Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

AL BUIO IN UNA CAVERNA

Le istruzioni sono:

La scena si svolge in una caverna. Il protagonista, assieme ad altre persone, si ritrova improvvisamente al buio. Quali sono i suoi pensieri e le sue preoccupazioni? La grotta ha dei pericoli. Cosa succederà? Quale sarà la conclusione? Scrivere una storia così ambientata.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Nelle mani del destino

Alma aprì la porta che dava sul balcone e si fermò ad abbracciare con lo sguardo il mare.
Un bacio di vento arrivò a rinfrescarle il viso che pativa per quella che era stata una prolungata esposizione al sole. L’estate era giunta in ritardo, poi era esplosa in una grande fastosità di colori e profumi. Aspirò intensamente. L’aria salmastra impregnata dal profumo del lentisco le rimandò un senso di pace. Era felice di aver scoperto quell’angolo di paradiso. Un oasi, in un deserto di dune di sabbia giallo ocra, e chilometri di spiaggia baciata da un mare sconfinato e cristallino; nella splendida Sardegna.
Quella sera aveva un appuntamento con un fascinoso cinquantenne. Niente di sconveniente. Non era certo una ragazza da passioni estive. Una passeggiata sul lungo mare e nulla più. Aveva conosciuto Franco qualche giorno prima. Come lei alloggiava nell’unico hotel a ridosso delle dune. Fra di loro c’erano stati solo degli innocenti scambi di sguardi. Lui l’aveva studiata a lungo, prima ... (continua)

Claretta Frau 16/09/2014 - 18:20
commenti 14 - Numero letture:728

Argomento: IL DIALOGO

Voto:
su 16 votanti



Tramonto sul mare

Giorgio si era fermato davanti allo specchio dell’ingresso, ormai per lui quello era un gesto abituale, sapeva di essere sempre molto esigente e critico con se stesso e guardarsi nello specchio gli permetteva di controllare che la sua pettinatura fosse a posto e che il suo abito fosse impeccabile.
Stavolta però si guardava in maniera diversa, doveva controllare il suo viso, vedere se c’erano rughe visibili.
I suoi capelli, un tempo belli scuri, con gli anni erano diventati brizzolati, ma aveva sempre trovato che quei capelli bianchi fra i suoi neri lo rendessero più interessante e per questo non aveva mai pensato a tingerli, ora forse i capelli neri però lo avrebbero fatto sembrare più giovane.
Lo sguardo era poi sceso sul resto della sua immagine, era soddisfatto dell’abbigliamento che aveva scelto per quella giornata: camicia azzurra e pantaloni di lino bianchi che mettevano in risalto il suo corpo e la sua abbronzatura.
La camicia, leggermente aperta, faceva intravedere il p... (continua)

Roberta Sbrana 09/09/2014 - 01:48
commenti 4 - Numero letture:849

Argomento: IL DIALOGO

Voto:
su 8 votanti



A piccoli passi verso l'amore

Il sole stava tramontando, dipingendo sul calmo mare della sera calde sfumature rosse e arancioni.
A quell’ora la spiaggia era stranamente deserta, cosa insolita per essere nel mese di agosto e in una rinomata località balneare della Versilia. Solo un uomo di mezza età e una giovane donna passeggiavano a piedi nudi sulla battigia dove, come un lento ed eterno gioco, dispettose onde si divertivano a nascondersi nella vastità del mare e subito dopo a ricomparire, cancellando così le orme che la coppia lasciava dietro di sé.
«Quando riparti per Novara?» chiese Michela all’uomo.
«Sabato prossimo, il 16» rispose mestamente Antonio, camminandole sempre affianco.
«Eh, ti capisco: la Versilia è così bella che poi non si vuole più tornare a casa!».
«Non è solo per quello…».
«E allora perché?» domandò curiosa la ragazza.
«È perché non ti vedrei più».
«Come scusa?».
Antonio si fermò, avvertendo pigre onde del mare infrangersi sui suoi piedi. «So che ci conosciamo solo da qualche giorno, ... (continua)

Chiara B. 08/09/2014 - 14:40
commenti 18 - Numero letture:448

Argomento: IL DIALOGO

Voto:
su 12 votanti



La mia ispirazione

Quella sera la mia testa, mai era stata piena di voci sottili che a malapena udivo, il quel momento decisi, che avevo voglia di bere ed entrai in un albergo, andando al bar.
Ordinai un Johnnie Walker sperando che almeno lui facesse in modo che quei silenzi diventassero parole, stavo scrivendo un libro ma non avevo ispirazione, ero in una paranoia totale.
La chiamano crisi del foglio bianco ma io mi sentivo senza colore.
Mentre sorseggiavo il mio whisky, si avvicinò a me un tizio …
”La conosco da sempre”.
Lo guardai ma non mi ricordò nessuno, ma i suoi occhi erano familiari, non so perché.
Aveva un foulard rosso intorno al collo.
“Io non mi ricordo di lei”.
“Strano, ne abbiamo passate tante insieme”.
Dentro di me pensavo; “Ma che ti sei fumato?”
“Mi spiace ma non so chi sia, forse è meglio che torni a casa, e cerco di scrivere qualcosa”.
“Scrittore?”.
“Ci provo”.
“Vedrà che stasera scriverà”.
“Spero. Ok, la saluto”.
“Non ci siamo neanche presentati io sono Luca”.
“Lo ... (continua)

Giuseppe Greco 28/08/2014 - 15:00
commenti 1 - Numero letture:376

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 4 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -