RACCONTI

     
 

In questa sezione potete consultare tutti i racconti pubblicati nell'ultimo mese in ordine cronologico dall'ultimo in poi. In ogni caso se preferite è possibile visualizzare la lista dei racconti anche secondo scelte diverse, come per ordine di mese, per argomento , per autore o per gradimento.

Buona lettura

 
     



Lista Generale

     
 

Li˛sÓlfar

Era una notte di luna piena, i lupi ululavano sulle montagne di Ulthuan.
Le stelle scintillavano come diamanti nell'universo e nell'aria c'era un profumo di malva e gelsomino.
Nel villaggio dei Li˛sÓlfar si celebrava la notte di Lughnasad. I fuochi sacri erano accesi nelle piazze della luna. Gli altari fumigavano incensi alla rosa e le donne danzavano con le coroncine di fiori sulla testa.
I Li˛sÓlfar erano gli antichi elfi della luce, splendidi esseri luminosi di bellezza e beatitudine. Vivevano alle pendici della grande montagna di Ulthuan tra boschi di querce e betulle argento.

'' Vestiti luna
di luce eterna,
le tue ancelle danzano
intorno al cerchio.
Scendi dal tuo carro
come un corvo bianco
portatrice di felicitÓ
e benedizioni
per tutti.''
Cantava Isha, la signora del fiume, spandendo petali di rose tra la folla in festa.
'' Ti vedemmo arrivare
dopo il rosso tramonto,
eri Grande e Divina
sul cocchio d'acqua e avorio.
Stendi ancora il tuo velo
dove l'amore n... (continua)


Gianny Mirra 18/03/2011 - 18:48
commenti 0 - Numero letture:552

Voto:
su 0 votanti


PERDERSI E..LA VERA LIBERTA' E FELICITA' INCONDIZIONATA.

Innanzitutto che significa "Perdersi" ? Perdere se stessi
lungo la strada, il non possesso della propria
consapevolezza, la perdita del sentiero, della "mappa"
della propria vita. Dove mettere le mani per riprendere
in mano la propria vita? Cosa fare? Come farlo? Aiuto..
si cerca aiuto. Per anni l' evoluzione dell' essere porta
con sŔ questi periodi di assestamento. "Assestamento"
perchŔ tra un saltello quantico e l' altro c' Ŕ bisogno di
perdere di vista per un po' la "veritÓ" e far riposare l' anima..
lasciarla andare nel deserto a camminare sola e disperata,
per poi aver un RITORNO veramente sentito, sulla strada
dell'
evoluzione, e ritrovare la spinta ancora pi¨ forte per risalire,
come se si andasse gi¨ all' inferno con un elastico.. e pi¨ si
tende l' elastico e pi¨ si scende, e pi¨ si scende e pi¨ si
carica di energia questo elastico, e quando la tensione
Ŕ massima. VIA, si sale con la massima velocitÓ verso
il paradiso, pe... (continua)

Federica Colarossi 18/03/2011 - 03:03
commenti 0 - Numero letture:879

Voto:
su 1 votanti


DIFENDERSI DAL MALE.

DIFENDERSI DAL MALE.
SCUDI ENERGETICI
DI PROTEZIONE E DI ATTRAZIONE DI POSITIVITA'.
Che tu abbia l' abilitÓ dell' "Empatia" eccessivamente
attiva o che tu semplicemente ti senta "influenzato"
dalla forte energia negativa che vive normalmente nella
DualitÓ di questo mondo, tu puoi difenderti dalle
basse vibrazioni energetiche ed evitare che esse
influenzino il tuo campo di vita, abbassando la tua
frequenza vibratoria e rovinando il tuo umore,
le tue giornate, la tua essenza energetica.
Contemporaneamente puoi creare uno scudo che
oltre a donarti protezione, ti dona anche la possibilitÓ
di accogliere dentro esso e dentro di te,
esclusivamente energie positive. La visualizzazione e il
sentimento sono strumenti fondamentali nella
manipolazione
dell' energia. Quando devi affrontare una situazione,
una persona, un momento che sai ha delle energie a
frequenza bassa e senti che queste possono intaccare
il tuo benessere.. calmati un istante, se puoi rilas... (continua)

Federica Colarossi 18/03/2011 - 03:02
commenti 0 - Numero letture:643

Voto:
su 0 votanti


ENTRARE IN RISONANZA DI ENERGIA D' AMORE COL MONDO.

Condividere l' amore. Ho presto notato che quando
chiedo amore, esso non arriva. esso arriva raramente...
perchŔ tu senti perlopi¨ la mancanza di amore,
quando tu lo chiedi, per questo motivo tu attrai
la "mancanza" di amore, e per questo motivo l' amore
non arriva. Tu devi inviare amore al mondo, tu devi inviare
amore incondizionato a persone, oggetti, eventi, e
fondamentalmente, devi inviarlo a te stesso. Quando tu
invii amore, ad esempio, ad un oggetto, tu immagina
una energia rosa, bianca, o del colore che tu senti giusto,
energia di amore, che si trasferisce in un flusso continuo,
dal tuo cuore o dalla tua mente, fino all' oggetto.
Tu cosý sei connesso tramite questa energia di amore,
tu condividi questo amore con l' oggetto. Quindi tu
sei in risonanza con esso. E cosa succede? A quel punto,
sentirai che l' oggetto ti manda il suo amore. Lui ti da
amore. Se tu ami il mondo, gli invii la tua energia,
e lui ti rende la stessa energia di amore, lui ti manda... (continua)

Federica Colarossi 18/03/2011 - 03:01
commenti 0 - Numero letture:622

Voto:
su 0 votanti


ATTRAI CI˛ CHE SENTI

-Sentiti sereno. La serenitÓ dentro e tutto
intorno a Te. Rilassati e sentila fluire attraverso
il tuo corpo come una leggera luce violetta, tiepida e
delicata.
Con occhi chiusi e un leggero sorriso sul volto lasciati
andare alla sua pace. Vivi la sua tranquillitÓ,
cullato dalla vita come un bimbo appena nato.
-Libero. Sei libero e senza alcun limite. Puoi sperimentare
ed essere quel che vuoi. Puoi vivere come vuoi.
Puoi e puoi e puoi qualunque cosa. Semplicemente PUOI
perchŔ hai la libertÓ nel cuore e nelle mani.
Non esistono catene attorno alla tua anima.
Vola nel cielo del mondo e non troverai
nuvola che arresti il tuo volo.
-Sii grato. Sii grato a Te stesso per la meravigliosa
creatura che sei, per ci˛ che hai creato in questa vita,
per il bene e anche per il male che hai fatto. Sii pura
gratitudine verso l' Universo, ringrazialo per tutto ci˛
che ogni giorno ti offre con sincera disponibilitÓ.
Dý a ogni particella del tuo corpo e del tuo mondo GRAZIE.
-Tu sei F... (continua)

Federica Colarossi 18/03/2011 - 03:00
commenti 1 - Numero letture:704

Voto:
su 3 votanti



[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ][ Pag.209 ][ Pag.210 ][ Pag.211 ][ Pag.212 ][ Pag.213 ][ Pag.214 ][ Pag.215 ][ Pag.216 ][ Pag.217 ][ Pag.218 ][ Pag.219 ][ Pag.220 ][ Pag.221 ][ Pag.222 ][ Pag.223 ][ Pag.224 ][ Pag.225 ][ Pag.226 ][ Pag.227 ][ Pag.228 ][ Pag.229 ][ Pag.230 ][ Pag.231 ][ Pag.232 ][ Pag.233 ][ Pag.234 ][ Pag.235 ][ Pag.236 ][ Pag.237 ][ Pag.238 ][ Pag.239 ][ Pag.240 ][ Pag.241 ][ Pag.242 ][ Pag.243 ][ Pag.244 ][ Pag.245 ][ Pag.246 ][ Pag.247 ][ Pag.248 ][ Pag.249 ][ Pag.250 ][ Pag.251 ][ Pag.252 ][ Pag.253 ][ Pag.254 ][ Pag.255 ][ Pag.256 ][ Pag.257 ][ Pag.258 ][ Pag.259 ][ Pag.260 ][ Pag.261 ][ Pag.262 ][ Pag.263 ][ Pag.264 ][ Pag.265 ][ Pag.266 ][ Pag.267 ][ Pag.268 ][ Pag.269 ][ Pag.270 ][ Pag.271 ][ Pag.272 ][ Pag.273 ][ Pag.274 ][ Pag.275 ][ Pag.276 ][ Pag.277 ][ Pag.278 ][ Pag.279 ][ Pag.280 ][ Pag.281 ][ Pag.282 ][ Pag.283 ][ Pag.284 ][ Pag.285 ][ Pag.286 ][ Pag.287 ][ Pag.288 ][ Pag.289 ][ Pag.290 ][ Pag.291 ][ Pag.292 ][ Pag.293 ][ Pag.294 ][ Pag.295 ][ Pag.296 ][ Pag.297 ][ Pag.298 ][ Pag.299 ][ Pag.300 ][ Pag.301 ][ Pag.302 ][ Pag.303 ][ Pag.304 ][ Pag.305 ][ Pag.306 ][ Pag.307 ][ Pag.308 ][ Pag.309 ][ Pag.310 ][ Pag.311 ][ Pag.312 ][ Pag.313 ][ Pag.314 ][ Pag.315 ][ Pag.316 ][ Pag.317 ][ Pag.318 ][ Pag.319 ][ Pag.320 ][ Pag.321 ][ Pag.322 ][ Pag.323 ][ Pag.324 ][ Pag.325 ][ Pag.326 ][ Pag.327 ][ Pag.328 ][ Pag.329 ][ Pag.330 ][ Pag.331 ][ Pag.332 ][ Pag.333 ][ Pag.334 ][ Pag.335 ][ Pag.336 ][ Pag.337 ][ Pag.338 ][ Pag.339 ][ Pag.340 ][ Pag.341 ][ Pag.342 ][ Pag.343 ][ Pag.344 ][ Pag.345 ][ Pag.346 ][ Pag.347 ][ Pag.348 ][ Pag.349 ][ Pag.350 ][ Pag.351 ][ Pag.352 ][ Pag.353 ][ Pag.354 ][ Pag.355 ][ Pag.356 ][ Pag.357 ][ Pag.358 ][ Pag.359 ][ Pag.360 ][ Pag.361 ][ Pag.362 ][ Pag.363 ][ Pag.364 ][ Pag.365 ][ Pag.366 ][ Pag.367 ][ Pag.368 ][ Pag.369 ][ Pag.370 ][ Pag.371 ][ Pag.372 ][ Pag.373 ][ Pag.374 ][ Pag.375 ][ Pag.376 ][ Pag.377 ][ Pag.378 ][ Pag.379 ][ Pag.380 ][ Pag.381 ][ Pag.382 ][ Pag.383 ][ Pag.384 ][ Pag.385 ][ Pag.386 ][ Pag.387 ][ Pag.388 ][ Pag.389 ][ Pag.390 ][ Pag.391 ][ Pag.392 ][ Pag.393 ][ Pag.394 ][ Pag.395 ][ Pag.396 ][ Pag.397 ][ Pag.398 ][ Pag.399 ][ Pag.400 ][ Pag.401 ][ Pag.402 ][ Pag.403 ][ Pag.404 ][ Pag.405 ][ Pag.406 ][ Pag.407 ][ Pag.408 ][ Pag.409 ][ Pag.410 ][ Pag.411 ][ Pag.412 ][ Pag.413 ][ Pag.414 ][ Pag.415 ][ Pag.416 ][ Pag.417 ][ Pag.418 ][ Pag.419 ][ Pag.420 ][ Pag.421 ][ Pag.422 ][ Pag.423 ][ Pag.424 ][ Pag.425 ][ Pag.426 ][ Pag.427 ][ Pag.428 ][ Pag.429 ][ Pag.430 ][ Pag.431 ][ Pag.432 ][ Pag.433 ][ Pag.434 ][ Pag.435 ][ Pag.436 ][ Pag.437 ][ Pag.438 ][ Pag.439 ][ Pag.440 ][ Pag.441 ][ Pag.442 ][ Pag.443 ][ Pag.444 ][ Pag.445 ][ Pag.446 ][ Pag.447 ][ Pag.448 ][ Pag.449 ][ Pag.450 ][ Pag.451 ][ Pag.452 ][ Pag.453 ][ Pag.454 ][ Pag.455 ][ Pag.456 ][ Pag.457 ][ Pag.458 ][ Pag.459 ][ Pag.460 ][ Pag.461 ][ Pag.462 ][ Pag.463 ][ Pag.464 ][ Pag.465 ][ Pag.466 ][ Pag.467 ][ Pag.468 ][ Pag.469 ][ Pag.470 ][ Pag.471 ][ Pag.472 ][ Pag.473 ][ Pag.474 ][ Pag.475 ][ Pag.476 ][ Pag.477 ][ Pag.478 ][ Pag.479 ][ Pag.480 ][ Pag.481 ][ Pag.482 ][ Pag.483 ][ Pag.484 ][ Pag.485 ][ Pag.486 ][ Pag.487 ][ Pag.488 ][ Pag.489 ][ Pag.490 ][ Pag.491 ][ Pag.492 ][ Pag.493 ][ Pag.494 ][ Pag.495 ][ Pag.496 ][ Pag.497 ][ Pag.498 ][ Pag.499 ][ Pag.500 ][ Pag.501 ][ Pag.502 ][ Pag.503 ][ Pag.504 ][ Pag.505 ][ Pag.506 ][ Pag.507 ][ Pag.508 ][ Pag.509 ][ Pag.510 ][ Pag.511 ][ Pag.512 ][ Pag.513 ][ Pag.514 ][ Pag.515 ][ Pag.516 ][ Pag.517 ][ Pag.518 ][ Pag.519 ][ Pag.520 ][ Pag.521 ][ Pag.522 ][ Pag.523 ][ Pag.524 ][ Pag.525 ][ Pag.526 ][ Pag.527 ][ Pag.528 ][ Pag.529 ][ Pag.530 ][ Pag.531 ][ Pag.532 ][ Pag.533 ][ Pag.534 ][ Pag.535 ][ Pag.536 ][ Pag.537 ][ Pag.538 ][ Pag.539 ][ Pag.540 ][ Pag.541 ][ Pag.542 ][ Pag.543 ][ Pag.544 ][ Pag.545 ][ Pag.546 ][ Pag.547 ][ Pag.548 ][ Pag.549 ][ Pag.550 ][ Pag.551 ][ Pag.552 ][ Pag.553 ][ Pag.554 ][ Pag.555 ][ Pag.556 ][ Pag.557 ][ Pag.558 ][ Pag.559 ][ Pag.560 ][ Pag.561 ][ Pag.562 ][ Pag.563 ][ Pag.564 ][ Pag.565][ Pag.566 ][ Pag.567 ][ Pag.568 ][ Pag.569 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -