Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sara...
E’ un privilegio riu...
Gl'ignoranti...
A MIA MADRE...
La speranza è l'anti...
AD UNA FARFALLA...
Crepuscolo...
a te...
SCARNIFICAZIONE...
La bolla di sapone...
Nel mio cuore ci ma...
La speranza di una p...
Pinocchio...
Il fiore del deserto...
Ho bisogno di te...
Margy...
Amicizia...
Risveglio di forme p...
RESPIRO NATURA di En...
Incredulità....
La sposa...
Alla fine di questa ...
Curriculum vitae...
Abbiam perso... il s...
HAIKU NR. 21...
Pedro...
Le Ore...
Sul mare... navigand...
Calce sulle dita...
QUANDO L' AMORE ...
UN’ALTRA CANZONE...
Spillo...
Quando finisce un am...
SEI FUGGITA...
Luce e ombre......
Ode al vino...
Amore limpido....
Forse, sbagliata...
È subito mare...
Lo specchio (2015-20...
C'È SEMPRE IL SOLE...
L'onore...
DOLCE CANTO...
La vita in blu...
Di brama nella notte...
Sono la Primavera...
Valzer delle chimere...
Le ultime scosse...
Nel giorno che piang...
Sulle tue labbra...
La perfezione del fi...
Riflessione...
CI SIAMO PERSI...
Ho domandato ad un v...
Passa tutto...
Già poesia...
SI È MASCOLINIZZATA?...
Treno in corsa...
ed a te, cosa devi?...
POMERIGGIO SPUMEGGI...
adesso basta...
E LO CHIAMENO MAGGIO...
grotte infuocate...
Questo nostro indoma...
Si fosse prolungata...
Mi spingo oltre il m...
Opaca...
Un prete anarchico...
IL NOSTRO CIELO...
Pensieri sparsi su B...
Senryu 3...
Trasparenze...
IL CUORE NEL ...
A mia madre...
LIBERO...
Nebbia...
EMOZIONE D'AMORE...
Cuore....
Corda che unisce...
Mediterraneo...
Nuove Alebe...
Il dubbio...
Piove...
Nuovo giorno...
MAGARI UNA ROSA...
L'infinito...
RIGOR ..frammenti ne...
Cammino...
Io e te...
Le mie grosse vacanz...
Le scarpette rosse...
Con Agonistico Furor...
Fragranze...
Le parole che conosc...
BIMBA MIA...
Il mondo è fasullo...
di bianco e di rosso...
Non ho voglia di sor...
Domani....
Vezzo di rosa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tu ci amavi

Tu ci amavi
come il sole ama il frutto acerbo
e ancora oggi lo fai,
con la stessa autentica delicatezza dei raggi
che accarezzano l'uva rossa a settembre.
Ogni giorno il sudore ti scendeva in fronte
e sul viso fin sotto i baffi fino al sorriso
e noi, intanto, crescevamo come i germogli
delle tue piante nuove.
Sei andato nel tempo.
Io posso ancora ricordare le tue mani forti,
le mie adesso sono fredde e dure
come quando fuori è freddo e piove.
Ti sei voltato indietro
e penso alla terra che hai lasciato,
ai tempi lontani dove solo l'eco può camminare,
sei là, dove il sonno si fa tenue.
Dove sei tu?
Sei dove non si soffre,
dove non si piange più,
nella terra morbida e bagnata,
dove il cielo è sicuro.
Questa è la terra che porta i tuoi segni,
che porta i segni di tutti gli uomini.
Io ora piango su quella stessa terra che non
ti è bastata
quella terra di cui ora sei, compagno infinito.


Share |


Poesia scritta il 17/05/2018 - 13:07
Da Adriano Benocci
Letta n.53 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Stupenda...emozionante e toccante nel profondo!
La terra dà, la terra toglie e poi di nuovo accoglie...tra le braccia ogni uomo che di lei si è beato e nel cielo poi è volato! Penso a mio padre! Complimenti!

Margherita Pisano 17/05/2018 - 22:26

--------------------------------------

Mi hai fatto venire i brividi...!
Bravo, molto sentita

Grazia Giuliani 17/05/2018 - 18:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?