Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Ridere...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...
TELEGRAMMA POETICO...
Tu, pallida Luna...
questi occhi...
Dove abita Amore...
la Givacchi...che st...
Gocce di pianto...
OGGI...
La carità non la con...
La croce...
Anatomia di un bacio...
Orme...
Fare breccia in un m...
Società:...
Canto di un appassio...
Lembo di blu...
Che sapore ha il mal...
Questo amore è come ...
PRATO D’ATTESA...
Sensi...
Scende la sera...
Fiume di ricordi...
Apoteosi della belle...
E HO VISTO TE...
Chiamalo tatto.....
POLPASTRELLO...
CARNE UMANA di Enio ...
MERAVIGLIOSO AMORE...
Le quattro stagioni...
CUPIDO...
CUCCAGNA...
Mi cerchi tu dici...
Il tesoro della Mont...
Nebbia dell'anima...
Tutto l'Universo...
CON RIGUARDO È SAN V...
Auguri, amore...
Le ali dell'amore...
Fiori...
MA LEI LO SA?...
aspettami...
CAP 2 La non-storia...
Reset...
Peggio della malinco...
L'esperimento...
Deserto...
CARONTE...
Aspettando le rondin...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Un altro whiskey

Fratello il mio bicchiere è vuoto,
e non ho un soldo per comprare un altro whiskey.
Devo andare a casa.
Sono il capitano del mio dolore.


E’ il morso, la briglia, la frusta, la staffa, i finimenti,
la criniera al vento, l’occhio inumidito,
il cervello concentrato.
Oh, fratello offrimi da bere.


Ti spiegherò la natura del mio dolore.
Si, lascia che lo dica ancora una volta,
sono il capitano del mio dolore.
Fratello il mio bicchiere è vuoto,


e non ho una soldo per comprarmi un altro whiskey.
Devo andare a casa.
Non posso dare a lei tutta la colpa,
se lo facessi direi una menzogna.


Perché molte notti sto steso a vegliare,
e a sperare di vederla morire.
Vedere il suo dito accusatore schizzare via,
vedere le mosche brulicare nei suoi occhi sprezzanti


e guardarla che geme nella sporcizia.
Vedere la sua lingua velenosa che si secca e si screpola.
Oh, fratello offrimi da bere,
offrimi di nuovo da bere e poi addio,


e non prenderti gioco di me quando dico:
“Beviamone un altro prima che io muoia”,
fratello il mio bicchiere è vuoto e non ho altri soldi,
per comprare un altro whiskey.
Devo andare a casa.



Share |


Poesia scritta il 13/10/2017 - 12:34
Da Giulio Soro
Letta n.189 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


direi di fare una colletta prima che vai a casa che ne dici? poesia dalle tinte forti che racchiude nel finale qualcosa di poco chiaro comunque 4*

enio2 orsuni 16/10/2017 - 11:31

--------------------------------------

una storia
ogni volta una storia con immagini forti e convincenti
bere per non pensare
bere perchè è molto più semplice annebbiarsi la mente piuttosto che reagire
Giulio, sei un mito

laisa azzurra 13/10/2017 - 20:21

--------------------------------------

GIULIO...lo sai mi verrebbe di dirgli eccoti i soldi brutto ubriacone, per le tue losche compagnie...ma poi penso che ci sia dietro questi versi qualcosa di più serio per me incomprensibile e fiduciosa lascio a te le mie 5*****stelle

mirella narducci 13/10/2017 - 18:19

--------------------------------------

I tuoi versi hanno la capacità di tenermi incollato alla letture che ripeto diverse volte; questa volta mi viene difficile ricavarci una interpretazione, che sicuramente si cela in questi splenditi versi di colto ermetismo, ma il piacere di gustarne lo stile alza di più l'asticella del gradimento. Ciao

Francesco Scolaro 13/10/2017 - 15:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?