 - Numero letture:39

Voto:
su 2 votanti


AD ALDO MINIUSSI (+23-2-1945)

E’ come se il sole volesse trattenermi
per l’ultima volta. Triste è il mio
sguardo sul paesaggio che si va
mestamente spegnendo.... (continua)

Lorenzo Stocchi 23/02/2018 - 16:18
commenti 1 - Numero letture:27

Voto:
su 1 votanti


Per la felicità?

Sto’ sabato sera hai lasciato i cornicioni della pizza nel cartone
sai, la tua solita margherita
le tue inquietudini da una vita
di quelle volte che ti dai dell’imbranata, che mi dai del coglione.... (continua)

Sergio Forfora 23/02/2018 - 16:00
commenti 1 - Numero letture:45

Voto:
su 1 votanti


Confini e certezze

Non lo so più se noi facciamo bene o male,
non lo so più.
So solo che ho imparato a dare un senso
alla voglia che ho di te.
Che sei soltanto tutto ciò
che desidero da sempre.
Non lo so più
e ... (continua)

Nicolas Antares 23/02/2018 - 14:17
commenti 0 - Numero letture:25

Voto:
su 0 votanti


A te. A me.

A te che ami il mare ma a volte ti fa paura.
A te che rincorri il sole credendo di poterlo acchiappare.
A te che guardi sempre L orizzonte e ti lasci trasportare dal vento tutti i pensieri, che in realtà non vanno mai via con lui.
A te che non ti senti mai abbastanza ma sei più di quel che pensi.
A te che ti distingui dalla folla, che sai penetrare con un solo sguardo.
A te che ti senti ... (continua)

Giovanna Lombardo 23/02/2018 - 13:53
commenti 1 - Numero letture:28

Voto:
su 1 votanti



Cocci... d'Eternità.

Fruisco lampi di gioia
affogati nel tumulto di un secondo;
eccito fontane di vita
decollando verso orizzonti meravigliosi,
dove la felicità si fa solida
e la beatitudine tangibile.
Fluttuano in ... (continua)

Paolo Ciraolo 23/02/2018 - 12:32
commenti 8 - Numero letture:110

Voto:
su 6 votanti



Paralisi.

Sono state due anime in un unico corpo, hanno intrecciato le loro ossa, avvicinato i loro cuori in un abbraccio insolubile, eppure ora sono lì con il ricordo del passato che li insegue e l'atrocità del presente mano nella mano. Paralisi. Incapacità di accettare il distacco,ti senti sperduto, solo e non hai più la spinta per andare avanti. Come se tutto quello che facevi lo facevi per raccontarlo, ... (continua)

fabrizio de andrè 23/02/2018 - 12:22
commenti 2 - Numero letture:52

Voto:
su 3 votanti



UN CORIANDOLO DI CARTA

Curiosa vita quella del coriandolo.
Breve, intesa, allegra, colorata.
Lanciato da piccole manine gioiose,
si libra nell’aria leggero e spensierato.
Porta un sorriso a chi lo incontra con lo sguard... (continua)

Chiara Serafini 23/02/2018 - 12:14
commenti 4 - Numero letture:53

Voto:
su 4 votanti


LO SFRATTO

Lo sfratto

M’arivò lo sfratto, un brutto giorno.
Checco me disse de n’appartamento
da occupà, a Piazza Cinquecento
‘na bella casa, cor giardin’intorno.

Sfilai, la finestra der soggiorno
quel... (continua)


Daniele Buratti 23/02/2018 - 01:11
commenti 1 - Numero letture:37

Voto:
su 1 votanti


Addio Divano

Caro divano mio
devo dirti addio!
Seppur basso e sfondato,
non t'avrei mai abbandonato
ma per mia madre eri troppo invecchiato

Quanto tempo insieme abbiamo passato
caro amico, che m'hai sempr... (continua)


Paolo Magomma 22/02/2018 - 23:32
commenti 2 - Numero letture:32

Voto:
su 2 votanti


Un solo pedone

Un solo pedone
Non può annunciare scacco matto
Un solo pedone
Può smettere di giocare a scacchi
Correrere contromano
Contro il muro
Raggiungere l'altro lato

Un solo pedone
Crisalide di una... (continua)


OKINAWA NAWAKIRO 22/02/2018 - 22:45
commenti 5 - Numero letture:60

Voto:
su 4 votanti



GLI OCCHI DEL FIGLIO

Nei tuoi occhi
ci sono tutte
le mie lacrime
tutti i miei sorrisi…
Vi ho visto
le speranze
correre leggere.
Vi ho visto
i sogni innocenti
che li facevano brillare.
Vi ho visto
la vita esulta... (continua)

mirella narducci 22/02/2018 - 21:24
commenti 10 - Numero letture:106

Voto:
su 10 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  TI AMO PERCHÉ

Ti amo
anche quando
le nuvole oscurano il sole
e la tristezza gioca
sull’altalena dei miei pensieri.
Ti amo
nei colori cangianti del giorno
e quando buchi
il nero delle notti
per scolpire co... (continua)

Antonio Girardi 21/01/2018 - 14:58
commenti 9 - Numero letture:287

Voto:
su 5 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Incantevole percezione

Venezia: il mare gorgoglia sinuosamente tra le gondole parcheggiate, levigate dal sole. Il chiacchiericcio della folla amplifica il ticchettio dei passi che calpestano i ciottoli dei vicoli, i quali lastricano tutte le strade della città. Il frinire rigoglioso dei grilli prodotto da monti lontani, ritempra con una bellezza trascendentale l’intera piazza San Marco. L’eco di un antico canto di chiesa mi piomba nell’anima con delicata veemenza, provocandomi un’emozione intrica e aggraziata, che sgorga imprescindibilmente dal mio cuore scosso. Poi d’improvviso, lo sguardo intenso di una ragazza costellata da una bellezza leggiadria e radiosa, mi intorpidisce i sensi, aggrovigliandoli dentro uno spiraglio vertiginoso di stupore e meraviglia. Precipitosamente, cerco di seguire i suoi occhi, ma sono inghiotti da una leggera foschia autunnale enunciata da un crepuscolo un po’ invadente. Allora, corro, languito da una struggente voglia di scoprire, motivato da un’energia vitale che pulsa nel m... (continua)

Sergio Forfora 21/01/2018 - 15:59
commenti 3 - Numero letture:260

Voto:
su 5 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  la bella addorentata

Si, tanto tempo fa c’era un re…ma anche oggi ci sono, si difendono dal passare del tempo. Dei malefici di vecchie streghe ormai in disuso, non se ne curano più. Il nostro re era anziano e malato e sedeva su un vecchio sofà di stoffa rossa. Al giorno d’oggi sarebbe anacronistico anche parlarne, abituati come siamo, a conoscere solo re giovani e gossippari alle prese con le starlet del momento, seduti sulle reali sedie sdraio in qualche amena e costosa località lontano dal mondo comune. Ma torniamo al nostro re. Il sofà era scomodo, segnato dagli anni e…dai gatti che il movimento animalista dell’epoca riteneva un messaggio importante che il re rivolgeva ai sudditi. D’altra parte la cassa mutua artigiani non riusciva a coprire più i fondi pensioni degli stessi per cui “i sofanieri” stavano sparendo dopo anni di lotte sindacali. La stanca mente reale era ormai affollata da ricordi e pensieri tumultuosi che si sarebbero dissolti solo allorquando l’amata figlia, ancora troppo giovane, fosse... (continua)

Nino Curatola 12/01/2018 - 10:12
commenti 5 - Numero letture:218

Voto:
su 3 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -