Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La sposa

Nei giardini dell'Eden
di un re Anunnaki ,
una sposa divina
sale le scale;
calpestando il riso
sui gradini imbiancati,
gli esce un sorriso
davanti all'altare;
ha scorto un viso
tra gli invitati
e rivede passare
i loro mille peccati.
Li ha già lavati con cura
nella vasca sacra
è profumata e pura
come un fiore sbocciato,
pronta a salire
innocente al sagrato.
La fontana in giardino
rinfresca la festa,
ma dentro di lei
rimane l'arsura.
Sente ancora l'odore
della sua pelle scura
e il fresco sapore
delle sue labbra di pesco .
Lei, una Dea nuda
seduta sul trono,
assaporava la sera
un semplice uomo.
Davanti agli specchi
si muovevano i corpi,
sopita la mente
rimanevano gli occhi.
In un amplesso carnale
intrecciati per ore ...
schiavi del sesso
od oggetti d'amore?
La fiamma ardeva
viveva le notti ,
moriva al mattino
dentro le aurore.
Mi dissetava il suo fiore


Share |


Poesia scritta il 25/05/2018 - 07:59
Da Italo Giuliano Bonetti
Letta n.104 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


ITALO GIULIANO...Nuova la poesia...Forse la sposa non ha dimenticato gli amplessi e non più casta e pura attraversa i giardini dell' Eden. Il Paradiso tutto perdona ma la perduta innocenza è sempre li a ricordare......

mirella narducci 25/05/2018 - 11:51

--------------------------------------

Bella, peccaminosa...!

Grazia Giuliani 25/05/2018 - 10:21

--------------------------------------

particolare
originale, piaciuta

laisa azzurra 25/05/2018 - 09:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?