Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
PROVERBI in RIMA e i...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il mare e il bambino

Mare, implacabile fratello, così ti definiva Charles Baudelaire, misterioso e profondo come gli anfratti del mio cuore, insondabile al pari del pozzo dei miei desideri, del quale non vedo la fine, il fondo, inarrivabile come le valli dei tuoi abissi. Sempre ti amerò, e tu lo stesso farai con me, fratello, grande fratello mio, simbolo di quanta grandezza e bellezza possiedono le cose del creato.
Mi sorreggi, quando ti navigo, ti avvolgo, quando fra le tue braccia nuoto, e lo stesso fai con me, accarezzandomi con grazia il corpo e ancor più lo spirito, entrando nelle segrete pieghe del mio sentire il mistero della vita. A volte ti guardo, nel tuo profilo di tramonto, o nel rinnovamento delle tue stupefacenti albe, e vorrei esserti abitante, schiavo e padrone di goderti, allo stesso tempo.
Mi tuffo nelle tue acque e mi illudo di entrare in me stesso, nel mondo segreto dei miei sogni, dentro la mia anima, inquieta come lo sei tu, a volte. E, così come ho timore di me stesso, e dei miei pensieri, così mi capita di temerti, pur attratto fatalmente, di volerti e desiderarti, pur temendoti, così come sai che quella donna alla quale non puoi resistere potrà portarti al tormento dell'anima, alla dannazione dei tuoi giorni.
Un bambino che non ti ha mai visto mi ha chiesto di descriverti, di parlare di te. Come potevo fargli capire che sei l'amore, quali immagini usare? I colori, l'acqua, il tuo umore calmo di bonaccia e la tua ira dei momenti bui? Descrivere il tuo fondale, o il vasto orizzonte, il lucore delle tue acque argentate di luna oppure la gioia che le tue piccole onde spumeggianti donano a tutti i bambini del mondo? Mi è venuto solo il paragone col cielo, e mi sono sentito uccello che vola dentro di te, muovendo le ali di pensiero nel seno delle tue acque, leggere come nuvole. Allora gli ho detto:
« Il mare è uno strano cielo capovolto, che ti permette di volarci dentro con una barca a vela, anziché un aereo, e di nuotarci anche con la testa fra le nuvole, sbattendo gambe e braccia come fossero ali speciali.
Cielo e mare: uno lo specchio dell'altro, due sogni reali che si completano nel desiderio di bellezza.
Io so cosa c'è dentro il mare; chissà mai cosa c'è dentro il cielo, oltre gli uccelli. Aspetto il mio giorno, per scoprirlo. E confesso che sono curioso assai... »
Il bambino mi ha guardato e mi ha detto:
« Che bella storia, raccontamene altre... »



Share |


Racconto scritto il 13/02/2018 - 13:57
Da Corrado B.
Letta n.158 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Un grazie ad Antonio, laisa, Margherita, Giancarlo, Mimmi e Grazia che hanno apprezzato questo mio racconto-riflessione.

Corrado B. 15/02/2018 - 10:33

--------------------------------------

Una storia d'amore tra te e il mare...!
Racconto bellissimo
Complimenti

Grazia Giuliani 14/02/2018 - 19:43

--------------------------------------

Immaginare il mare come un cielo capovolto: cosa c’è di più bello per un bimbo che il mare non lo ha mai visto?
Un racconto denso di passione e di poesia.

Mimmi Due 14/02/2018 - 14:31

--------------------------------------

molto bella Corrado

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 13/02/2018 - 20:43

--------------------------------------

L'amore per il mare è speciale e indescrivibile, ma tu con questo racconto splendido hai reso possibile capirlo, anzi sentirlo attraverso una miriade di emozioni... Complimenti sinceri ***** un cielo di stelle.

Margherita Pisano 13/02/2018 - 15:55

--------------------------------------

meraviglioso
poetico e "di contenuto"

laisa azzurra 13/02/2018 - 15:09

--------------------------------------

Un bellissimo racconto scritto con grande"ammore".

Antonio Girardi 13/02/2018 - 14:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?