BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

Comunicato del 6 luglio 2016 (variazione regolamento del sito)
Si informa che è stato modificato il regolamento del sito con il seguente inserimento:
"E’ consentita la registrazione con pseudonimi ma nei limiti del decoro e della serietà. La Redazione si riserva pertanto di cancellare coloro che si registrano con dizioni che, a insindacabile giudizio della Redazione stessa, possono squalificare il sito. Questo, previo invito inascoltato a rifare la registrazione in modo corretto".

Comunicato del 4 maggio 2016 (valutazioni delle opere):
Anche se riteniamo che l’attribuzione del voto mediante stelline sia del tutto relativa (contano maggiormente i commenti), dobbiamo tener conto di recenti segnalazioni, da parte di alcuni autori, di valutazioni negative avvenute a quanto pare in malafede. Abbiamo compreso il loro disappunto e li abbiamo già informati che, sempre nel rispetto della privacy e dei giudizi, indagheremo su questi episodi attraverso l’individuazione dei malintenzionati con ricerche dei dati memorizzati nel sistema e che, in caso di comprovata irregolarità, adotteremo gli opportuni provvedimenti.
Non è una ricerca agevole ed è delicata perché è giusto rispettare la segretezza del voto e di giudizio ma è altrettanto giusto proteggere gli autori da persone che utilizzano lo strumento del voto in modo improprio. Così il nostro intervento sarà limitato ai casi in cui ravviseremo la lamentata malafede.
Il sistema adottato dobbiamo peraltro mantenerlo soprattutto per la scelta delle opere del mese perché ci consente da un lato di tener conto in qualche modo del parere degli autori e dall’altro ci evita di dover rileggere le opere pubblicate (cosa questa impossibile visto il gran numero delle opere pervenute).

Comunicato del 29 aprile 2016 (commenti):
Portiamo rispetto per tutti gli autori ma non possiamo più tollerare interventi diretti sui commenti in modo anche aggressivo, a ragione o meno, quando esistono modi diversi di dissenso attraverso l’uso di altri canali (mail alla redazione, messaggistica interna alla redazione o al titolare del sito).
Abbiamo quindi deciso di intervenire sul regolamento prevedendo come infrazione l'intervento diretto sui commenti in modo improprio. Preciseremo inoltre che al ripetersi di tale infrazione la redazione sarà costretta ad adottare provvedimenti adeguati nei confronti dell'autore interessato.

Comunicato del 15 marzo 2016 (commenti)
Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire agli autori di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.


La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
  Più sento e più penso

Più sento e più penso
a quello che ho perso.
E non ti ho mai detto
che la notte ti cerco.

E se poi non ti trovo,
mi ritrovo nel vuoto.
Nel buio mi muovo
e ti perdo di nuovo.

Non so come h... (continua)


Parole al Vento 21/02/2018 - 21:28
commenti 1 - Numero letture:31

Voto:
su 1 votanti


Niente e così sia

Niente, e così sia!

E quando compresi
che ti saresti portata l’amore,
allora ti chiesi
cosa sarebbe rimasto
di te, oltre al rimpianto;
poi t’implorai di lasciarmi
almeno un buon ricordo
pe... (continua)


vecchio scarpone 21/02/2018 - 20:36
commenti 8 - Numero letture:51

Voto:
su 3 votanti


Oggi

Il bimbo
felice
che gioca
e ride
sulla bicicletta
gialla. Leggero.
Retaggio di vita.

Quel suono è
un’eco tremenda,
mi entra
nel cuore,
un antico richiamo
canto di guerra,
deserto infini... (continua)


Alessandro Pellei 21/02/2018 - 20:16
commenti 1 - Numero letture:17

Voto:
su 0 votanti


Un pezzo di me.

Ho sempre avuto,
Nella vita
La sensazione
Che qualcosa mi sfuggisse
Ho sempre creduto
Di non avere il quadro completo di fronte a me
Ho sempre concepito
L'inafferrabilità di qualcosa
Che mi s... (continua)

Hope Duran 21/02/2018 - 19:43
commenti 1 - Numero letture:55

Voto:
su 2 votanti


LA BARCA DOPO UNA CERTA

Magari fosse falso ...
ma ogni giorno la falla
nella chiglia s'allarga

Però sinché completo
- in sala macchine -
non sarà l'allagamento

si va, non s'affoga,
finché
il centro pulsante ri... (continua)


Wilobi . 21/02/2018 - 19:26
commenti 3 - Numero letture:59

Voto:
su 3 votanti


La libertà di scrivere resta n...

La libertà di scrivere resta nel contegno di chi scrive, tanto quanto di chi legge e interpreta.... (continua)

Salvatore Rastelli 21/02/2018 - 19:23
commenti 2 - Numero letture:61

Voto:
su 4 votanti



Stella Luminosa

Il tuo ricordo
sempre porterò nel cuore.
Tra le pagine di un libro
custodirò la nostra storia.
Ci siamo amati
abbiamo lottato e gioito.
Ora sei una stella luminosa,
la più brillante
che illumi... (continua)

Greta Marino 21/02/2018 - 19:16
commenti 2 - Numero letture:37

Voto:
su 1 votanti


Il primo incontro

• Dimmi, è questo il posto dove porti le tue future prede allorché prevale la tua indole di matador ? Bello davvero questo ristorante, a due passi dal mare e disposto a piccole pagode che esaltano l’intimità.
• Non sono stato io a chiederti di venire a cena con me. Sei tu che me lo hai chiesto, io ho fatto solo il mio dovere.
• Iniziamo bene ! Tutto questo romanticismo da parte tua quasi mi crea... (continua)

Nino Curatola 21/02/2018 - 19:11
commenti 2 - Numero letture:41

Voto:
su 1 votanti


Sarà neve

Si consumano
le ultime briciole
di tempo
della sera
con il vento
che miagola
dalle fessure
dei vetri appannati.
Fuori il cielo
si sgretola
piano piano
e coriandola di fresco.... (continua)

Loris Marcato 21/02/2018 - 19:07
commenti 4 - Numero letture:103

Voto:
su 4 votanti


Dille ch'è suo

Tu Signore onnipotente
Tu l'Eterno, eterno Presente
Tu che ascolti ogni preghiera
Ascolta chi soffre e piange di sera

Tu che parli ogni lingua
Che metti il mare in una conchiglia
Tu che il mon... (continua)


Louis Fawkes 21/02/2018 - 18:00
commenti 0 - Numero letture:29

Voto:
su 0 votanti



Scritture del cielo

Sopra il nostro cielo
sfere di luci volte
ad incorniciare della vita
i più indicibili respiri.

Fiaccole volgenti
sul nostro ieri,
che ha cesellato
infrangibili gocce
su illuminate pergamene... (continua)


Alessia Torres 21/02/2018 - 17:53
commenti 8 - Numero letture:80

Voto:
su 6 votanti



Bacio in Metrò

Quel giorno la metrò era particolarmente affollata. I turisti avevano invaso la città approfittando del bel tempo per godere di un week-end di svago. Alla fermata di Toledo (Napoli), le persone si riversarono nella metrò, come se fossero attratte da una forza oscura che le guidava in quel labirinto sotterraneo. Non un solo spazio era lasciato libero: carne umana, zaini e borse avevano riempito que... (continua)

Pica Giulia 21/02/2018 - 14:32
commenti 6 - Numero letture:129

Voto:
su 5 votanti



Ghirlanda di mani

Ed ora spegniamo il buio
accendiamoci di luce.

Ti sento vicino,
vicino a questo sospiro
bagnato di fiordaliso.


Quasi fossero corolle
tienimi le dita
strette in ghirlanda di mani.

Qui ... (continua)


Rossella P 21/02/2018 - 13:31
commenti 12 - Numero letture:127

Voto:
su 8 votanti


La Furba Nana di Bretagna

Non me lo nego di saper riconoscere tra mille opere quella più bizzarra, in cui la Furba Nana, così chiamata per la sua loquacità sorniona e la statura a dir poco modesta, manda Rino, suo figlio, al mercato, proprio quando fra gola irritata e raffreddore, molta voglia non ne aveva.
Allora egli indispettito, al Bicocca se ne andò, passando così da Rance* di Bretagna ai Navigli milanesi. Laddove nu... (continua)

Axel Aceti 21/02/2018 - 10:33
commenti 7 - Numero letture:98

Voto:
su 2 votanti



Sul cuore bianco

I fiocchi leggeri
scendono
e scompaiono
sul petto bianco
della gazza ladra,
che gracchia placida
e mi saluta con la coda
di un ventaglio nero.
Scendono i fiocchi
e scompaiono
sul cuore bia... (continua)

Francesco Gentile 21/02/2018 - 10:18
commenti 13 - Numero letture:122

Voto:
su 12 votanti



Nuvole

Appesi al cielo
tanti quadri
senza cornice... (continua)

Carmine Ianniello 21/02/2018 - 09:32
commenti 3 - Numero letture:59

Voto:
su 4 votanti


Isola amara

Lenta scorre questa vita e
duri frammenti lascia nelle vene

sono come fragile canna
piegata dalla brezza della sera
prima che una scura notte
cali col suo denso velo d'ombra

trascino giorni ... (continua)


Ferruccio Frontini 21/02/2018 - 09:20
commenti 2 - Numero letture:60

Voto:
su 3 votanti


IL SAPORE PERDUTO

Il mondo corre,
una folle corsa,
verso il nulla
inseguendo il tempo
che scappa via
veloce, molto più veloce
e i tempi cambiano
ma non cambia niente
passano le stagioni
si riciclano mode
in m... (continua)

Marirosa Tomaselli 20/02/2018 - 22:02
commenti 11 - Numero letture:101

Voto:
su 10 votanti



L' ECLISSI DI UN AMORE

Dopo un eclissi
il sole riappare.
Attratta dal chiarore
mi avvicino alla luce
dove tu risplendi.
Anche solo per un istante
sarò tra le tue braccia.
Ti strapperò al giorno
ti porterò nella mia... (continua)

mirella narducci 20/02/2018 - 20:35
commenti 11 - Numero letture:93

Voto:
su 9 votanti



FIGLI

FIGLI
Figlie mie, non vorrei esser padre quando serve,
ma colui che non vi ha fatto mancar niente,
sapessi cosa fare, per aprirvi il cuore e le menti,
vorrei che nella mia vita, foste più pr... (continua)

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 20/02/2018 - 20:30
commenti 16 - Numero letture:144

Voto:
su 11 votanti


Il Caso di Gianni Issi

Giovanni, per tutti Gianni, era un tranquillo ragazzo della provincia di Cagliari.
Non aveva nulla di particolare.
Un diploma di perito, una famiglia che gli voleva bene, un fratello più piccolo, un cagnetto.
Aveva accettato un incarico a tempo determinato come infermiere, perché, tra le altre cose, aveva anche la laurea in infermieristica, in un ospedale del nord.
Si era presentato all'uffici... (continua)

Massimiliano Casula 20/02/2018 - 20:17
commenti 2 - Numero letture:55

Voto:
su 2 votanti


La tua pelle II

La tua pelle è neve d’argento
è lo strascico che si abbraccia senza pensieri
è la misura che si perde da se
è la miscredenza che si mescola e diventa pietra
è lo spicchio più dolce di questa terra... (continua)

Fabio Piana 20/02/2018 - 19:36
commenti 1 - Numero letture:47

Voto:
su 1 votanti


Pioggia

Un giorno di novembre
Il cielo grigio
La pioggia si impadronisce
degli edifici e delle nostre vite

E' mattina, le luci già accese
Maglie di ombrelli sui marciapiedi
Bus stanchi che ripartono
... (continua)


Davide Montesano 20/02/2018 - 18:31
commenti 3 - Numero letture:61

Voto:
su 3 votanti


Un prete anarchico

(don Andrea Gallo)


E così anche tu te ne sei andato
ultimo in mezzo agli ultimi
lasciandoci speranza di una vita
dignitosa per tutti
ed un mondo diverso
dove anarchia fa rima con poesia
e D... (continua)


andrea guidi 20/02/2018 - 18:14
commenti 3 - Numero letture:52

Voto:
su 3 votanti


Gli occhi di una madre

Dinanzi agli occhi esterrefatti

di mia madre sono suo figlio

e un umile poeta.

Tempo fa, dinanzi agli occhi,

a volte distrutti di mia madre,

ero un bambino

irriverente e scamiciato.... (continua)


Andrea Calcagnile 20/02/2018 - 18:06
commenti 5 - Numero letture:56

Voto:
su 4 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  TI AMO PERCHÉ

Ti amo
anche quando
le nuvole oscurano il sole
e la tristezza gioca
sull’altalena dei miei pensieri.
Ti amo
nei colori cangianti del giorno
e quando buchi
il nero delle notti
per scolpire co... (continua)

Antonio Girardi 21/01/2018 - 14:58
commenti 9 - Numero letture:285

Voto:
su 5 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Incantevole percezione

Venezia: il mare gorgoglia sinuosamente tra le gondole parcheggiate, levigate dal sole. Il chiacchiericcio della folla amplifica il ticchettio dei passi che calpestano i ciottoli dei vicoli, i quali lastricano tutte le strade della città. Il frinire rigoglioso dei grilli prodotto da monti lontani, ritempra con una bellezza trascendentale l’intera piazza San Marco. L’eco di un antico canto di chiesa mi piomba nell’anima con delicata veemenza, provocandomi un’emozione intrica e aggraziata, che sgorga imprescindibilmente dal mio cuore scosso. Poi d’improvviso, lo sguardo intenso di una ragazza costellata da una bellezza leggiadria e radiosa, mi intorpidisce i sensi, aggrovigliandoli dentro uno spiraglio vertiginoso di stupore e meraviglia. Precipitosamente, cerco di seguire i suoi occhi, ma sono inghiotti da una leggera foschia autunnale enunciata da un crepuscolo un po’ invadente. Allora, corro, languito da una struggente voglia di scoprire, motivato da un’energia vitale che pulsa nel m... (continua)

Sergio Forfora 21/01/2018 - 15:59
commenti 3 - Numero letture:252

Voto:
su 5 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  la bella addorentata

Si, tanto tempo fa c’era un re…ma anche oggi ci sono, si difendono dal passare del tempo. Dei malefici di vecchie streghe ormai in disuso, non se ne curano più. Il nostro re era anziano e malato e sedeva su un vecchio sofà di stoffa rossa. Al giorno d’oggi sarebbe anacronistico anche parlarne, abituati come siamo, a conoscere solo re giovani e gossippari alle prese con le starlet del momento, seduti sulle reali sedie sdraio in qualche amena e costosa località lontano dal mondo comune. Ma torniamo al nostro re. Il sofà era scomodo, segnato dagli anni e…dai gatti che il movimento animalista dell’epoca riteneva un messaggio importante che il re rivolgeva ai sudditi. D’altra parte la cassa mutua artigiani non riusciva a coprire più i fondi pensioni degli stessi per cui “i sofanieri” stavano sparendo dopo anni di lotte sindacali. La stanca mente reale era ormai affollata da ricordi e pensieri tumultuosi che si sarebbero dissolti solo allorquando l’amata figlia, ancora troppo giovane, fosse... (continua)

Nino Curatola 12/01/2018 - 10:12
commenti 5 - Numero letture:213

Voto:
su 3 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -