Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dell' Orrore

Nella Storia le pagine dell’orrore accompagnano
prendendo per mano la creatura concepita da Dio
a propria immagine e somiglianza…
viene da pensare che Dio alitando l’anima
dando vita alla materia
abbia commesso un incredibile errore…
d’altronde la prima pagina dove si racconta
l’inizio dei rapporti fra due umani è significativa:
l’Uomo accusa la Donna di averlo ingannato,
la Donna a sua volta accusa il Serpente di averla raggirata…
sarebbe stato interessante se i due
si fossero guardati negli occhi
e comprendendo la propria stupidità
si fossero rivolti a Dio chiedendo aiuto…
ma non è andata così e lì incomincia la Storia…
rimane sempre il fatto che nessuno ci vieta di pensare
che il Nostro si sia fatto una bella risatina e, forse,
che possa aver vinto una scommessa…
infatti sta scritto:
“...Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza...”
e quel facciamo, a mio modesto parere, è un po’ inquietante…
nel frattempo la Storia ha srotolato
i pochi meriti dei discendenti paradisiaci
e ne ha esaltato gli orrori abissali…
e siamo giunti ai giorni nostri
sui quali sarebbe meglio stendere un velo pietoso...


Ai posteri...



Share |


Poesia scritta il 19/09/2017 - 17:25
Da romeo cantoni
Letta n.54 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?