Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

INCIPIT E FINE DI UNA LETTERA

Le istruzioni sono:

Incipit e fine di una lettera: scrivi una lettera ad un’amica (in cui racconti la tua vita) che inizi e termini così: (Inizio) Cara Margherita, come stai? Prima di tutto Buon Natale e buon Anno Nuovo. Qualche giorno fa ho parlato con mia madre che mi ha detto che alla fine sei andata all’Università a Bologna. Glielo ha detto tua madre. Hai studiato qualcosa che c’entra con il cinema, vero? Quindi niente più economia e commercio? Hai fatto bene ad insistere in casa. Uno deve fare le cose che vuole. Anch’io ho fatto quello che volevo, ora te lo dico… (Fine) Mia madre mi ha detto anche che sei sempre bellissima ma io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia. Ti bacio. Pietro. P. S preparati, perché quando passo da Bologna ti prendo e ti porto via


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Osvaldo il saggio continuazione

...un allegro alpinista insieme a suo figlio, poco piu' che sediceenne, bussa alla sua porta, il vecchio sta pranzando, ma non esita ad aprir loro tutto contento, nella speranza che questi due, come molti anni, non si rechino da lui solo per compassione, eccoli : entrano, salutano gentilmente, e Osvaldo li fa sedere a tavola, offrendo loro un buon piatto di polenta casereccia con formaggio e salsicce.
dopo averlo ringraziato del pasto, i due cominciano a fargli molte domande, fino a quando, il piu giovane chiede :" ma, come mai vivi quassu' tutto solo, quando ci sono molte case libere in paese che potresti affittare ?
questa domanda scaturi' in Osvaldo un mare di ricordi orribili : il paese in fiamme per i bombardamenti, i corpi dei suoi parenti stesi sul pavimento esanimi, il suo fratellino morto nella culla, e... la solitudine... i soldati americani e partigiani che lo aiutavano nel sostentamento, il cimitero del paese strapieno di povere salme dilaniate dalle bombe, la fame.... (continua)

luca pietrovito 08/02/2013 - 14:41
commenti 1 - Numero letture:488

Argomento: IL GIOCO DEI TRE PERSONAGGI

Voto:
su 0 votanti



Osvaldo il saggio

Osvaldo il saggio e' un anziano signore che vive su una cima sperduta delle Alpi, da solo, in una baracca decadente.
vive solo di allevamento di ovini e bovini, trasformando il llatte in squisito formaggio che poi vendera' a valle per trarne sostentamento.
e' un uomo un po' schivo, basso, dalla schiena ricurva e dalla lunga barba ispida e grigia, come il suo umore per la maggior parte del tempo.
nonostante possa sembrare un vecchio becero, ama accogliele i turisti all interno della sua umile dimora, e raccontar loro come si svolga la vita lassu', senza nessuno accanto.
ma c'e' un particolare che nessuno conosce su di lui : e' un reduce della seconda guerra mondiale, per questo, alla fine dei combattimenti, dopo aver perduto tutto, la casa, la famiglia, gli amici che con lui combattevano, si e' ritirato in quel posto cosi' ostile.
pero' nessuno lo capisce, nessuno comprende il suo dolore, ma un certo giorno...... (continua)

luca pietrovito 07/02/2013 - 20:06
commenti 3 - Numero letture:573

Argomento: IL GIOCO DEI TRE PERSONAGGI

Voto:
su 1 votanti



Il signor x

Feci la conoscenza del signor x un giorno, mentre navigavo senza una ragione precisa,su Google.Capitai così:su un sito giovane,dove appassionati di scrittura e poesie inviano le proprie opere.
Il signor x è un uomo senza volto,o meglio:è uno che lavora dietro lo schermo del computer; così chi entra in contatto con lui deve lavorare d’immaginazione per disegnarne i tratti somatici e carpirne la personalità.Io un’idea me la sono fatta.
E’ sulla quarantina. Un passato da giornalista. Redattore capo del sito in questione,e sin qui non ci piove.Il suo lavoro è talmente gravoso( vedi capacità organizzative, gusto letterario,suggerire all’autore modifiche e correttezza grammaticale e formale,senza incorrere in peste e corna dell’autore).Che gli dà non pochi grattacapi. Difatti a causa dello stress porta con orgoglio una bella crapa pelata che fa tanto intellettuale.E’ tarchiato, ha mani tozze e dita ingiallite dalla nicotina. Lavora immerso in una continua nuvola di fumo e tossisce in conti... (continua)

Claretta Frau 06/02/2013 - 16:20
commenti 3 - Numero letture:541

Argomento: IL GIOCO DEI TRE PERSONAGGI

Voto:
su 2 votanti





I reduci

La bottiglia venne lanciata in acqua in una calda serata estiva poche ore prima che incominciasse a piovere. Derek Foster la osservò allontanarsi dalla riva per molto tempo per sincerarsi che non tornasse indietro, finchè non la vide diventare un puntino in mezzo all'oceano.
- Bene, è andata! - si disse – le correnti faranno il resto! -
Si avviò verso la grotta che da ventisette mesi era il suo riparo.
Dentro di sé rimbombavano le parole del suo compagno Sidorov:
- Che cavolo credi di fare, stupido?! Perché? Siamo dispersi in mezzo all'oceano! Ciò che fai non ha senso! -
In effetti Sidorov non aveva tutti i torti. C'era una probabilità su un milione che i suoi messaggi fossero trovati da qualcuno. Era già la terza bottiglia che usava, la penultima che avevano di scorta e Sidorov era stato categorico: - Non ti azzardare a toccare l'ultima! Non ho voglia di bere l'acqua con le mani! Giuro che se la prendi per mandare un altro messaggio t'ammazzo! -
Ormai si domandava anche lui che ... (continua)

Alexander Schnabel 17/01/2013 - 14:03
commenti 1 - Numero letture:615

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 1 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -