Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sorbole!...
Numeri....
Sinfonia...
La casa del serpente...
LA FANCIULLA DEL VEZ...
Ritorno alla Bicicle...
TEMA DI SCRITTURA CR...
Dal figlio s’impara...
Venere in versi...
Sottinteso...
Frusciante...
Ermetico...
Naufraghi...
I GIORNI DELL'AMORE...
Ti ho visto piangere...
ISTANTI...
Una carezza della qu...
Autunno - cuore in l...
Afflato di luna...
Non ti lascerò...
Vulnerabile(C)...
addio......
Nei tuoi pensieri...
Caffè a tempo indete...
C'est moi....
il canto delle stell...
Senza te...
Sensibilità...
In vino veritas...
NOSTALGICAMENTE AFRI...
PALESTRE di VITA (se...
È nelle questioni ev...
So che mi guardi...
Che ne sarà di noi?...
Se la primavera dell...
Breve racconto di vi...
Alla fine...
SONATA FOLLE AI MIEI...
Gli abeti nella sera...
Pace...
C'E' LA RIPRESA (per...
IL MIO METICCIO...
È lei, una rosa selv...
Chi sono io?...
Lumache...
Oceani...
Cascate d'armonia...
Breccia...
La poesia rotolante...
Divina...
ESCALATION DEL NON E...
Liberati donna...
Plié d'amore...
DOLCE RISVEGLIO...
Foglio bianco...
Credere a volte. E ...
Quello che avevo spe...
Colori d'autunno...
Laggiù...
Colora le stagioni...
EMOZIONI SENSAZIONI...
Nella terra di nessu...
Rinuncia...
Tu non sorridi più...
Meretrice(C)...
DOMANI...
Due meno uno non fa ...
Sei...
Cum Quibus...
A mie spese...
La Maga nelle spire...
Volatili discriminat...
Peccato...
Apostrofe dell'incom...
Amarti significa......
Hotel Cielo stellato...
PAURA...
PICCOLE COSE...
SCOPRIMI...
Riaffioramenti...
L'anima perduta...
L'uomo l'unico ess...
Goccia dopo goccia...
SUONA CAMPANA...
Non ho...
Fa male...
Un riposo insonne...
L\'amore per la lett...
L'ultima roccia...
Mascolinità...
nella stanza del pad...
Lo Scrittore D'Oro....
Poli difformi...
Immensità...
SAN MARTINO (11 nov....
Ti sarà capitato...
E ANCORA, ANCORA, AN...
AL ROGO...
Come Peter Pan...
The end...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Poldino

E' il metronomo che scandisce i tempi sulla statale da Pievepelago all'Abetone.
Ogni ora è al suo posto, con qualche compito di contorno come aprire una saracinesca di primo mattino, consegnare i giornali ai bar e riempire la raccolta vetrosa di un ristorante alla sera.
Guai a chi lo facesse per lui!
La sua passeggiata mattutina, alternando bus, camminata e vari bar, lo porta a percorrere il lungo nastro di catrame fino alle piramidi di Ximenes.
Poi il ritorno.
Il pomeriggio riparte, instancabile, per il suo percorso, preciso e puntuale come uno svizzero.
La sera, stanco, fa l'ultimo “struscio” sulla via Roma, dissertando di religione:
“I cattolici... brutta rassa!”



Share |


Racconto scritto il 14/09/2017 - 12:19
Da Glauco Ballantini
Letta n.151 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Un racconto breve di piacevole lettura.. Gradevole e rilassante

Francesco Gentile 15/09/2017 - 09:39

--------------------------------------

@Giulio: il racconto fa parte di una serie di racconti in 110 parole, sono una sorta di bozzetti, più o meno riusciti, su personaggi, situazioni, piccoli avvenimenti che vengono ritratti condensando la vicenda in un ristretto numero di parole.

Glauco Ballantini 15/09/2017 - 07:33

--------------------------------------

Bello questo racconto, forse solo un po' telegrafico. Giulio Soro

Giulio Soro 14/09/2017 - 18:13

--------------------------------------

Simpatico racconto 5*

Angela Randisi 14/09/2017 - 17:25

--------------------------------------

ahahahahah...fantastico Poldino, il metronomo filosofo. Ciaociao, sempre bravo. 5*

Spartaco Messina 14/09/2017 - 14:22

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?