Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il Caso....
All'amico...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Che sapore ha il male?

La guerra è un torrente violento
che scendendo strappa sassi
alle sponde irregolari
e un ciottolo d'acqua dolce
stamattina si è arenato
su una spiaggia
a pochi passi da qui
a faccia in giù lo hanno trovato
mentre per la prima volta
assaggiava il sale
e dopo aver urlato al fratello
"voglio tornare a giocare!"


Aylan, dimmi
che sapore ha il male?
Figlio mio
le mie mani ti hanno ucciso
ma le mie mani avrei voluto allungare


La guerra scende come pioggia dal cielo
dal culo di un aereo
e uccide dove colpisce,
distrugge, sparpaglia
a centinaia, a migliaia in fuga
corrono come tori a Pamplona verso il mare
che è corridoio, corsia preferenziale,
muro, labirinto, pozzo,
salto, baratto, corsa ad ostacoli
e stamattina un bambino
in un'onda, è inciampato
ed ora sta lì
la battigia a fissare
tre anni
e non può più giocare
e non ha nient'altro che rena da guardare
tre anni
ma ti hanno sentito tutti urlare
anche se non potevi urlare
anche se son tutti sordi
ma ti hanno visto tutti a faccia in giù morire
anche se non dovevi morire
anche se son tutti ciechi


Aylan che sapore ha il male?
quanto brucia il sale?
quanto scotta il sole?
Figlio mio
di che colore era il mare?
immagino del colore degli occhi di tua madre



Share |


Poesia scritta il 14/02/2018 - 21:12
Da Ernest Eden
Letta n.159 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Grazie per gli apprezzamenti! Restiamo umani.
E.E.

Ernest Eden 19/02/2018 - 08:49

--------------------------------------


Luca Fiazza 18/02/2018 - 23:50

--------------------------------------

molto bella non esprimo altro giudizio

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 15/02/2018 - 19:08

--------------------------------------

ERNEST...Questo dolore è come il silenzio degli innocenti non ci sono parole neanche quelle per consolare. Rimane solo la struggente disperazione.

mirella narducci 15/02/2018 - 10:35

--------------------------------------

stupenda, struggente
ma Aylan è solo una delle tante vittime di solo una delle tante guerre ufficiali o meno...
ma su un tema così complesso, posso solo esprimere un grande dolore, dolore per tutti, dolore per coloro che, in giacca e cravatta, hanno sulla propria coscienza la vita di tante povere anime

laisa azzurra 15/02/2018 - 08:25

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?