Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

PUNTI DI VISTA

Le istruzioni sono:

Ricavate dal racconto tradizionale di Cappuccetto Rosso un racconto secondo il punto di vista di uno dei seguenti quattro personaggi coinvolti:

Il lupo cattivo
La nonna
Il cacciatore
Cappuccetto Rosso

Scrivete il racconto in prima persona singolare (io) ed in modo umoristico ...ad esempio la nonna si fa le canne, il lupo è vegetariano, il cacciatore si è montato la testa perchè è stato sull'isola dei famosi, tanto per dirne qualcuna



~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

CI SONO PAROLE

Ci sono parole
forse nate da un cuore,
non hanno autore.
Senz'altro scritte
per una storia d'amore
un amore deluso,
un amore, sincero,
poi perduto, sognato.
Un amore sofferto
da una vita spezzata
da un cuore abbandonato.
Oppure, chi sa da chi.
chi sa per chi.
Forse dettate dalla luna,
dal sole, dalle stelle,
da un giardino di fiori,
Dal vento, da onde impetuose
di un mare in tempesta.
Da cuori colmi di gioia,
da occhi colmi di lacrime
dalla disperazione.
Ci sono parole
che ci fanno soffrire,
Ci sono parole,
che ci fanno morire.... (continua)

Michele Nomicisio 03/10/2016 - 06:34
commenti 0 - Numero letture:279

Argomento: UNA SCELTA DEL PROTAGONISTA

Voto:
su 0 votanti



La nuova vita

Da qualche giorno faceva meno fatica a percorrere la strada che lo portava al reparto, ormai la conosceva bene, e quasi non lo turbava più la scritta maiuscola ONCOLOGIA che sovrastava la porta. Oggi avrebbe dovuto ritirare il referto delle sue analisi, ieri aveva effettuato l’ultima seduta del ciclo a cui si stava sottoponendo, ma mentre varcava la soglia non pensava a quello, cercava lei con lo sguardo.
Marina faceva l’infermiera da anni, ne aveva viste di cose tremende, per nulla al mondo avrebbe scambiato il suo posto con un altro, anche se aveva dovuto lasciare andare tante vite, ne aveva viste alcune riprendere luce, e questo la ripagava.
Claudio, sei mesi fa, era entrato li senza speranza, la dignità di chi era pronto a lasciare i suoi figli, durante le prime sedute pensava a cosa dirgli ed a cosa dire alla moglie Giulia, a come salutarli, lasciare un bel ricordo di se ed essere amato per sempre, perché lui li amava, davvero.
Era pessimista per indole Claudio, e Marina gli... (continua)

Gian Luca VA.RE. 03/10/2016 - 04:31
commenti 1 - Numero letture:315

Argomento: UNA SCELTA DEL PROTAGONISTA

Voto:
su 2 votanti





Michelle come una Stella

Un prato investito di colori, rendeva la sua vita perfetta!
Ma si sa, la perfezione non esiste, frutto solo di immaginazione, fantasia e forse un pizzico di follia, Michelle credeva nei sogni e non solo.

Una bellissima adolescente con un carisma particolare, nei suoi occhi la dolcezza, non passava mai inosservata.
I suoi lunghi capelli, raccolti in una semplice trecce le sfiorava le spalle aggraziate, leggera si muoveva e la sua camminata assomigliava più a una danza.

A quindi anni splendeva come una rosa e presto si accingeva a spingersi oltre il suo paese natio, per studiare, lo sa solo Dio!
Di certo non conosceva e non credeva che il mondo fosse cosi crudele al di fuori.
Due strade parallele che mai si potevano incontrare.
La vita è strana e a volte rende possibile o orribile certi incontri.
Fu cosi che Michelle incontro quell'uomo e di lui si innamoro perdutamente, senza sapere a cosa andava incontro...
Lui la colse come un fiore senza amore, spezzo le sue ali, in un... (continua)


margherita pisano 29/09/2016 - 12:21
commenti 11 - Numero letture:344

Argomento: UNA SCELTA DEL PROTAGONISTA

Voto:
su 6 votanti



VINCITRICE

Mancavano pochi minuti perché lei facesse il suo ingresso.
Il suo sguardo teso e preoccupato, fissava le lancette dell' orologio che avanzavano velocemente per segnare le 21.00.
Lo stomaco le faceva male e pure la testa!
Sophia iniziò a pensare al suo passato e la tristezza e la paura arrivarono.
Si ricordò che il suo ex le diceva che era una fallita, che non sarebbe riuscita mai a fare nulla d'importante e una lacrima bagnò il suo viso minuto.
Lo stomaco si strinse sempre di più, facendola ancora più agitare.
Non riusciva a muoversi e a parlare.
Doveva percorrere quelle scalinate al più presto,la stavano aspettando!
L'ansia però sta volta era davvero forte, più forte delle precedenti.
Il suo cuore batteva fortissimo, la testa le girava e lo stomaco non avrebbe retto ancora per molto.
Era così fragile e insicura .
Così piccola per i suoi 21 anni.
Ne aveva già passate tante!
Dopo la malattia di sua mamma che l'aveva fatta chiudere in sé, aveva conosciuto il suo ex che ... (continua)

Mary L 28/09/2016 - 13:49
commenti 19 - Numero letture:258

Argomento: UNA SCELTA DEL PROTAGONISTA

Voto:
su 6 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -