Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Rosina innamorata...
L'ora blù...
Router 66...
Sorrido alla primave...
Muoio e vivo nello s...
Ballo da sola...
L' alfabeto...
Io e la vita...
Il dolore...
Sera di primavera...
ciclo vitale...
Haiku... caudato...
Non un minuto in più...
Spartimmece \'e suon...
Oltre la vita...
...che non fossero r...
Era una stella...
Da un rifiorire di m...
PRIGIONIERO DELLE MI...
Basket (così è la vi...
Quella primavera...
Ricordi...
Il Carbonaio mio Pad...
Un amore a Venezia...
Un mondo d'amore...
La pace nell'anima...
Ci sono anime talmen...
Fratellanza...
fine...
Argento...
METEO STABILITA' CON...
Il giardino dei rico...
Tutto in una notte...
Piove sole sopra di ...
Tramonto....
Una punta d’inchiost...
Semenza...
Haiku 6...
Cuore...
Come un girasole...
Melodia...
Caffè amaro...
Voicu, il vampiro...
LA PRIMAVERA...
Ad Angela......
Al ristorante.......
Haiku 3...
Libera, vorrei......
Corolle...
Passione...
No english, no party...
Sogno...
TRE CROCI...
Aridi deserti...
Morte...
UN QUADERNO A RIGHE...
Ali di angeli...
il risveglio della c...
PER LUI E LEI TRA FA...
L’orgoglio spesso co...
Racconto in tre righ...
Il mio melo...
NON MI BASTI MAI...
IL DESTINO...
La primavera...
E' difficile unire l...
DialogicaMente...
Haiku nr. 6...
Finiamola di essere ...
NOTTI DI LUNA PIENA...
Quando mi doni le gi...
Avanti...
Respice post te. Hom...
La mano...
DA GRANDE...
Ricordi che tornano...
Mi hai amato...
E' di costoro la col...
Legend - Parte 1...
Transumanesimo...
RAFFICHE...
Haiku 2...
Lungo la ferrovia...
..io nasco, è primav...
LUNA...
Per non dimenticare...
Santa Rita da Cascia...
Italiani...
la luna stanotte...
Manchi...
Perfida nostalgia...
Il maestro non veden...
RE (A MORRIS)...
Fissando il mare...
Viatico...
ED IL CUORE IMPARO' ...
VORREI FARE CON TE L...
Il risveglio...
In un battito......
Le cicale di Ulisse...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il vuoto

Sparo i colpi contro le foglie di autunno senza il senso,
Loro stesse poverine sono prive di forza lasciando solo le impronte di colore nero intenso.


Svolazzano lentamente e l'ultima vitalità perdono,
Dolcemente mi rispecchiano, mi capiscono e non mentono.

Abbasso il mio fucile sporco di pensieri inutili,
Tentando di sparire come la luna nelle ore giornalieri.
Lungo il tragitto di ritorno verso la casa,
Chiamo le tenebre del mio male,
Poiché io in questo mondo non ci voglio stare.


Ma poi vedo i fiori ricamati su un velo bianco,
Sembra un angelo con il viso stanco,
Ma è una semplice ragnatela,
Che i fili argento mi svela.
Osservo quante vie mi mostra,
Ma nessuna di queste valida si dimostra.

La mia vita è dipinta di solo due strade,
Come il mio corpo non l'unico animo invade,
E con il levarsi del sole,
Io una goccia piccola non tendo di annaspare tra la nebbia e foschia,
Poiché nelle ore più calde mi sarò asciugata ed avrò finalmente trovato la mia via.


M. P.



Share |


Poesia scritta il 05/11/2018 - 08:35
Da Michaela Patricie Zaludova
Letta n.174 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?