Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Non è ancora ora

Ti ho trovata in un cantuccio,
tutta rannicchiata su te stessa.
La tua testa era minuta e sporca.
Ti ho portato con me.


Non so perché eri conciata così,
forse ti proteggevi dalle belve.
Ma qualcuno aveva fatto scempio di te.
E non è ancora ora, non è ancora ora.


Abbiamo giaciuto insieme quella sera,
il tuo corpo rispondeva al mio richiamo,
e intorno a noi si spandevano gli ululati
e i latrati dei cani.


A livello zero corrisponde una tacca dello strumento,
imbottito di cellophane,
al sicuro dalle radiazioni,
pronto per una nuova misurazione.


L’ho testato su di te, ma non ha funzionato.
Allora sono uscito fuori nell’aria pomeridiana,
e lì ho trovato quello che cercavo.
C’era un brandello del tuo vestito.


Sono tornato dentro e ti ho abbracciato,
con quanta forza avevo in corpo.
E non è ancora ora,
e non è ancora ora.


Ora il sole scende come una falce affilata,
e ottenebra tutto quel che c’è di vivo.
Copre le tue miserie e le mie manchevolezze.
E non è ancora ora.



Share |


Poesia scritta il 11/10/2017 - 12:32
Da Giulio Soro
Letta n.96 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Mi piace essere piuttosto conciso bella lirica indubbiamente!

Francesco Curro 11/10/2017 - 22:17

--------------------------------------

Un momento carico di angoscia,
un abbraccio come desiderio di conforto.

Grazia Giuliani 11/10/2017 - 21:05

--------------------------------------

dolorosa
ma Giulio, il tuo abbraccio consola
non è ancora ora, ma lo sarà

laisa azzurra 11/10/2017 - 20:24

--------------------------------------

Una denuncia di violenze e di guerre. E sono sempre gli innocenti a pagare.
Fa pensare e riflettere.

Teresa Peluso 11/10/2017 - 20:04

--------------------------------------

Una circostanza angosciante, lo sforzo di risollevarsi e tanto sentimento che avvolge e che sempre rimane come in sospeso,con un immancabile senso di afflizione...
Immagini avvincenti e coinvolgenti...

Alessia Torres 11/10/2017 - 20:02

--------------------------------------

GIULIO...Cosa penso? Che è inquietante se è il mondo a cui ti riferisci certo non migliorerà è drammatica la situazione ed è giusto affermare che per i giovani "non è ancora ora" .......

mirella narducci 11/10/2017 - 19:22

--------------------------------------

Drammaticamente bella... si potrebbe musicare come un canzone, "non è ancora ora", come scoprire pian piano ciò che infondo era già successo.

margherita pisano 11/10/2017 - 15:53

--------------------------------------

Una poe bene imbastita di versi unici nel suo genere con un marcato stile personale che recano pensamenti che fanno riflettere. Qui l'Autore si cimenta con una poe coinvolgente in cui si intravedono i tratti di un presentimento su quello che potrà accadere di più sconvolgente rispetto a quanto di già si intravede su questa piattaforma di mondo. Ottimi versi che io definisco di denuncia. Ciao

Francesco Scolaro 11/10/2017 - 14:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?