Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Una mano che mi rega...
Pioggia...
Riflessi di seduzion...
POESIA...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Muri di vento...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Danza...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...
IL POETA COLTIV...
Dal diario di una pr...
Prendetevi una pausa...
SOLO MARE...
Ho parlato di voi a ...
MALE INTERIORE...
Animundus...
LE BANDIERE...
Cinque minuti di cel...
Io e te per sempre...
LA MORTATELLA DE SO...
Gabbiano...
prima di buttarti vi...
RACCONTO TRA PROSA E...
Vorrei amarti ancora...
Il meglio di me...
Il riflesso...
Pensieri sparsi su G...
mi son concessa di p...
Il primo bacio...
RITORNO...
La notte che Sigfrid...
L\\\'ISOLA...
La rimembranza...
L\\\\\\\'insegnament...
Senza speranza...
Di noi (canzone)...
metronomo...
I tuoi occhi...
cari amici fors...
AMAMI IN SILENZI...
Tenerezza....
Colombe tubano...
AVVENTURA EPICA...
Nuovi fotogrammi...
Concerto...
Alzahimer...
Si tacita...
Felicità...
Come una goccia......
Immagini di ridenti ...
Profumo di Ginestra...
Sul ponte...
AMORE (acrostico)...
SULLA SCALA...
E CORSO ... SIA...
Impressionante!...
CHI SEI......
TI VORREI...
Accadde un'estate di...
Case diroccate nei v...
I MIEI OCCHI...
Dora,vita incolore...
QUARTIERE...
Lo Sguardo...
Le favole in età adu...
Purificazione...
tinge la notte (haik...
Nicola amico mio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



il ruolo del poeta

Il ruolo del poeta


Non chieder pecunia
Non lesinar di porta in porta
Cibo ,O pagnotta.
Sei il freddo preme ,la neve Gela
Mordi e soffri ma non lagnar la tua ventura.
Nulla chiedi ,poeta solo un ceno un plauso
Alla tua natura ,per la tua fortuna!
Sei colui che irriga i cuori
Risveglia le menti.
Allor solo uno il tuo ruolo :servire.
Esser la penna dello spirito
Far da inchiostro alle tue rime
Ricordar al mondo d'onde viene
Dove va!
Il mio genio s insinua nella natura
Nella sua sostanza
Io vedo quel che all' altro sfugge
Amo ciò chi di li' fugge
Come potrei rimaner muto
In un tramonto ,al Suon del
Mar che muore ,agognando il nuovo giorno ?
Allor dico ,non son da tutto disgiunto.
Poeti,noi siamo quelli che sussurrano
Dolci verbi ognun come ei sente
Ma sempre oro ,che non arruginisce
Alla pioggia.
Scriviamo ovunque in terra ,su marmi ,
Su sulce ,Quel che sentiamo dentro .
Artigiani del verbo maestri del sentire
Come piombo saran i versi
Più caldi del sol
A scaldar le vite.
Sarem Come le pietruzze
Che scalciano nella notte di mezza
Estate briciole eppur lascian
Il segno .
Un di'sarò anch'io
A servir il mio popolo ,
Con le strofe dopo strofe ?
Alto ingaggio m' assumo
Ma mai, l 'arte sarà a blandir
Qualcuno .
Universo ,e misterioso fato
Che ancor non scorgo
L' Alto lavoro e sempre in
Officina ,mai si placa
La mia fucina .
A chi mi nacque pria
Che io fossi pensiero ,
Quel che verranno
Quando sarò nel silenzioso
Albergo ,
Fui di carne con vizio
Umano .
Fui io il poeta che scrisse e visse !
Ma tutti un di' verremo a giudizio
Se vorranno nell azzurro cerchio
Nominati chi più chi meno
Per il nostro onore
,dovere ,e volere.
Rimembrar dovete a voi che leggete!
Abbiam reso le giornate più liete ?
In qualche inno vi siete persi ?
Muti sono i ceppi che vi legano
Grande il vostro passo nel mondo
Oh padri eletti!
Timido busso alle vostre porte
Mi immergo nel vostra gloria
Avete reso il sentiero più umano
Guardate a me me io umile al vostro nome
Cavalco due secoli un lo lascio
L' altro lo sprono
Se m 'accompagnate salirò sul vostro soglio
Poesia sei il mio mondo ,
Sempre io giocondo
A far della carta il mio tornio
Onde esser servo ,
Pastore di parole ,
Nel nuovo tempo .


Corrado Cioci




Share |


Racconto scritto il 11/12/2017 - 10:12
Da corrado cioci
Letta n.182 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie Margherita enoo grazie a tutti voi

corrado cioci 11/12/2017 - 20:50

--------------------------------------

Ho letto con piacere questo racconto/poesia... e mi ha lasciato dentro una speciale sensazione di armonia e non nego anche commozione che non comprendo bene, ma penso che mi sia entrata dentro a toccare le corde del cuore e forse ancor più nell'anima!
Complimenti

margherita pisano 11/12/2017 - 20:39

--------------------------------------

Grazie Enio e grazie a tutti voi che mi sostenete il vpatto giudizio mi da voglia s8 fare grazie

corrado cioci 11/12/2017 - 17:34

--------------------------------------

sorprendente abbondanza
di versi.
se non ci siamo persi
non sarà mai abbastanza ottima poesia
Corrado

enio2 orsuni 11/12/2017 - 16:10

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?