Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Che cavolo!...
Chiamami Poesia se v...
L'ESTATE CHE ARRIVA...
La mia amica Martina...
IL SOGNO...
SU DI GIRI...
ANNO DOPO ANNO...
Intrecci di sogni!...
Nervature sul viso...
Noi innamorati...
Dentro l'erba alta...
Sara...
E’ un privilegio riu...
Gl'ignoranti...
A MIA MADRE...
La speranza è l'anti...
AD UNA FARFALLA...
Crepuscolo...
a te...
SCARNIFICAZIONE...
La bolla di sapone...
Nel mio cuore ci ma...
La speranza di una p...
Pinocchio...
Il fiore del deserto...
Ho bisogno di te...
Margy...
Amicizia...
Risveglio di forme p...
RESPIRO NATURA di En...
Incredulità....
La sposa...
Alla fine di questa ...
Curriculum vitae...
Abbiam perso... il s...
HAIKU NR. 21...
Pedro...
Le Ore...
Sul mare... navigand...
Calce sulle dita...
QUANDO L' AMORE ...
UN’ALTRA CANZONE...
Spillo...
Quando finisce un am...
SEI FUGGITA...
Luce e ombre......
Ode al vino...
Amore limpido....
Forse, sbagliata...
È subito mare...
Lo specchio (2015-20...
C'È SEMPRE IL SOLE...
L'onore...
DOLCE CANTO...
La vita in blu...
Di brama nella notte...
Sono la Primavera...
Valzer delle chimere...
Le ultime scosse...
Nel giorno che piang...
Sulle tue labbra...
La perfezione del fi...
Riflessione...
CI SIAMO PERSI...
Ho domandato ad un v...
Passa tutto...
Già poesia...
SI È MASCOLINIZZATA?...
Treno in corsa...
ed a te, cosa devi?...
POMERIGGIO SPUMEGGI...
adesso basta...
E LO CHIAMENO MAGGIO...
grotte infuocate...
Questo nostro indoma...
Si fosse prolungata...
Mi spingo oltre il m...
Opaca...
Un prete anarchico...
IL NOSTRO CIELO...
Pensieri sparsi su B...
Senryu 3...
Trasparenze...
IL CUORE NEL ...
A mia madre...
LIBERO...
Nebbia...
EMOZIONE D'AMORE...
Cuore....
Corda che unisce...
Mediterraneo...
Nuove Alebe...
Il dubbio...
Piove...
Nuovo giorno...
MAGARI UNA ROSA...
L'infinito...
RIGOR ..frammenti ne...
Cammino...
Io e te...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

15° D' ITALIA

Dopo un secolo e mezzo
issandola bandiera
siam pronti a festeggiare
la nazionale festa
che ci vuol ricordare
che l'Italia s'è desta.


Ne son passati mille
poi altri cinquecento
di anni, nella passività
succubi ed umiliati:
ma le prime scintille
riscuotevan le genti
per il solenne evento:
nell'Italia divisa
in otto piccoli stati
si contestava il nemico
che ci teneva assediati
e sudditi vessati.


Nel secolo decimoquinto
ci ricordano gli avi
il popolo era oppresso
e viveva da schiavo:
ma già soffiava un vento
che schiudeva le menti
ai personaggi audaci
ma ancora molto prudenti.


Maturava col tempo
il geniale progetto
che prometteva scampo
dai potenti tiranni:
e dai primi ottocento
audaci volontari
preparavan l'evento
del gran risorgimento.


arditi giovanotti
e uomini attempati
accorron dappertutto
e uniti ai patrioti
fanno le barricate
sul capoluogo Lombardo.


Dai tiranni vessato
il popolo è in tumulto
ormai stanco di tutto:
con segrete congiure
audaci patrioti
ci avevan liberati
con un grido selvaggio:
dopo tante oppressioni
i fratelli eran sorti
con la nuova bandiera:
proseguiron le lotte
con il sangue versato
per lo stato sovrano
ed il nostro riscatto. (in due puntate)


Per la spettabile e rispettabile redazione.
Qui sotto c'è scritto /Hai ancora 1747 caratteri.
Ieri, con la poesia finita, c'erano ancora oltre 800 caratteri. Quale è il disguido, dove è il problema. Gradita mail. gabrielevacca@tiscali.it



Share |


Poesia scritta il 15/05/2018 - 07:54
Da Gabriele Vacca
Letta n.49 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


In risposta alla nota in calce faccio presente che purtroppo lo spazio viene gestito dai vari browser per cui succede che in certi momenti viene alterata la capienza...non solo delle opere ma anche della messaggistica. Magari se pubblicavi in altro momento questo non sarebbe successo.
Cari saluti

Adriano Martini 15/05/2018 - 17:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?