Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Che ne sarà di noi?...
Se la primavera dell...
Breve racconto di vi...
Alla fine...
Cuore: Edmondo De A...
SONATA FOLLE AI MIEI...
Gli abeti nella sera...
Pace...
C'E' LA RIPRESA (per...
IL MIO METICCIO...
È lei, una rosa selv...
Chi sono io?...
Lumache...
Oceani...
Cascate d'armonia...
Breccia...
La poesia rotolante...
Divina...
ESCALATION DEL NON E...
Liberati donna...
Plié d'amore...
DOLCE RISVEGLIO...
Foglio bianco...
Credere a volte. E ...
Quello che avevo spe...
Colori d'autunno...
Laggiù...
Colora le stagioni...
EMOZIONI SENSAZIONI...
Nella terra di nessu...
Rinuncia...
Tu non sorridi più...
Meretrice(C)...
DOMANI...
Due meno uno non fa ...
Sei...
Cum Quibus...
A mie spese...
La Maga nelle spire...
Volatili discriminat...
Peccato...
Apostrofe dell'incom...
Amarti significa......
Hotel Cielo stellato...
PAURA...
PICCOLE COSE...
SCOPRIMI...
Riaffioramenti...
L'anima perduta...
L'uomo l'unico ess...
Goccia dopo goccia...
SUONA CAMPANA...
Non ho...
Fa male...
Un riposo insonne...
L\'amore per la lett...
L'ultima roccia...
Mascolinità...
nella stanza del pad...
Lo Scrittore D'Oro....
Poli difformi...
Immensità...
SAN MARTINO (11 nov....
Ti sarà capitato...
E ANCORA, ANCORA, AN...
AL ROGO...
Come Peter Pan...
The end...
La folle corsa......
Novembre...
COSPIRAZIONE...
PALESTRE di VITA (pr...
L\'attimo...
C'è un cadavere nell...
Gocce...
Come gocciola la neb...
Le pentole quando bo...
L' ORA DELLA POE...
La città sepolta...
Un dono speciale...
Tempesta...
Pensiero...
BOLLA DI SAPONE...
Dove finisce il mare...
C'ERAVAMO PERSI...
che sei luna...
Doloroso ricordo... ...
LA MERAVIGLIA DELL'A...
L’orologio...
Meandri (C)...
SCAVAI NEL CIELO...
IL mio grande viaggi...
Il rifugio...
Sigarette...
Chinarsi e cogliere ...
ti ho detto mai...
Credo nell'amore....
Fiori bianchi...
Sogno proibito...
Immagini e parole...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



IL CUORE E L' ANIMA

Seduta come una regina
nella mia immaginazione
l'anima con eleganza
voleva interrogarmi.
Chiedeva se capivo
il limite di sicurezza
che divide la morte dalla vita.
Improvvisa mi colse
una bambinesca allegria
non posso sapere
dove tutto finisce
e dove tutto inizia!
Anima mia quel che mi chiedi
mi lascia muta e interdetta
è un gioco misterioso l'esistenza.
Nascosta dalla notte impudente
parli e fai domande mentre il letto
reclama le mie ossa.
Onorata della tua presenza
vorrei che ti facessi corpo
per ritrarti ma non saprei dove iniziare.
Sei qui cucita nel cuore
fatta di tante verità sovrapposte.
Anima mia sei l'arroganza del sole
e la timidezza della luna
completamente sconosciuta
ma sempre regina del mio cuore.



Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 20/10/2017 - 11:57
Da mirella narducci
Letta n.163 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


non capisco Mirella se scrivi con l'anima, con il cuore o forse con tutte e due
************************

enio2 orsuni 22/10/2017 - 16:59

--------------------------------------

Mirella
hai un'anima che fa domande impertinenti
un'anima intelligente e curiosa
dì al tuo cuore di risponderle, semplicemente, che al momento dovrà accontentarsi di godersi la vita perchè "del doman non v'è certezza"
estremamente profonda, complimenti

laisa azzurra 21/10/2017 - 19:33

--------------------------------------

...resta un mistero...
riflessiva, molto bella

Grazia Giuliani 20/10/2017 - 20:44

--------------------------------------

Molto bella questa poesia, foriera di molti interrogativi e riflessioni, sul rapporto tra anima e mente, tra sentimento e raziocinio. Giulio Soro

Giulio Soro 20/10/2017 - 18:27

--------------------------------------

Nessun limite di sicurezza tra la vita e la morte, perché, appunto, non possiamo conoscere quando, pur sapendo, dalla nascita, che comunque accadrà. Ed allora, viviamola interamente questa vita, viviamola con l’anima e con il cuore, viviamola per non avere rimpianti. *****

Ken Hutchinson 20/10/2017 - 18:11

--------------------------------------

Bella riflessione, il cuore e l'anima..

Salvatore Rastelli 20/10/2017 - 16:01

--------------------------------------

Molto bella questa poesia, che pone domande sull'esistente ...Domande che certo ci siamo poste tante volte e a cui non abbiamo saputo dare una risposta.A formularle poi, tu immagini sia l'anima... immortale, che mai saprà i patimenti del corpo....vive nel cuore..di cui é regina. E certamente lei saprebbe dire dov'è l'inizio e dove la fine ...Bellissima.

Teresa Peluso 20/10/2017 - 15:43

--------------------------------------

MIRELLA carissima, vedo che siamo sintonizzati sulla stessa frequenza e che ci poniamo gli stessi interrogativi, difficili di avere risposte; ma il fatto stesso che ce li poniamo vuol dire che pratichiamo le vie interiori, percorsi difficili ma affascinanti. Nella tua poe molto suggestiva viene fuori questo dialogo tra anima e corpo in cui l'anima si erge a docente ponendo determinate domande sui confini dell'esistenza, certo Lei da immortale esercita le sue domande dal punto divista privilegiato diversamente dal suo interlocutore.....Ottima riflessione che faccio mia, ciao

Francesco Scolaro 20/10/2017 - 14:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?