Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
A MIRELLA...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dieci minuti al giorno

Tutti i giorni, tranne il Giovedì, Sara entra nell'ufficio della caposala, sono le 16 in punto e si siede alla grande scrivania, alle spalle un pannello pieno di led colorati, che riconducono alle stanze dei pazienti, poggia i piedi sulla scrivania e reclina la testa all'indietro chiudendo gli occhi, 10 minuti per lasciarsi alle spalle flebo, cateteri e pazienti in lungodegenza, solo dieci minuti di assoluto silenzio per poi tornare alla vita.
Sono le 16 in punto, Marco guarda fuori dalla finestra come tutti i giorni tranne il Giovedì, aspetta che la sua Infermiera si segga alla grande scrivania, sono i 10 minuti che tutti i giorni aspetta, ed a cui non rinuncerebbe mai per nulla al mondo.
Appoggia il mento sul tavolo scostando il bicchiere con le penne, in quei 10 minuti tutto si ferma, e non gli serve altro che contemplare, non conosce nemmeno il suo nome, certo è che avrebbe potuto incontrarla, sarebbe bastato aspettarla all'uscita dell'ospedale, magari seguirla, cercare di parlargli, ma non lo ha mai fatto, ed ormai sono due anni che aspetta.
Marco è li anche il giovedi, è stupido aspettarla perchè lei il giovedì ha il suo giorno libero, eppure lui è li, e non ha mai considerato quei 10 minuti come tempo sprecato.
Sara riapre gli occhi, va nello spogliatoio, ma prima guarda fuori dalla finestra, solo un rapido sguardo, velocissimo e furtivo, sorride ed esce dalla stanza.
Marco la guarda uscire poi la stanza resta vuota, torna alle sue carte disordinate, e pensa a quanto manca a domani.



Share |


Racconto scritto il 12/10/2017 - 14:28
Da FABIO QUERO
Letta n.187 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Gradevolissimo, anche se corto. Dieci minuti, tutti da assaporare con la mente....ma...devi concluderlo...scrivi un bel finale.

Teresa Peluso 13/10/2017 - 07:50

--------------------------------------

Dieci minuti al giorno di vita... di emozioni!
Molto piaciuto.

margherita pisano 12/10/2017 - 21:58

--------------------------------------

Questo racconto nasce da un'idea che devo dire mi appare molto interessante. Potrebbe essere anche l'incipit di un racconto più lungo, o un romanzo breve. Un saluto.

GianMaria Agosti 12/10/2017 - 16:40

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?