Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

INCIPIT E FINE DI UNA LETTERA

Le istruzioni sono:

Incipit e fine di una lettera: scrivi una lettera ad un’amica (in cui racconti la tua vita) che inizi e termini così: (Inizio) Cara Margherita, come stai? Prima di tutto Buon Natale e buon Anno Nuovo. Qualche giorno fa ho parlato con mia madre che mi ha detto che alla fine sei andata all’Università a Bologna. Glielo ha detto tua madre. Hai studiato qualcosa che c’entra con il cinema, vero? Quindi niente più economia e commercio? Hai fatto bene ad insistere in casa. Uno deve fare le cose che vuole. Anch’io ho fatto quello che volevo, ora te lo dico… (Fine) Mia madre mi ha detto anche che sei sempre bellissima ma io lo sapevo. Quando eravamo piccoli ero sicuro che saresti diventata Miss Italia. Ti bacio. Pietro. P. S preparati, perché quando passo da Bologna ti prendo e ti porto via


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



TI RICORDI.....MARIA?

Lo so, Maria, che ti stanno maltrattando con delle terapie micidiali e che hai solo voglia di stare da sola, con gli occhi chiusi a masticare il dolore che ti aggredisce.
Ma oggi che è giorno di tregua stammi a sentire. Anche se sono distante da te, mi siedo vicino al tuo letto, ti guardo sforzandomi un sorriso, che è forse fuori posto, e ti parlo. Tu socchiudi gli occhi, ti prego, e rivivi con me i ricordi di quel dolce periodo trascorso insieme a te e a tua figlia lo scorso anno a Trieste.
Ti ricordi quanto abbiamo riso insieme a leggere il programma di soggiorno che avevo preparato? Ti avevo messo di buon umore, vero? Però poi quel programma forzatamente meticoloso, fatto più per ridere che per essere seguito, lo abbiamo abbastanza rispettato.
Ti sono venuto a prendere a Padova, ricordi? Poi mi sono imbranato, per l’emozione credo, e vi ho fatto prendere l’ascensore che ci ha riportati, pieni di bagagli, sullo stesso piano da cui con fatica eravamo scesi. Poi il caffè shakerato a... (continua)

Adriano Martini 04/02/2017 - 13:58
commenti 19 - Numero letture:731

Argomento: MINIRICORDI

Voto:
su 12 votanti



L'ansia di avere l'ansia

Quando dico di soffrire di un disturbo d'ansia le persone si limitano a sorridermi e a ripetermi quella terribile formula "ma dai, non hai niente, andrà tutto bene". E apparentemente forse è vero: il cuore mi batte all'impazzata, ma da fuori il mio petto non fa il minimo movimento; la testa mi gira senza sosta, ma in realtà è sempre ferma al suo posto; la mia vista è appannata, ma nessuno se ne rende conto; e le mie gambe tremano, ma io non perdo la capacità di camminare; per non parlare del freddo, poi del caldo, poi di nuovo freddo.. e di quella soffocante voglia di vomitare tutto il male che mi corrode e mi consuma. Ma per il mondo esterno io non ho nulla, giusto? E' proprio questo il problema dell'ansia: da fuori sembriamo a posto. Per qualche strano motivo se non hai un dolore fisico, allora sei in gran forma. Ma la verità è che un sorriso non aiuta un problema psicologico. Lo alimenta e ci fa male, perché è come se nessuno prendesse sul serio il nostro disagio. Più volt... (continua)

Enapia . 30/01/2017 - 14:25
commenti 5 - Numero letture:462

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 2 votanti





La leggenda

Non ricordo il tuo nome, ma diventammo amici non so' neppure io come!
D'accordo, ti racconterò la storia della mia vita, come tu desideri ....
niente di eccezionale, solo mi devi ascoltare!

"Quando la sera si fece greve e nulla si sentiva in quella solitudine che era la mia vita, vennero da me alcuni signori a chiedermi se potevo scrivere una storia, gli guardavo senza capire...
cosa volessero di preciso non l'ho sapevo.

"Quel signore più alto si fece subito sentire e inizio a spiegarmi che avevano bisogno di una scrittrice anonima, per far sapere alcune cose...

Questa è la storia...
Lei era nata in una sera fredda di dicembre, la neve copriva tutto e faceva un freddo terribile, venne al mondo tra le mura di casa con un ostetrica che puzzava di alcool e con le guance arrossate, forse il freddo o l'acqua vite che si era scolata, per sopperire a quella paura che ogni volta le veniva quando doveva aiutare una donna a partorire...
Cosi nel freddo della notte, con ... (continua)


Margherita Pisano 28/01/2017 - 16:42
commenti 5 - Numero letture:437

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 5 votanti



Una vita da mediana

"D'accordo, ti racconterò la storia della mia vita, come tu desideri ....
Solo non capisco perché insisti tanto, perché all’improvviso tutto questo interesse!
In realtà non c’è molto da dire ed io non sono una che si scopre molto con persone che conosce poco.
Non saprei nemmeno da dove partire, dal mio primo giorno di vita? Ti interessa il mio primo giorno di vità? Beh, mi hanno dimenticato su di un tavolo in sala parto senza coprirmi, era un gennaio di più di quaranta anni fa, siamo nati in tre tutti insieme nello stesso momento ed io, hanno detto, ero la più buona non piangevo così si sono dimenticati di me.
Quando mi hanno portato da mio padre e mia madre ero tutta nera, hanno detto “è normale, ha preso un po’ di freddo”, un po’ di freddo?
Si, una neonata sta mezz’ora su di un tavolo nuda e sporca perché non piange e prende un po’ di freddo, capita! Avrei dovuto capire subito che non partivamo col piede giusto!
Li ho incontrati poi più avanti gli altri due, alle scuole... (continua)

Francesca B 28/01/2017 - 09:21
commenti 15 - Numero letture:579

Argomento: INCIPIT

Voto:
su 6 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -