Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

AL BUIO IN UNA CAVERNA

Le istruzioni sono:

La scena si svolge in una caverna. Il protagonista, assieme ad altre persone, si ritrova improvvisamente al buio. Quali sono i suoi pensieri e le sue preoccupazioni? La grotta ha dei pericoli. Cosa succederà? Quale sarà la conclusione? Scrivere una storia così ambientata.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Vita

Fragile e contratta vita, sei forse debole come la rosa, che a vista appassisce tra queste due mani, o sei complessa, come un inganno che insinui e ti fai beffa di chi passa e senza fermarsi, ti giudica? Difficile e contorto è il tuo pensiero, quante sono le pieghe di un bocciolo. Ti celi, come la brina imbianca il tuo vero colore. Nella tua intensità, inebri con il tuo profumo, intrighi e mi avvolgi tra le tue trame. Mi rafforzo tra le tue spine, colgo la tua essenza, mentre il tuo segreto rimane custodito dal tempo. La neve bianca cade e copre ogni cosa, così il passato rimane solo ombra dietro di me.... (continua)

Renato Miari 19/05/2017 - 15:07
commenti 1 - Numero letture:217

Argomento: DA UNA POESIA CREA UNA STORIA

Voto:
su 1 votanti





LA DANZA NERA DEI CORVI

I CORVI (Les corbeaux)

Signore, quando i campi sono freddi,
quando sui casolari diroccati.
tacciono i rintocchi dell'angelus...
Sulla natura sfiorita
fa' che si avventino dai grandi cieli
i corvi cari e deliziosi

Strana masnada di severi stridi
Il vento freddo vi aggredisce i nidi!
Oh voi, lungo i fiumi ingialliti.
Voi, per le strade d'antiche vie crucis
Sopra i fossati e sopra le buche
Disperdetevi, su radunatevi!

A migliaia sui coltivi di Francia
Ove dormono i morti dell'altro ieri
Su, d'inverno turbinate
Affinchè ogni passante ripensi!
Che tu sia il banditore del dovere,
Oh nostro funereo uccello nero!

Però, santi del cielo, sulla quercia
Alta a maestra nella sera incantata,
lasciate le capinere di maggio
Per chi in fondo al bosco, sull'erba
da cui nessuno sfugge, è incatenato
A una disfatta che non ha domani

Arthur Rimbaud


La cura non aveva funzionato.Le allucinazioni erano tornate più vivide e minacciose,se possibile ancora più reali e ... (continua)


Sabry L. 16/05/2017 - 16:10
commenti 8 - Numero letture:246

Argomento: DA UNA POESIA CREA UNA STORIA

Voto:
su 5 votanti





Tempo al Tempo.

E' segnata la via,
bella o brutta che sia,
ci dona gioie, dolori espia.
Ma se dai tempo al tempo
e non hai fretta di concludere
gli eventi, come fa l'essere empio,
essi si riveleranno a te favorevoli,
con virtù pregevoli;
oltre ogni ragionevole aspettativa ...
ogni tuo sogno sarà un'attrattiva.

Racconto fiabesco associato.
Il Carretto magico.
Tanto tempo fa, esisteva un carretto tanto antico quanto magico.
Chi aveva la fortuna di possederlo si arricchiva in men che non si dica. In principio era posseduto da un Sultano che conoscendo il dono portentoso di ciò che possedeva, gli attaccò un cavallo Arabo di gran razza. In realtà era il carretto che guidava il sultano e il cavallo verso pozzi di petrolio. Il sultano diventò ricchissimo e comprò intere fortune e con lui incominciarono a lavorare tante persone. Il carretto fu abbandonato in un angolo del palazzo sontuosissimo del Sultano. Passò tanto tempo ancora e il Sultano vendette il carretto a un mendicante che veniva dal... (continua)


Paolo Ciraolo 12/05/2017 - 19:30
commenti 13 - Numero letture:319

Argomento: DA UNA POESIA CREA UNA STORIA

Voto:
su 6 votanti





E' ARRIVATO UN MESSAGGIO

Non avrei dovuto scriverlo
ma è più forte di me
per stare bene e liberarsi dai pesi
è essenziale riuscire a toglierli dall'anima
anche se ormai tu hai preso la tua strada
il vento riuscirà a farti leggere questo messaggio.
Non sottovalutare la potenza delle parole
esse possono raggiungere chiunque
ogni battito di cuore di chi le scrive
le spinge sempre più avanti,al di là del prato
del mare, superando ogni cemento
arriveranno lì, davanti ai tuoi occhi
per dirti che dietro, ad ogni mio saluto
dietro ad ogni mio pensiero
io sono arrabbiato per la tua indifferenza.
Io mi ricordo ancora ogni piccola frase
ogni piccolo momento e gesto, ma sono convinto
che tu non abbia tenuto nulla
perchè non sento più la tua presenza
e hai buttato nel cesto
quelle piccole cose buone
che ho tirato fuori per te
e che non tiro mai fuori per nessuno al mondo
e che ora saranno destinate a qualcuno di nuovo...
Non cammino mai sulla stessa strada
se non esiste un motivo
e visto che qui i... (continua)

mirella narducci 11/05/2017 - 11:27
commenti 9 - Numero letture:357

Argomento: DA UNA POESIA CREA UNA STORIA

Voto:
su 4 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -