Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

16 Ottobre 1943

Odo ancora quei rumori, quelle voci,
quelle corse disperate per le strade del Ghetto
inseguiti come animali da macello
da belve inferocite con gli occhi
carichi di sangue e odio infinito.
Sento ancora il gelo e l'odore dei carri merci
stracarichi di cuori spaventati
di speranze e dignità calpestate.
Vedo la neve cadere fra le fessure delle assi
di legno fradicio
la neve che ci attende nella nostra discesa verso la follia.
Le luci spietate dei riflettori, l'assalto dei cani in un inferno senza direzione né senso abitato da demoni urlanti.
Il resto è disperazione è fumo è fuoco...è rassegnazione.
Ricordo tutto...perché la mia anima è rimasta qui
insieme a molte altre fra i legni delle baracche, fra le docce traditrici, attaccata alle pareti degli stanzoni come il fumo uscito attraverso disumane bocche di fuoco.
Non dimenticateci....non dimenticate mai
perché come qualcuno ha scritto
"E'successo...e quindi può succedere di nuovo."


Share |


Poesia scritta il 17/10/2018 - 18:48
Da MAURIZIO R. MASSARI
Letta n.114 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Poesia molto bella.

Antonio Girardi 18/10/2018 - 16:33

--------------------------------------

Bellissima
Emozionante, commovente

laisa azzurra 18/10/2018 - 08:29

--------------------------------------

Qualunque commento non sarebbe all'altezza della tragedia inumana che hai vissuto..un forte abbraccio dice più di tante parole.

santa scardino 18/10/2018 - 00:01

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?