Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



INFERNO ROSSO

Rimani qui questa notte
seduto sul gradino
sotto questo cupo cielo.
Parlami spiegami
che l’inferno non c’è
che in quell’abisso
dove ho lasciato gli occhi
non sarà la mia dimora
dove ho perso tutto quello
che c’era da perdere.
Tu come una fune tesa
ti lasci afferrare
mi vedi risalire spaventata
dal tuo tanto amore.
Esco dal baratro,le fiamme
più non bruciano,rugiada fresca
come le tue poesie
goccia a goccia
mi ridanno la vita.




Mirella Narducci



Share |


Poesia scritta il 20/06/2018 - 23:36
Da mirella narducci
Letta n.177 volte.
Voto:
su 11 votanti


Commenti


Bellissima...hanno già detto tutto e io ti dico solo che è un incanto di poesia...Mirella sei bravissima!!!

Margherita Pisano 22/06/2018 - 21:08

--------------------------------------

Splendida

Barbara Loy 22/06/2018 - 17:24

--------------------------------------

Da un.rosso inferno se ne esce irreversibilmente mutati. *****

Sebastiano Assenzi 22/06/2018 - 09:29

--------------------------------------

FRANCESCO S. Il tuo commento ha raggiunto il mio cuore. Solo un poeta con la sua sensibilità, la sua integrità umana puo infondere coraggio, perche solo lui puo capire... non si diventa poeti, poeti si nasce. Grazie poeta per la tua stupenda riflessione.

mirella narducci 21/06/2018 - 18:58

--------------------------------------

La speranza è che ci sia sempre qualcosa o qualcuno a cui aggrapparsi per non sprofondare nell'abisso. Una forza interiore o la mano di chi ci ama...
Bellissima Mirella

Grazia Giuliani 21/06/2018 - 17:50

--------------------------------------

Abbiamo paura dell'ignoto, ma non dell'amore. Poco alla volta le fiamme che fuoriescono dal baratro dell'incertezza"divengono fresca rugiada, che ci disseta. Molto bella, Mirella.

Teresa Peluso 21/06/2018 - 16:58

--------------------------------------

Miry cara,
Continuiamo a cercare nella poesia il senso alla ns vita. E chiediamo a lui di restare per questa notte o tt la vita perché nn abbiamo paura di amare e del suo amore ci nutriamo...bellissima, cara Amica
L'ho fatta un po' anche mia
Grazie dei tuoi commenti, sono stupendi

laisa azzurra 21/06/2018 - 12:11

--------------------------------------

Un percorso intenso, che attraversa quelle ombre che talvolta incombono sulla vita... ma c'è una via. C'è sempre una via, c'è la poesia, e c'è sempre il nostro bisogno degli altri, perché forse da soli non siamno nulla.. Bravissima

Francesco Gentile 21/06/2018 - 11:29

--------------------------------------

MIRELLA NARDUCCI. Poe che esplicita un gran bisogno di rassicurazione, che ci sia qualcuno capace di raccogliere e di infondere fiducia alienando le preoccupazione e gli affanni della vita; meglio se questo qualcuno ha affinita con la poesia, che sia un poeta che sappia cogliere le emozioni e le meraviglie che gravitano in questo universo e calarle come una fune a chi è disperato affinchè possa riemergere dal tunnel e godere appieno le bellezze della vita. Brava Mirella, mi sei tanto piaciuta, ciao

Francesco Scolaro 21/06/2018 - 10:41

--------------------------------------

Amore e inferno ma poi paradiso

Francesco Cau 21/06/2018 - 09:22

--------------------------------------

Intensamente bella, Apprezzato

Salvatore Rastelli 21/06/2018 - 08:47

--------------------------------------

Bella, intensa, parla di vita vera. Non sono d'accordo sull'aggrapparsi a qualcuno per uscire dal proprio inferno, ma alle volte è l'unica via che riusciamo a vedere

Roberto L 21/06/2018 - 08:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?