Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Artista...
La dieta 2...
Il merlo...
QUANDO DORMI...
Gli occhi guardano l...
Mi lascio trasportar...
Sofferenza e amore...
PROIETTILE VAGANTE...
PUNTINI PUNTINI...
Acqua e ricordi...
È nella quiete dello...
Ed è subito sera...
Corruzione nel creat...
Il vuoto...
SIAMO PIRATI...
tic toc...
L'albero della vita...
Non è stata una vera...
La nuova Alba...
Una musa per noi...
Per amore...
Alienazione di un po...
Sciopero a singhiozz...
Notte...
Francesco Papa...
Questa sei te: Sp...
Poesia su Rita Levi ...
Vorrei che il genio ...
MAGIE...
Nel fremito di vita...
Il mondo è fatto di ...
Lo Spettro Del Nostr...
C'ERA UNA VOLTA UN B...
IL SORRISO Il sor...
Un infinito amore...
acqua...
Anche l'inferno ti s...
GOCCE...
Un breve istante, un...
vorrei sparire......
vorrei cadere...
La camicia a quadri...
Voglia di sale...
Sotto il faro spento...
'Na cosetta...
Il giorno non sempre...
Freddo(C)...
L'odore del mare...
L\'anima gemella...
LA VITA E' SOG...
Il puzzle...
Impotenza....
L'età: Il tempo la ...
SCHELETRI di Enio 2...
Il richiamo della ge...
eterno gelo...
Finchè avrà voglia d...
Il suono del vento...
Oltre ai giochi otti...
IL BOSCO...
La terra dei sogni...
S.Francesco....
Il desiderio inconsc...
Lultimo calzolaio...
Mimmo...
Un nuovo martire - G...
Io ti appartengo...
Non ci riesco....
La vita è come il ci...
Un giorno di notte...
lo ha riposto lì...
Consolazione...
Quel venticello...
Gli strani animali d...
Non servono parole...
Insonnia...
Purtroppo non è poss...
OGNUNO IL SUO MESTIE...
Ciò che voglio....
ciò trovo nel vagare...
Lettera ad Alex...
TU LE STAGIONI ...
che importa...
Il Perché...
Lacrima d'amore...
Profilo migliore...
UNA NOTTE FORSE......
IL COLORE DELLE FAVO...
Via vai...
Ho visto anni passar...
Tu sei la primavera...
Ricordi 2...
A volte... non lega...
Angelo della Notte....
Buongiorno...
La forza degli alber...
Non puoi generare su...
L'universo...
Appiglio...
Quell'attimo sublime...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Appiglio

Forse dovrete imparare ad amare la vostra solitudine,
Forse io,
Dovrò restare a pezzi come un puzzle e sopportarmi,
Forse dovrò smettere di cercare le risposte alle mie continue domande ed accettarmi così,
Forse tutti dovremo ammettere di esseri incompleti e soli.
Quanto è feroce quest pensiero,
Quanto possa diventare violento,
Non sono la vittima,
Né carnefice,
Sono un onda dell'oceano che travolge ed a volte,
Verrà travolta.
Quanto questo mio conflitto eterno,
Possa influenzare,
Coloro,
Che ho attorno?
Quest mio corpo maledetto,
Segnato nel profondo e preso per dare,
Risultante in una condizione traballante di un solo affitto del sole.
Sono nata da sola e morirò da sola,
Nel mezzo di quest due poli distanti,
Che cosa voglio conquistare?
Come posso conquistare il mondo,
Quando non so,
Come conquistare me stessa?
Quante volte ho letto i miei pensieri lacerati nell’anima da un tarlo che rode incessantemente.
Quante volte ho rivisto stralci della mia vita tradita,
Con cui ho voluto aprire varco profondo della storia.
Quella storia,
Dove gli altri non vogliono guardare,
Perché,
Magari vogliono costruire una vita decente con le loro scelte ponderate.
Con le loro certezze avanzano decisi in una realtà preconfezionata, 
Non li può toccare una storia,
Di chi si accascia dentro sé stesso, 
Rimanendo sospeso in una dimensione ambivalente.
Vorrei costruire il mio regno pieno di colori,
Come fosse un grande arcobaleno.
Anch'io,
Vorrei avanzare decisa in un realtà,
Ma,
La mia realtà non è preconfezionata,
È diversa.
Essere sé stessi o non esserlo,
Questo il dilemma della mia anime sensibile,
Dotata di un’acutezza olfattiva per le delusioni in agguato,
Di un udito affinato da anni di rumori molesti che pungono addosso come ingiuste percosse.
Come posso reagire,
Credendo di non potercela fare,
In quest mondo inadeguato alle mie aspettative,
Quando nessuno osa più fidarsi,
Nel momento in cui si avanza nel fango,
E gli altri vedono solo foschia. 
E per questo,
A volte,
La vita stessa ci porge una mano,
Quell’appiglio,
Chiamato "La scrittura"
M. P.



Share |


Racconto scritto il 16/04/2018 - 15:42
Da Michaela Patricie Zaludova
Letta n.60 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Grazie

Michaela Patricie Zaludova 19/04/2018 - 07:29

--------------------------------------

Struggente e profonda. Piaciuta, tanto.

Atrebor Atrebor 17/04/2018 - 18:10

--------------------------------------

Molto sentita nel suo acuto seguitar...
*****

Rocco Michele LETTINI 17/04/2018 - 09:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?