Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Una mano che mi rega...
Pioggia...
Riflessi di seduzion...
POESIA...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Muri di vento...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Danza...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...
IL POETA COLTIV...
Dal diario di una pr...
Prendetevi una pausa...
SOLO MARE...
Ho parlato di voi a ...
MALE INTERIORE...
Animundus...
LE BANDIERE...
Cinque minuti di cel...
Io e te per sempre...
LA MORTATELLA DE SO...
Gabbiano...
prima di buttarti vi...
RACCONTO TRA PROSA E...
Vorrei amarti ancora...
Il meglio di me...
Il riflesso...
Pensieri sparsi su G...
mi son concessa di p...
Il primo bacio...
RITORNO...
La notte che Sigfrid...
L\\\'ISOLA...
La rimembranza...
L\\\\\\\'insegnament...
Senza speranza...
Di noi (canzone)...
metronomo...
I tuoi occhi...
cari amici fors...
AMAMI IN SILENZI...
Tenerezza....
Colombe tubano...
AVVENTURA EPICA...
Nuovi fotogrammi...
Concerto...
Alzahimer...
Si tacita...
Felicità...
Come una goccia......
Immagini di ridenti ...
Profumo di Ginestra...
Sul ponte...
AMORE (acrostico)...
SULLA SCALA...
E CORSO ... SIA...
Impressionante!...
CHI SEI......
TI VORREI...
Accadde un'estate di...
Case diroccate nei v...
I MIEI OCCHI...
Dora,vita incolore...
QUARTIERE...
Lo Sguardo...
Le favole in età adu...
Purificazione...
tinge la notte (haik...
Nicola amico mio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Un brano al vento

Certe volte ho l’impressione
che i gesti d’amore, le azioni, i benefici
abbiano perso in questo tempo balordo,
il senso vero
della completa donazione.


Di amore e liberalità ne puoi fare
quotidianamente, una dieci cento,
ma poi t’accorgi d’aver gettato
solamente foglie aride al gelido vento.


È come regalare perle agli animali
che non hanno,
almeno quelli, poveretti,
davvero alcuna considerazione.


Per di più i miseri e ingrati,
mostrano indifferenza, insensibilità
e ti voltano persino le spalle
se per caso non lo avessi
capito ancora chiaramente.


Come se dopo aver prelevato amore a sazietà,
ti dicessero di spostarti
perché infastiditi,
e ti gridassero d’andartene
via dalla loro vista,
ma molto più in là.


Lontano dalla loro scena,
per chiamarti quando
aggrada e a intermittenza.
La loro vita è, e rimane spoglia,
arida, gelida,
priva del concetto
della pur minima riconoscenza.


Proprio lontano dalla loro vista
ti chiedono d’andare
senza pietà,
come se il fetore dell’ingratitudine
arrivasse sotto il naso a volontà.


Poveretti questi Elfi dalla faccia
umana, amabile,
graziola, ma piena d’inganno.


Finisce che anche per Natale
ti confezionano per bene
un deplorevole, improvvisato, malanno.


Del resto, che puoi farci
se quei gretti poverini
non hanno granché,
se non miseria da offrire!


Posseggono solo pochezza,
infamità e grettezza,
e per questo, tu
col tuo grande amore
li devi inevitabilmente ricolmare.


(L'immagine allegata è un disegno dello stesso autore)



Share |


Poesia scritta il 10/12/2017 - 18:46
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.122 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?