Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Poesia delle acque c...
Costruire castelli i...
Poesia: Una sardina...
Incontrarti......
ULTIMO CANTO DEL CIG...
UN CUORE STESO AL SO...
Choc...
Per dirvi grazie...
È difficile...
Se sarai con me...
18 Giugno 1947...
LIBERO ARBITRIO.....
i biondi grappoli...
Pensieri d'autunno...
Giugno....
vernice...
Haiku g...
Primo amore...
IL VIAGGIO...
beatlesmania the wor...
Quando la morte verr...
Il motore del mondo...
POESIA ULTIMA...
Giura...
Cogli...
Ovunque ci sei tu...
Sensazione dell'acqu...
Un grande uomo...
Eterea...
Torpiloquio d'ali bi...
Qualche volta...
e la barca......
VORREI TORNARE IN RI...
MENO MALE...
Solo fino alla pross...
COME UN GIRASOLE...
La donna del dipinto...
Silenzio...
Tessitura...
TRISTI PRESAGI...
Siamo sassi lanciati...
Pietre...
LETTERA APERTA A GR...
Temporale estivo...
Mi vesto di te......
Rame invecchiato...
Al mio mare...
Chi vive nella pace ...
INQUIETUDINE...
Essere superficiali ...
La solidarietà femmi...
Cosa ci rende forti?...
SCRUTATORE...
Ascolta la voce dell...
Il sogno e la voce...
Essere gentili col p...
Rovescio...
Istantanee...
Abbracciami...
ARCHI DI PASQUA DI S...
A mia figlia...
L'apparenza inganna...
Goccia di mare...
Zombie...
Per cercare di capir...
HOMO LUDENS...
Nel DNA della pioggi...
La giostra...
Emozioni...
Le donne non sono ba...
Il dono del tempo....
Ancora tra te e me...
EUROPA...
Buttati......
Che voglia......
COME CI CAMBIA L'ATT...
Per caso, il tuo sor...
MIO CARO AMICO CHECC...
Il tuo veloce volo...
AMORE IMPOSSIBILE...
Sogni di gloria...
Come si cambia...
Follia dantesca...
Scrivo poesie per sa...
Placida...
Girandola d'acqua...
Luci sul mare...
un abbraccio che sa ...
Al Volo.......
Dal mare...
È tutto lì. Con chi...
Parliamo di pace...
Il gelo del verno...
IL PRIMO BAGNO...
Gaia...
Marea...
Io e la luna...
Al Mare...
FUGGIAMO O RESTIAMO?...
Con prudenza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Cosa Eravamo

Che poi..
era solo per farsi compagnia,
Senza lasciar sola la solitudine
Era per essere parte di un gioco
In cui nessuno perdeva o vinceva
Era per non avere nostalgia
Di quando si credeva nella poesia
Era per non gettare via
Degli occhi che si eran riconosciuti
Era per dare un senso a cuori strani
Impazziti a rate nella melma dei sogni
Era per digerire i vuoti d’aria inghiottiti
Passeggiando per strade grigie e vuote
Era per non perdersi del tutto
Mente tutto si poteva lasciar perdere
Era per non dimenticare canzoni stonate
Che si potevano cantare prima di dormire
Era per ritrovare la dolcezza
Di una mano agitata che passava un accendino
Era per non cedere all’ovvietà banale
Che si cela dietro ai soliti luoghi comuni
Era per potersi annusare tra simili
Senza doversi mai spiegare
Era per lasciar ad altri il bisogno di parole
E sentirsi vicini nel silenzio del mare
Era per toccare pelli lisce sospese
Tra la terra e il cielo
Che poi..
era solo per non ammettere
Di non voler mai più amare.


Era per questo ..
solo per questo.


Era tanto tempo fa.


M.



Share |


Poesia scritta il 16/09/2018 - 23:15
Da Lylas Lena
Letta n.241 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Complimenti...semplice e realista.
Piaciuta molto...


nivola pettria 18/09/2018 - 00:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?