Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La tristezza del poeta

Fonte d’ispirazione è la tristezza,
per il poeta DOC, è risaputo:
se il cuore duole e l’animo sta muto
con i versi si esprime l’amarezza.


Già me li vedo, diafani, emaciati,
le borse sotto gli occhi, il viso smunto,
in cerca di quell’improvviso spunto
per versi degni d’esser ricordati.


Tu màngiati un bel dolce con la panna,
cedi ai piaceri che lussuria offre
e colma questo vuoto esistenziale:
carpe diem, la teoria non è poi male.
Ma se ancora il tuo ego troppo soffre,
amico mio… ma vatti a fa’ una canna!



Share |


Poesia scritta il 09/10/2017 - 12:32
Da andrea guidi
Letta n.137 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Come non ringraziare anche Loris, Giulio, Grazia, Francesco ed Enio per la loro squisitezza? Infatti lo faccio: grazie e buonissima serata!

andrea guidi 11/10/2017 - 19:31

--------------------------------------

e un applauso a scena aperta merita di più di un 5* (senza riferimento al partito) per contenuto per rime e per finale col botto bravo Andrea

enio2 orsuni 11/10/2017 - 10:27

--------------------------------------

Bella, direi una chicca..

Francesco Gentile 11/10/2017 - 09:47

--------------------------------------

Ciao Andrea,
non immagino i poeti così diafani ed emaciati,
ma con un bel dolce alla panna nelle notti insonni...sì!
Sempre provocatore e acuto
Ciao!

Grazia Giuliani 09/10/2017 - 20:32

--------------------------------------

E' vero a volte i poeti sono esseri malinconici e tristi, ma qui sta la loro peculiarità. Il finale sdrammatizza mirabilmente l'argomento. Bella poesia. Giulio Soro

Giulio Soro 09/10/2017 - 18:26

--------------------------------------

Chi può dire che non lo sarà!
Proprio perché dissacratoria e fuori dagli schemi, potrebbe esser premiata l'originalità.
A me è piaciuta. Un saluto.

Loris Marcato 09/10/2017 - 18:16

--------------------------------------

Ti ringrazio Antonio; ovvio che non possa essere poesia del mese (forse non è neppure poesia ) visto che sono dissacrante, ma sempre col sorriso sulle labbra; inoltre me ne sto anche volentieri fuori dal coro e dunque ...
Buona serata, ciao

andrea guidi 09/10/2017 - 17:04

--------------------------------------

Chiarissimo prof. Agosti, devo mio malgrado correggerla: il sonetto non è perfetto perché lo schema classico vorrebbe ABBA anche nella seconda strofa.Diciamo che è un sonetto sui generis, rivisitato nella maniera a me più comoda. Me la saluto caramente

andrea guidi 09/10/2017 - 16:59

--------------------------------------

Nella sua originalità la poesia è bella anche se un po' dissacratoria verso coloro che scrivono per dare sfogo ai sentimenti. C'è qualcuno che la propone come poesia del mese.Se ciò fosse la canna allora se la sarebbero fatta i giurati e non certamente i poeti.Ciao Andrea.

antonio girardi 09/10/2017 - 16:48

--------------------------------------

Dimenticavo...sonetto perfetto, non come certi un tanto all'etto o come quelli che lo scrivono a letto per dispetto e pure ad angolo retto....ahahahahah...nel sonetto canna che fa rima con panna è perfetto...quindi direi: Non catartica...errata corrige.

GianMaria Agosti 09/10/2017 - 15:39

--------------------------------------

Bella, come sempre...gran poesia..la chiusa dissacratoria o dissacrante ha un po' della Poesia catartica... propongo anche questa come Poesia del mese...ahahahah...un saluto, esimio. A cinque stelle, forse generale?...io non amo la gerarchia militare, magari non è così...

GianMaria Agosti 09/10/2017 - 15:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?