Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

Riscrivi la storia con una storia

Le istruzioni sono:

Scegli un personaggio storico famoso, fai una ricerca su internet ed annota su un foglio alcune parole chiave che lo contraddistinguono. Ad esempio, se hai scelto San Francesco potresti annotare “lupo di Gubbio”, “vesti donate ai poveri”, “Assisi”, “povertà” “fede”. Riscrivi quindi la vita del personaggio che hai scelto stravolgendo il tuo personaggio. Ad esempio, potresti rappresentare Francesco come un terribile malfattore chiamato “il Santo” dai suoi sgherri, originario di “Assisi”. Francesco, dopo una vita vissuta in “povertà” si ritrova per caso a rubare una “fede” nuziale della cugina. Da lì un’escalation di furti che lo porta a capo di una banda di ladri e gli vale il nomignolo di “lupo di Gubbio (*tratto da internet)


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Ancora viva

Sei partita da due mesi e da due mesi, a parte una cartolina nella quale mi comunicavi di essere ancora viva, non ho tue notizie. Intanto ancora mi riecheggia dentro il tono suadente della tua poesia, quella che hai lasciato sulla mia segreteria telefonica, ed indelebile nei miei ricordi, il giorno in cui sei sparita. Non mi era sembrato un addio, tutt’altro: era un inizio…

“Luci nella notte solitarie
illuminano il mio vedere
in lontananza dove il buio ti avvolge
nascosto al mio piacere
Allunga la mano e prendi la mia,
guidala dove il tuo desiderio mi chiama
stringi la tua sulla mia e guidami
nel tuo sogno che ora è anche il mio”

Stavamo ancora imparando a sperimentare le fantasie inespresse, i desideri inappagati, le voglie soffocate dalle convenzioni che ci si cuce addosso; ci rincorrevano per soddisfare l’istinto, ma intanto sublimavamo la smania irrazionale che ci divorava, che ci divora ancora. Ogni volta era una nuova storia di sensazioni squassanti e stupite emozi... (continua)


Francesco Patecci 04/10/2012 - 16:51
commenti 0 - Numero letture:459

Argomento: INCIPIT PER UN RACCONTO BREVE

Voto:
su 3 votanti



Cartolina dall\' India .

Sei partita da due mesi, e da due mesi a parte una cartolina in cui mi comunicavi di essere ancora viva, non ho tue notizie. <<Elena che fine hai fatto?>>, continuavo a ripetermi, mentre nella sala d'aspetto del commissariato aspettavo fremente che qualcuno si degnasse di ricevermi. Finalmente dopo due ore interminabili arrivò il commissario che mi accolse nel suo ufficio, agitata gli raccontai le mie paure.<<Ci eravamo ripromesse di rimanere in contatto, commissario, ma Elena, sembra scomparsa nel nulla. Questo silenzio, è molto strano, e poi quella cartolina … perché comunicarmi che è ancora viva? Il suo non doveva essere un viaggio pericoloso, è, come se dietro a ciò, ci sia una richiesta velata, d’aiuto.
Quando uno scrive, generalmente dice: ciao, tutto bene, a presto, mi sto divertendo.
No! qui è, concisa, dice semplicemente, “sono viva” e null’altro, non risponde neanche al cellulare.
In due mesi una sola cartolina e nessuna telefonata.
Se permette ho tutti... (continua)

Claretta Frau 10/09/2012 - 12:15
commenti 1 - Numero letture:637

Argomento: INCIPIT PER UN RACCONTO BREVE

Voto:
su 9 votanti





Hai tutte le armi che ti servono amore.

Sei partita da due mesi e da due mesi, a parte una cartolina nella quale mi comunicavi di essere ancora viva, non ho tue notizie, non che io te ne abbia chieste altre, non che io sperassi ancora nel vederti rimanere, mi sono rassegnato nel ricordarti di schiena con la valigia stretta nel pugno, che scappi, via. Lo abbiamo capito entrambi che tu non duri, non duri mai, con nessuno ed adesso che ho già lasciato andare via la mia giovinezza che stupida ti ha seguita ovunque tu sia sparita tutte le volte in passato, ora che capisco il valore del tempo mi lego stretta la mia vita addosso in modo che non possa seguirti, mai più. Due mesi fa è stata l'ultima volta che ti ho vista andare via, non ce ne saranno altre ed è per questo che l'autobus è partito, è partito e io sono rimasto a terra, per smettere questo vizio assurdo che sei, per volermi del bene, per restare, io che so restare. Non posso e non voglio certo rilegarti in una vita che non ti appartiene e non riesco più neanche fingere c... (continua)

Simone Coriandoli 08/09/2012 - 14:52
commenti 2 - Numero letture:670

Argomento: INCIPIT PER UN RACCONTO BREVE

Voto:
su 12 votanti



ALLA PERIPATETICA

Cara peripatetica,
è così che devo chiamarti e se non sai il significato vai a
cercarlo sul vocabolario. Lui non c'è più, come mi dispiace!
Ma sai il perchè, proprio mi dava fastidio il vedere come
facevate fesso tuo marito, il solito buon uomo, i sotterfugi a cui ricorrevate!
Furbi ma non abbastanza; ti ho visto un paio di volte uscire
di casa tutta agghindata con uno strano sorriso che ti illu=
minava il viso; ho pensato questa sta combinando qualcosa.
Vi ho seguito parecchie volte e vi ho visto entrare in
quel Motel un po' fuori mano e quando uscivate i vostri volti erano stravolti dal piacere appena goduto.
Una rabbia mi assaliva che neanche puoi immaginare e era
mio dovere castigarvi. Ma chi? Tutti e due o uno solo?
Incominciamo con uno, a lei ci penso dopo, mi sono detto.
E' stato facile sai, era lì girato contro il muro a fare
i suoi bisognini, poverino, e si è ritrovato con un col=
tello nella schiena. Ho dovuto scriverti anche per met=
terti in guardia, sta... (continua)

Lucia Ghitti 21/08/2012 - 16:39
commenti 1 - Numero letture:523

Argomento: UNA LETTERA ANONIMA

Voto:
su 4 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -