Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

Riscrivi la storia con una storia

Le istruzioni sono:

Scegli un personaggio storico famoso, fai una ricerca su internet ed annota su un foglio alcune parole chiave che lo contraddistinguono. Ad esempio, se hai scelto San Francesco potresti annotare “lupo di Gubbio”, “vesti donate ai poveri”, “Assisi”, “povertà” “fede”. Riscrivi quindi la vita del personaggio che hai scelto stravolgendo il tuo personaggio. Ad esempio, potresti rappresentare Francesco come un terribile malfattore chiamato “il Santo” dai suoi sgherri, originario di “Assisi”. Francesco, dopo una vita vissuta in “povertà” si ritrova per caso a rubare una “fede” nuziale della cugina. Da lì un’escalation di furti che lo porta a capo di una banda di ladri e gli vale il nomignolo di “lupo di Gubbio (*tratto da internet)


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Genesi

Mi vidi riflesso sullo specchio dell'acqua ed era la prima volta che mi "vedevo".
Fui sorpreso dal fatto di avere un 'mio' aspetto, cioè come tutte le altre cose della natura. Allora mi toccai il viso e mi guardai negli occhi, come se lá ci fosse un altro di noi.
Cominciai a CONOSCERMI.

Era dunque questo il MIO aspetto?
Mi trovavo gradevole.
Intorno a me avvertivo che nulla era cambiato, tranne IO.

Mi sentivo consapevole e di colpo diverso (colpevole).

Tornando dagli altri, ero come un furfante travestito per non farsi riconoscere.
Questi pensieri mi spaventavano ed era una nuova paura.

Stavo tremando e guardavo nel vuoto. Le mie mani tornarono al volto, confermandomi ciò che ero.

Non potevo tornare.

D'un tratto cambiai direzione e m' inoltrai verso il limite del bosco conosciuto. Nessuno mi aveva visto. Cominciai a correre e ben presto le tracce di riconoscimento si diradarono,fino a scomparire.
Trovai un posto dove dormire e vi rimasi la ... (continua)


Bellerofonte *** 22/08/2015 - 07:04
commenti 2 - Numero letture:419

Argomento: ESERCIZIO DI CONCISIVITA'

Voto:
su 16 votanti



Il senso

Mi vidi riflesso in uno specchio d'acqua,le increspature dell'acqua cullavano i miei pensieri.Il silenzio profondo dell'uomo escluso da quel luogo,esaltavano il soave suono della natura.
Avevo bisogno di intimita' con me stesso,volevo trovare un senso a tutte quelle cose che accadevano nella mia vita e che premevano sul mio cuore esigendo delle risposte.
Saper districarsi dagli affanni della vita,richiede una maestria che spesso si rivela una chimera,fermarsi e poter riflettere,trovare la giusta soluzione a tutto.
La vita e' un moto perpetuo,devi inseguirla senza perdere mai di vista il senso giusto delle cose.
Paragonai le increspature di quello specchio d'acqua,che muovevano l'acqua in modo continuo alla mia vita,con la differenza che la limpidezza di quelle acque contrastavano con
l'oscurita'e il torbido che circondava la mia vita.
Sorridevo,la trovai,una giusta soluzione anche perche' il pianto non avrebbe risolto nulla.Domani sarebbe stato un giorno migliore,quello successi... (continua)

Anton Reiken 21/08/2015 - 18:21
commenti 4 - Numero letture:418

Argomento: ESERCIZIO DI CONCISIVITA'

Voto:
su 15 votanti





UNA VOGLIA IMPROVVISA

Una voglia improvvisa, oggi, m’ha vinto. Lontani tratturi ho attraversato. Melanconico, ho arrestato i passi. Il vecchio ruscello m’ha chiamato. L’adorato ruscello m’ha detto:
“Perché non ti fermi a guardare? Perché non resti un pochino? Sporcizie, barattoli arrugginiti, secchi rametti, monti di plastica, cartacce mi passano, mi soffocano. Al mare, sconsolato, li accompagno. S’è persa l’igiene?”.
Una, due, mille stille solcano il mio viso.
Ho pensato a quando mi rispecchiavo nel limpido suo scorrere. Solo qualche petalo gli traversava.
E piango, piango amaramente mentre mi allontano. Un passato che non ritroverò. Un presente che… penso ancora piangerò!... (continua)

Rocco Michele LETTINI 19/08/2015 - 17:21
commenti 14 - Numero letture:665

Argomento: ESERCIZIO DI CONCISIVITA'

Voto:
su 34 votanti



il cambiamento

Mi vidi riflessa nello specchio dell'acqua.Ero stata distesa nel prato, accanto al laghetto, a rilassarmi fino a dormire. E svegliandomi, girandomi verso l'acqua, mi ero vista. Ero io?! Non mi riconoscevo. Chi ero? Non lo sapevo più. Per un momento vacillai, mi spostai dall'acqua. La testa mi girava quasi. E decisi di riguardarmi, di vedere chi ero oggi. Il sole di metà giugno illuminava tutto. Sì, ero io, ma con i capelli più bianchi, e quelle due pieghe in giù agli angoli della bocca, che facevano capire tutta l'amarezza provata in questi anni! Il tempo lascia i suoi segni purtroppo, che non vanno via. Ma quando mi guardai negli occhi, anche lì ero cambiato, ma decisamente in meglio. I miei occhi brillavano di una luce diversa, occhi che potevano guardare avanti, verso la vita, sempre curiosi, sempre pronti a cercare il bello, l'amore, e tutto quello di bello che la vita ti sa offrire, se la vivi.... (continua)

FRANCA GIANGERI 19/08/2015 - 11:50
commenti 1 - Numero letture:318

Argomento: ESERCIZIO DI CONCISIVITA'

Voto:
su 17 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -