Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Mani

Mani d’arte sapienti
han scolpito legni vecchi.
Anno dipinto magia di colori
per adornare la casa dei signori.
Con grandi ricami
intagliavo con le mie mani.
Conservando i vecchi segreti
che nell’arte erano maestri.
Fui autodidatta ma attento
nello sgorbiare ero contento
passavo le ore della giornata
finché l'opera non era ultimata.
Contemplando i profumi
dei nostri legni ignifughi.
Ginepri e ulivi e pero
lì sentivo il mio impero.
Dando a loro
le forme più belle
e dargli un nome
con firma di quelle.
Per me come figli
dispersi in tanti giacigli
teneteli stretti come vostri
fra cento anni racconteranno
i giorni nostri.


Share |


Poesia scritta il 05/07/2018 - 17:23
Da Francesco Cau
Letta n.151 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


L'arte delle mani sapienti che tramandano storie scolpite nel tempo e che tu hai saputo molto bene qui rappresentare in ottimi versi. Apprezzata molto, ciao

Francesco Scolaro 07/07/2018 - 09:20

--------------------------------------

Creare trasporta la nostra mente in alto e la stanchezza non si sente mai. Non è da tutti tramandare ai posteri il proprio sapere, con opere che parlano del nostro tempo.

Teresa Peluso 06/07/2018 - 17:31

--------------------------------------

Le mani che creano, insieme alla mente.....sono una ricchezza in più per la nostra e altrui vita....
Tesori che non hanno prezzo... E che i tuoi versi raccontano!


Alessia Torres 06/07/2018 - 13:48

--------------------------------------

Scultore con penna e sgorbia
complimenti Francesco

Salvatore Rastelli 06/07/2018 - 11:17

--------------------------------------

Ciao Laisa buona notte

Francesco Cau 05/07/2018 - 22:52

--------------------------------------

Il potere delle mani....
Ciao Francesco

laisa azzurra 05/07/2018 - 21:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?