Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

AL BUIO IN UNA CAVERNA

Le istruzioni sono:

La scena si svolge in una caverna. Il protagonista, assieme ad altre persone, si ritrova improvvisamente al buio. Quali sono i suoi pensieri e le sue preoccupazioni? La grotta ha dei pericoli. Cosa succederà? Quale sarà la conclusione? Scrivere una storia così ambientata.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Anna e Marco

Perché volesse ucciderlo è un problema che esula dall’ambito di questa storia.
La solita giornata uggiosa. Una fitta pioggerellina rende tutto monotono e noioso, ma Anna ha il sole in testa. Deve uscire per alcune commissioni. Il fatto di vedere il sole anche attraverso la pioggia non è per l’appuntamento sotto la doccia UVB, ma per la telefonata che sta aspettando. Un amico lontano con il quale intrattiene una fitta corrispondenza.
A dire il vero, non si erano scritti nulla durante l’ultima settimana, perché lui l’aveva avvisata che sarebbe partito per una breve vacanza al mare, ospite di un amico.
A Marco capitano spesso interruzioni di questo tipo. Parte all’improvviso per lavoro o per una settimana di assoluto relax lontano dalla città, dai rumori e dal computer.
Questo non toglie che al suo rientro accenda subito “la scatola magica” e cerchi nella posta le sue chilometriche lettere confuse con le barzellette e i filmati divertenti che lei gli invia ogni giorno per farlo sorri... (continua)

Candlelight Candle 11/07/2014 - 00:51
commenti 0 - Numero letture:474

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 0 votanti



Vanessa Io

Perchè volesse ucciderlo è un problema che esula dall'ambito di questa storia.
Faceva un caldo becco, l'afa era insopportabile. Seguire un documentario sugli insetti tropicali, tutt'uno col divano, appagava di gran lunga la mia coscienza. Un fastidioso riflesso sul televisore mi impose di alzarmi per tirare la tenda. Ed è così che lo vidi, ben piantato davanti alla mia finestra. Le mani tese sul badile, ancora puntato a terra, quasi violacee per lo sforzo, gocce di abbondante sudore sul viso arrossato. Poco in là un grosso cumulo di terra. Lo vidi poi abbassarsi dietro all'ingombrante oleandro, e piano sollevare il badile. Un passo strisciato, ed un'altro ancora. L'arma ormai sopra la testa, e poi giù, ad assestare il fendente!
Aprii la finestra.
"Non sarà mai una farfalla!"
"E' bella la farfalla, ma i fiori lo sono di più"
Si asciugò la fronte e si trascinò verso casa, voltando le spalle a me, al bruco dimezzato e ad un braccialettino che luccicava sulla terra... (continua)

Selena T. 10/07/2014 - 13:47
commenti 0 - Numero letture:398

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 0 votanti





Il mio nome

Io sono un uomo invisibile, lo sono da sempre. Non riesco a rimanere impresso, a fare colpo, mai. Da quel che ricordo in gioventù nessuno ha mai tenuto a mente il mio nome per più di cinque minuti dopo che io mi fossi presentato e così ogni volta che mi veniva richiesto io lo cambiavo, tanto per sentirmi ancora più trasparente, sono stato Piero, Franco, Luca, Giovanni, Vittorio e tanti altri, sono stato mille uomini in uno eppure tutti ugualmente insignificanti. Ho passato la vita a rincorrere una popolarità che non sono riuscito mai a raggiungere, a chiedermi ossessivamente come facesse il mondo a non accorgersi di me. Non speravo di essere apprezzato, davvero no, né tanto meno di essere amato, mi sarebbe bastata quel minimo di considerazione che, da che so io, viene mossa a qualsiasi essere umano.
Me le ricordo ancora bene le notti d’estate passate ad urlare al vento che io c’ero, che ero ancora lì a sperare che qualcuno, prima o poi, avrebbe avuto bisogno di me, ma il vento non ... (continua)

Simone Coriandoli 30/06/2014 - 00:52
commenti 1 - Numero letture:467

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 5 votanti





NESSUNO MI VEDE

Sono un uomo invisibile ormai.
Sono seduto sulla mia poltrona nel mio studio. La finestra è socchiusa e sento la casa stranamente silenziosa. Di tanto intanto sento qualcuno che bisbiglia, che piange, ma non riesco a capire cosa stia succedendo.
Suona il campanello. L’apriporta è proprio accanto alla finestra del mio studio, non mi è mai piaciuto aprire la porta e da sempre lascio che lo facciano gli altri. Qualcuno ora verrà ad aprire la porta, sono sicuro.
Ecco sento la porta che si apre e vedo passarmi vicino mia moglie. Stranamente non mi dice niente anzi mi passa accanto, mi sfiora, ma è come se non mi vedesse
La guardo meglio, ha gli occhi rossi, sembra che abbia pianto.
Vorrei chiamarla, la chiamo, ma non sento la mia voce, né lei sembra avermi sentito perché, aperta la porta, è tornata subito indietro sui suoi passi.
Mi sento strano, un po’ frastornato, ma sento le voci di là che si fanno più forti.
Mia moglie ora sta parlando a voce alta:
“Corri, ecco il dottore, st... (continua)

Roberta Sbrana 26/06/2014 - 10:10
commenti 1 - Numero letture:542

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 6 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -