Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

Riscrivi la storia con una storia

Le istruzioni sono:

Scegli un personaggio storico famoso, fai una ricerca su internet ed annota su un foglio alcune parole chiave che lo contraddistinguono. Ad esempio, se hai scelto San Francesco potresti annotare “lupo di Gubbio”, “vesti donate ai poveri”, “Assisi”, “povertà” “fede”. Riscrivi quindi la vita del personaggio che hai scelto stravolgendo il tuo personaggio. Ad esempio, potresti rappresentare Francesco come un terribile malfattore chiamato “il Santo” dai suoi sgherri, originario di “Assisi”. Francesco, dopo una vita vissuta in “povertà” si ritrova per caso a rubare una “fede” nuziale della cugina. Da lì un’escalation di furti che lo porta a capo di una banda di ladri e gli vale il nomignolo di “lupo di Gubbio (*tratto da internet)


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 

Una storia sentimentale - SCRITTURA CREATIVA

...nei giorni che seguirono l'inizio del meeting pranzammo e lavorammo quasi sempre assieme, ma sebbene trascorressimo notti di fuoco nello stesso letto rigorosamente ad una piazza, con disagi annessi e connessi, in realtà non fui mai in grado di comprendere perché una ragazza consideratamente per bene, senza una valida ragione decidesse di mandare in malora la carriera e il suo buon nome, per smarrirsi dietro un'attrazione folle e irragionevole per uno sconosciuto molto più vecchio di lei.
Allora avevo 25 anni, ed ero una secchiona naturale con nessuna esperienza sentimentale alle spalle, lui fu il primo e accidenti a me, anche l'ultimo uomo che mi fece letteralmente perdere la testa. Figuratevi che se soltanto mi sfiorava una mano...riuscivo a sentire violini suonare!
Pazzesco vero?
Ebbene oggi di lui rammento assai poco, però di tanto in tanto ho flashback del suo corpo slanciato e asciutto (da tener presente dell'allora mia assoluta, enorme inesperienza in fatto di uomini).
La ... (continua)

m c 15/11/2015 - 05:43
commenti 0 - Numero letture:217

Argomento: SCRIVERE UNA STORIA SENTIMENTALE

Voto:
su 3 votanti



E' la vita il vero sogno

Quella sera andai a letto presto, perché mi sentivo stanco.
Mi svegliai e a fianco a me, nel letto, c’era un bambino che mi guardava e sorrideva, mentre giocava con una palla.
Aveva credo, appena un anno.
“Bapa.”, diceva, mentre mi sorrideva.
Mi diede la sua palla.
“Giochi … palla?”, chiese, facendo uscire dai suoi occhi un raggio di tenerezza.
Giocammo per quasi un’ora, poi lasciò la palla e salì, sul mio petto.
Mi guardò, sorrise e poi chiuse gli occhi.
“Nanna … bapa”, mi disse prima di lasciarsi cullare da Morfeo.
Decisi allora di addormentarmi con lui.
Mi svegliai ancora e mi trovai sulla riva di un lago.
Ero sotto a un albero e appoggiata alla mia spalla sinistra, c’era una donna che dormiva.
Aveva i capelli color dell’ebano e lisci come seta.
“Ciao amore, devo dirti una cosa.”, mi disse appena si svegliò, girandosi verso di me, con quei suoi occhi brillanti come sfere di cristallo, color del cielo.
“Dimmi”.
“Aspetto un bambino”.
Mi abbracciò e mi baciò, improvvisa... (continua)

Giuseppe Greco 14/11/2015 - 12:50
commenti 0 - Numero letture:243

Argomento: SCRIVERE UNA STORIA SENTIMENTALE

Voto:
su 1 votanti



E lucevan le stelle

Arrivò alla stazione in anticipo, doveva vederla per l’ultima volta, poi poteva anche non accadere più. Mise l’auto al parcheggio lato terra per non entrare dall’ingresso principale della stazione da dove sarebbe entrata Vannina.
L’ultima cosa che si erano detti, il giorno prima era che non si sarebbero più rivisti. Le condizioni della loro breve storia sentimentale erano da subito state queste. D’altra parte lui sarebbe dovuto tornare al suo lavoro dopo quella breve vacanza di fine estate per andare a trovare i suoi, e lei sarebbe dovuta partire per l’Australia, dove la attendeva il suo nuovo lavoro.
“Ho deciso di chiudere per ora mia vita in Italia, non so quanto starò ma non sarà per poco”.
“Che vai a fare laggiù?” gli chiese.
"Vado a fare lo stesso lavoro che faccio qua, c'è una mia lontana parente che lavora in un ospedale vicino a Merbourne che mi ha sempre detto che se volevo andare laggiù il lavoro non mancava, potevo essere ospitata da lei e poi, se mi trovavo bene, ... (continua)

Glauco Ballantini 13/11/2015 - 11:55
commenti 5 - Numero letture:383

Argomento: SCRIVERE UNA STORIA SENTIMENTALE

Voto:
su 7 votanti



UN UOMO E LA SUA LOLITA

Cinquanta anni e non sentirli. Questo il veloce riassunto della vita di Christian, un bell'uomo con nessuna intenzione di invecchiare. Fisico atletico e asciutto, alto, capelli neri brizzolati ed occhi molto penetranti, dinamico e sempre con la valigia pronta per viaggi di lavoro. Amico dello specchio e delle belle donne, non molto presente con la moglie Anna, innamorato di sé stesso, dei suoi affari e delle belle figlie, la minore tredicenne e la maggiore ormai diciottenne. Ma innamorato anche della vita, dei nuovi posti da vedere, e sempre sorridente. Quell'estate aveva deciso di staccare la spina e partire solo per una breve vacanza di una decina di giorni. Non sarebbe stato difficile trovare una scusa per andarsene di casa senza troppe storie, bastava quella classica di un nuovo cliente prestigioso che non poteva essere perso, un'occasione lucrosa, e difatti anche i soldi e il potere gli piacevano molto...Anna gli credeva o forse no ma non aveva intenzione di perderlo.. E così ora ... (continua)

Sabry L. 12/11/2015 - 18:42
commenti 10 - Numero letture:313

Argomento: SCRIVERE UNA STORIA SENTIMENTALE

Voto:
su 5 votanti




[ Pag.1 ][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2016 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -