Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il cuore in uno scri...
Tabbarr...
Il ghiribizzo di ogg...
Il mio Ottobre...
Lascio nelle mie par...
Fai custodire i sent...
SAN MICHELE ARCANGEL...
La partita...
Accettando la volont...
Dove saremo...
Tramonto...
O è bianco, o è nero...
Ora che il buio avan...
Una telefonata...
Un gioco esplicativo...
Romantica...
Arrive(rà)derci Pens...
Il sorriso...
Sei sicuro di avere ...
SIAMO I POETI...
Il matto...
Come alberi in autun...
Sospeso...
Primo amore...
Irene...
Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La notte mi prende per mano

Ora che il mare aspro diventa
e d’antracite la luna si veste,
alta e discreta la notte s’accosta
mentre la stasi mi fa prigioniero.


Nella collina non più contornata
dove presumo già dorma il borgo,
con ostinazione cerco una luce
capace di darmi continuità.


Lassù, non una stella intravedo
che si riveli dell’altre più ardita
nell'infinito di nero rigato,
avaro nel dare spazio al respiro.


Riporto lo sguardo dov'era prima
e di una nave pretendo la scia,
quel tocco bianchissimo a soppiantare
il cupo disordine di onde folli.


Vorrei ch’arrivasse l’aurora
del tipo fucsia, netta, e impaziente
d’aprire in cielo lo squarcio ribelle,
l’effetto euforia di sistole errante…


In quest’attesa del via alle danze,
conforto mi è nel prendere tempo
l’idea di essere non del tutto solo.
È la notte che mi prende per mano.



Share |


Poesia scritta il 11/12/2017 - 15:11
Da Aurelio Zucchi
Letta n.225 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ringrazio per la lettura e i commenti.

Aurelio Zucchi 13/12/2017 - 15:55

--------------------------------------

Bella, da leggere più volte, ma domani senso di pace, anche se la notte è buia.

Teresa Peluso 12/12/2017 - 15:05

--------------------------------------

pensiero profondo mi piace 5*

enio2 orsuni 12/12/2017 - 10:42

--------------------------------------

L'idea di questa notte che prende per mano e della nave che lascia intravedere la sua scia al buio è romanticissima e dona emozioni di soave pacatezza.... quasi come osservare un dipinto appena ultimato....
Buonanotte


Alessia Torres 11/12/2017 - 23:01

--------------------------------------

molto complessa bella

GIANCARLO POETA DELL'AMORE 11/12/2017 - 20:23

--------------------------------------

Poesia che prende e dona belle sensazioni. Un saluto

Loris Marcato 11/12/2017 - 18:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?