Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Primavera...
Pioggia d’agosto...
La vita è bella L...
RIVERBERI...
Ponte...
Se scrivi i codici d...
DOV'ERI?...
I MIEI ARTI...
Ohibo`!...
IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il Giardino di Campolico

Quanti ricordi affiorano nella mente
la mia fanciullezza e la mia gente
Eri un immenso giardino
E nasceva dalle tue terre un ottimo vino
Cresceva grano, fieno e frutta
E pascolava la capra la pecora e la mucca
Ora questo non c’è più e mi addolora
Tutto è abbondonato e non mi consola
Raggiungerti allora era sudore
A piedi, con asini o muli dell’ore
Canti di stornelli s’intonavano per la via
Racconti di vita che sembravano poesia
In primavera era festa tutte le ore
Perché la natura era tutta in fiore
Una sinfonia di canti profumi ed odori
Ed un arcobaleno di colori
Ancora più bello era ed è guardare
In lontananza le spumeggianti onde del mare
Che da Faro punta Stilo fino a Capo Spartivento
Guardi un orizzonte senza voltar il mento
Che dire dei canti delle donne che sembravan poesie
Nel zappettar il grano intonavano le loro melodie
Canzoni melodiose e d’amor cantavano
Il bucato nel ruscel lavavano
Donne energiche e forti
Sempre in compagnia dei propri consorti
Dolce e tenero momento conviviale
E l’invitar il proprio commensale
A pranzar all’ombra di un castagno
E riposar dopo con il compagno.


Share |


Poesia scritta il 09/06/2018 - 18:57
Da ANTONIO ZOCCOLI
Letta n.72 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bellissima lirica e la tua rima

Francesco Cau 10/06/2018 - 19:52

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?