Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il mio niente...
L’UOMO FATTO DI STRA...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
HAIKU N.1...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...
Attitudine naturale...
Poesia d'Amore...
Angeli distratti...
HO AMATO...
DEMOCRAZIA di Enio 2...
...e tutto muove...
Esecuzione Capitale...
Di più...
Pianeta...
DOLCI OCCHI TUOI...
requiem...
Prima che sia giorno...
IL PENSIERO...
Onde d\'amore...
L'ultima salita...
Rime allucinate...
Domani verrà...
Te stessa......
Resilenza...
Femme fatale...
FELINO...
Labbra Rosse...
AMICA POESIA...
Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...
Sotto pelle...
Non te l'ho detto e ...
Nello stagno...
A Sara......
Sto al gioco...
Gabbiani....
come si chiama l'e...
PRINCIPE E PRINCIP...
UN FIORE NELLA NEVE...
Vittoria...
Quasi......
Il nostro amore...
Nostalgia...
Mai cosí tanto ti ho...
INNAMORARSI E NON MO...
Quando...
Sarà così, un giorno...
ALLORA...
ADOLESCENZA...
ER PENNACCHIO DER ...
GIADA- Prima Parte....
Di lui...
Fiammina...
Gossip...
L'orizzonte...
Stelle sbronze...
Nel vento di una ros...
Non aspettar domani...
Insolita, affascinan...
BRICIOLE...
La modestia è... l'...
Volo di gabbiani...
La poesia abita…...
Il tuo divano rosso...
IL VELIERO AZZURRO...
Orizzonte...
Violento bruciare...
Copiosa pioggia...
lasciami andare...
Graffi...
CONCHIGLIA...
Mi girano sempre le....
Cercando il mare...
A Farla Ammattire...
Tra le nuvole un pen...
ADORANDO IL PECC...
A2...
AL DI LÀ DEI TUOI OC...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

A Marta

Ho trovato l’ Amore in un carillon
abbandonato tra erbe selvatiche.
Da allora
io t'ho attesa come una Penelope scalza
in cima ad un rivolo innevato,
senza il conforto di nessuna tela da filare;
t'ho osservata oscillare a perdita d'occhio
come una lancetta spaurita,
preda di nebulose di mosche
che m' interrogavano con voce roca:
-Abbiamo fame! Abbiamo fame!-
Getterei queste vene
in fiamme d'ossidiana pur
di soddisfarle, ma la mia carne
è sazia e il mio mausoleo infranto.
Ora tacciono persino i giunchi,
solo il rimpianto
di un tenero fanciullo
stropiccia confini di cieli
mai esistiti.


Share |


Poesia scritta il 10/12/2017 - 02:45
Da Anthony Malatesta
Letta n.83 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Mi piace questa poesia, ci sono alcuni versi che mi hanno colpito in modo particolare, originale e intensa con una chiusa straordinaria!

margherita pisano 10/12/2017 - 14:47

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?