Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

NATALE...
urlo muto...
L’ARENA DEL TORERO E...
Verso l'onerosa cata...
Vorrei...
Siamo creature in ca...
Sei acqua...
Un amore speciale...
Femme fatale...
La voce del silenzio...
Da Lui mi aspetto qu...
NELL'EMOZIONE... UN ...
essentia...
Nell'immensità del m...
A mio padre...
BUON NATALE...
volo libero...
Talvolta...
Mezzogiorno d'invern...
Vigilia di Natale...
E' così vicino il ci...
A Babbo Natale...
Serata in auto con u...
FRAGILE Mistero...
Rivivo la notte in s...
Accenti d'inverno...
Il faro....
ARIA CHE MANCA...
Falsi amori...
Mare in tempesta....
pensieri dicembrini...
LUPO SOLITARIO...
nella tela del ragno...
TORNERANNO...
....CRISTIANO sul...
quella sera...
Senza luce...
La terra è pronta...
INCHIOSTRO ROSSO...
Il Santo...
Un giorno speciale...
Cànone inverso...
NATALE S’AVVICINA d...
Il gioco dei dadi...
Insonnia...
Se avessi un francob...
Caspita!...
SOLO L'AMORE E' COMP...
Gerusalemme...
STORIE DEL FIRMA...
Buon NATALE...
Voglio essere fragil...
Raggio di sole...
Il Sonnambulo...
Il mio regalo...
Silenzio...
Spegni la luce...
ACCENDERÒ LA NOTTE...
IL tuo pezzo di mond...
Custodi di sentiment...
Space Invaders...
Natale...
La nostra vita segre...
AMICO CARO...
Grigio ore 12,00...
In quel sogno reale...
Brrrr... che freddo!...
Un presepe speciale...
L'uomo più Felice...
Abissi...
TORNA...
Ci sono ore...
Gesù di quercia...
L\\'ALBA DEL RISVEGL...
Ce ne siamo fregati...
Tra 100 o 1000 anni,...
Buono e Cattivo...
Un piccolo grande ba...
A volte per essere f...
Vera...
- Haiku - Tocco luna...
Immagine Marina...
Per te...
Verrò....
DOLCE TORMENTO...
L’innocenza del carn...
Le burla di Cappucce...
In paradiso...
un guizzo…....
IL CAPRO ESPIATORIO ...
Io e il blu...
Troppi anni dopo......
Nevica...
Le lune di Dalla...
RIFLESSIONE - ORME F...
DONARE SE STESSI...
oasi...
Il destino del però...
Dove sei ora...
SARO' PER TE ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Dimmi di te

Dimmi di te
dicesti mamma
in quell’ultimo incontro
e non lessi
quell’ansia di madre
di leggermi dentro
e alleggerire il cuore
e così ti parlai
di futili cose
che tu già sapevi
e di me veramente
nulla ti dissi.
Tu mi guardasti a fondo
nascondendo il dolore
e giocammo così
con i nostri silenzi
tenendoci per mano
quasi un’intesa
che ora mi è dolce
ricordare.




Ieri sera, inavvertitamente, ho inserito questa mia poesia fuori dalla fascia oraria comunicata in bacheca. Ho trovato quindi corretto cancellarla anche per non apparire come quello che approfitta della propria posizione privilegiata (anche se di recente ho approvato, per necessità, opere fuori dalla fascia oraria serale). Nel ripresentarla ringrazio coloro che mi hanno nel frattempo gentilmente commentato …sicuramente Laisa e Giancarlo.



Share |


Poesia scritta il 06/12/2017 - 08:16
Da Adriano Martini
Letta n.157 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Certe poesie nascono dalla realtà anche perchè l'ultimo incontro è andato proprio così. A causa della distanza chilometrica il vedersi non era molto frequente (un paio di volte al mese) ed erano pertanto normali questi scambi affettivi fatti anche di silenzi e di messaggi con gli sguardi tenendoci per mano ... ed è veramente triste ora il pensiero. Ringrazio di cuore gli amici che attraverso i commenti mi hanno offerto il calore della condivisione. Buona serata

Adriano Martini 08/12/2017 - 22:12

--------------------------------------

Le madri sanno ascoltare i battiti del cuore e cogliere impercettibili movimenti di ciglia...nei loro figli, sanno senza sapere e in silenzio avvolgono con il loro amore ogni dolore.
Una tenerezza di versi che commuove e mi emoziona tanto... Bellissima Adriano un caro saluto

margherita pisano 06/12/2017 - 21:49

--------------------------------------

pardon signor

Maria Cimino 06/12/2017 - 21:45

--------------------------------------

Ehilà grande capo bello ritrovarti dall'altra parte dello schermo

Anche tu vedo che hai lasciato parlare
il tuo cuore in questa dolcissima e toccante poesia.

La spontaneità di un bacio...di una carezza stringe nel cuore quel legame indissolubile tra madre e figlio.


Complimenti signore Adriano Martini


A te un caro saluto e un abbraccio


Maria Cimino 06/12/2017 - 21:44

--------------------------------------

Parlare di cose banali, quasi un inganno che alla madre non sfugge, e ci lascia parlare, fingendo, ma più eludiamo il discorso più è consapevole di cosa vogliamo eventualmente nascondere. Un gioco da bambini fatto da adulti che la madre comprende con dolcezza regalando anche un sorriso.

ALFONSO BORDONARO 06/12/2017 - 17:25

--------------------------------------

Saper leggere nelle mancate risposte è il dono delle madri, ma anche di coloro che sanno veramente amare.... sapendo sempre interpretare opportunamente i tempi e le emozioni di un figlio....
Bastano i gesti ad esprimere tutto quello che giace nel cuore....
Una poesia che evidenzia un legame profondamente speciale tra mamma e figlio!
Un ritratto di estrema tenerezza!
...Buona serata Adriano!


Alessia Torres 06/12/2017 - 17:16

--------------------------------------

Noi donne siamo madri e siamo figlie.Capiamo perciò il sentimento del figlio, che non vuole angustiare la madre, ed il sentimento della madre, che fa finta di credere alle cose futili che le propone il figlio Ma, in fondo al cuore, entrambi sanno che si proteggono a vicenda .

Teresa Peluso 06/12/2017 - 16:03

--------------------------------------

Intensa e delicata poesia! Un caro saluto Adriano!

Ilaria Romiti 06/12/2017 - 15:58

--------------------------------------

era meglio che la lasciavi, l'avrei letta volentieri due volte. una ode alla mamma, stupenda5*

enio2 orsuni 06/12/2017 - 11:55

--------------------------------------

Incredibilmente vera, complimenti

Chiara Vitali 06/12/2017 - 11:23

--------------------------------------

Davvero una bellissima poesia molto profonda dedicata alla mamma, Complimenti Adriano!

Paolo Perrone 06/12/2017 - 11:14

--------------------------------------

ADRIANO MARTINI La madre è la figura nel mondo più amata,strumento del disegno divino con spiccato riferimento alla madre per eccellenza la Madonna.Leggendo questi tuoi versi mi hanno ricordato la bella poesia di Giuseppe Ungaretti "La Madre" la tua ode è di uguale intensità,piena di sfumature, di mestizia velata di rimpianto con parole struggenti. Complimenti BELLISSIMA

mirella narducci 06/12/2017 - 11:02

--------------------------------------

Dimmi di te è una poesia per certi aspetti struggente, l'ansia della madre che vuol sapere del figlio. Ma in questi mirabili versi, è qui la loro forza e il sentimento profondissimo che lega madre e figlio. Complimenti e lodi infinite Adriano, lasci emozioni e orme importanti. Buona giornata.

Paolo Ciraolo 06/12/2017 - 09:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?