Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

PUNTO DI VISTA

Le istruzioni sono:

Ti risvegli e scopri di aver cambiato sesso. Racconta la tua prima giornata nel tuo nuovo corpo.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Io,Bea e Chiara

Siamo andate al cinema e poi siamo rimaste a lungo a parlare,
una serata tra vecchie e buone amiche,ultimamente sono le serate che preferisco.
Così hai iniziato a raccontarmi di tua figlia Chiara,dici che non sai come prenderla,non la riconosci più,è inquieta,insoddisfatta,intrattabile.Ti faccio presente che mi ricorda molto una ventenne di qualche anno fa...In effetti,cara amica, tua figlia ti somiglia molto e quindi,per rinfrescarti la memoria voglio ricordarti un episodio della nostra gioventù:
Luglio 1985,dopo aver conseguito la sospirata maturità, io e te, folle amica Bea ,zaino in spalla,abbiamo preso un treno per la Spagna,poco tempo prima avevamo conosciuto uno studente universitario,che mi sembra si chiamasse Federico,era di origine spagnola e ci aveva invitate a trascorrere qualche giorno di vacanza a Roses,un paesino sul mare al confine con la Francia. Si era preoccupato di trovarci una sistemazione a buon prezzo e si era messo a nostra disposizione per visite ed escurs... (continua)

patrizia brogi 08/06/2016 - 10:01
commenti 13 - Numero letture:328

Argomento: SENTIMENTO

Voto:
su 7 votanti



INCONTRO

Lo conobbi così per caso, mesi fa, un po’ per gioco, un po’ per voglia di evasione, in un periodo per me altalenante .
Le mie giornate passavano lente, erano tutte uguali.
Io uscita da un anno e mezzo da una storia di quattro anni che aveva tirato fuori il peggio del mio carattere, rendendomi da dolce ad aggressiva, ero decisa a cambiare in meglio, ritrovando la mia serenità perduta.
Avevo dato il mio cuore , e il mio forte amore a una persona che voleva cambiare in ogni modo il mio carattere, diventando così la sua perfetta copia.
Un giorno quindi decisi curiosa di iscrivermi in una chat d’incontri nuova.
Avevo già conosciuto persone da Facebook e questa chat mi sembrava davvero innovativa!
Dopo essermi registrata, dando una breve indicazione dell’aspetto fisico, del mio carattere e dei miei hobby, dovevo mandare delle simpatie per essere visualizzata dalle persone vicino a me.
Vedevo cliccando sulla tastiera, tanti volti di persone che non mi dicevano granché ..o forse ero... (continua)

Mary L 06/06/2016 - 19:09
commenti 21 - Numero letture:487

Argomento: SENTIMENTO

Voto:
su 9 votanti





L'ARCHIVISTA

Danny era assiduo frequentatore del parco pubblico, unica isola di verde nel mare grigio dei condomini della città. Si sedeva su una panchina e leggeva tranquillamente il suo quotidiano, osservando di tanto in tanto i bambini infervorati nei loro giochi, le mamme con le carrozzine e gli altri visitatori che, come lui, assaporavano il sole e la fragranza dell’abbondante vegetazione.

Di solito arrivava a metà pomeriggio e, alle prime ombre della sera, ripiegava il giornale e se ne tornava nella sua casa ormai vuota da qualche tempo. Quel giorno gli si sedette accanto un uomo di età indefinibile che, dopo averlo fissato con insistenza, lo salutò.

Danny si sentì imbarazzato e con un gesto del capo contraccambiò il saluto. Quindi si rifugiò nella lettura che aveva forzatamente interrotto.

“Come sta?” chiese l’uomo con voce stanca e incolore.
Danny, che non gradiva dar confidenza alle persone sconosciute, senza staccare gli occhi dal giornale masticò un ‘bene grazie’, che forse il ... (continua)


Adriano Martini 04/06/2016 - 14:51
commenti 10 - Numero letture:431

Argomento: SENTIMENTO

Voto:
su 7 votanti



L'ispettore

L’uomo era alto e così magro che sembrava sempre di profilo. La sua pelle era scura, le ossa sporgenti e gli occhi ardevano di un fuoco perpetuo. Le mani spuntavano dalle maniche del maglione nero a collo alto ed erano ossute, una reggeva una grande borsa di pelle. Sotto un vero diluvio, non aveva né ombrello né impermeabile e io ricordo che lo incrociai nella scarsa luce di un lampione stradale, mentre mi dirigevo al bar del Golem.
Magari “bar” è una parola grossa, parliamo di una baracca di pescatori adattata alla meno peggio, sulla spiaggia, ma il tanfo del pesce c’era ancora; quello, una volta penetrato nel legno delle travi, non se ne va. Ma a noi non aveva mai dato fastidio, almeno fino a quella sera… già, qella sera: non sarei dovuto uscire, stavo proprio male; cerchio alla testa, mal di gola, febbre a trentotto. Se aggiungiamo il tempo da lupi, con vento e pioggia, stare in casa e farmi una bella dormita sarebbe stata la cosa più saggia, anzi fondamentale… ma non potevo anco... (continua)

mario malgieri 29/05/2016 - 05:13
commenti 3 - Numero letture:321

Argomento: INCIPIT (inizia il tuo racconto con la descrizione di questo personaggio)

Voto:
su 3 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -