Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
L'Airone sul filo...
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
A PROPOSITO DI BACI...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Donna illusa

Lei aspettò con gli occhi bagnati di rugiada il suo ritorno, lo immaginò,con i suoi occhi verdi come la natura appena nata, mentre quelli di lei erano spenti dall'attesa, come l'autunno che ci mostra una natura stanca, stanca di combattere contro le sue stesse forz
e inspiegabili. E l'amore si posò su di loro come l'inverno che avvolge la terra, l'amore di lei, forte come il fuoco dell'estate,che non si è ancora arreso. Neanche lei si è arresa, nonostante le promesse che forse non saranno mai mantenute, nonostante la consapevolezza di poter bere solo metà di quel bicchiere che non le appartiene, ma la ubriaca di amore, lei lo aspetta ancora, conta le ore per bruciarsi nella passione di quelle poche ore che lui le può offrire, come una primavera che potesse risvegliarla dall'agonia. Povera donna innamorata e cieca, attendi sotto un albero spoglio dalle foglie, spoglia dalle illusioni, orbiti attorno a due smeraldi verdi,come l'erba e sogni anche tu di indossare come lei un abito bianco come la nevee che si poserà su di voi e vi trasformerà, sempre nei sogni tuoi, in un perfetto infinito.



Share |


Racconto scritto il 17/09/2017 - 22:54
Da Lorena Aurelia Serban
Letta n.213 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


C'è una parte femminile che soffre per l'amore non ricambiato e una parte maschile che sembra indifferente o paga del tempo che riesce a regalare alla donna amata. Bel racconto. Giulio Soro

Giulio Soro 19/09/2017 - 18:15

--------------------------------------

Bello il tuo racconto,descrive poeticamente la figura di questa donna.

Grazia Giuliani 18/09/2017 - 20:10

--------------------------------------

Molto piaciuto il racconto, incentrato su un tema specifico, che si avvale di metafore molto calzanti e avvincenti, oltre che della suggestiva e gradevole forma espressiva.. anche poetica.

Francesco Gentile 18/09/2017 - 12:33

--------------------------------------

Molto ben resa la figura della donna illusa, forse l'amante, o comunque di colei che sogna il vestito da sposa ma probabilmente berrà solo una parte di quel bicchiere dell'amore. Due appunti, non critici. Il primo sulla punteggiatura, qualche piccolissimo ritocco renderebbe il brano più scorrevole. Il secondo: nel profilo dici di voler sostenere la poesia in un mare di prosa. In realtà su Internet viviamo in un mare di poesia e la prosa è in tutti i siti solo la decima parte. Ciaociao...5*

Spartaco Messina 18/09/2017 - 08:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?