Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Per chi suona la campana

Ogni giorno per le messe
sconfinando nelle varie chiese.
Oramai dai tempi antichi
suonavano per poveri e ricchi.
Ma nel mio ricordo
cera pure la campana a morto,
dove tutti accorrevano…
Per sapere chi moriva
nelle notti e nelle sere
sì facevan le preghiere
per la fine della vita.
Poi l’ora l’avemaria
la mattina molto presto
per svegliarci e scendere dal letto.
Da noi il campanaro
suonava il ballo sardo
Costantino lui non era mai in ritardo.
Mentre quella delle diciassette
che il cielo benedice
il contadino faceva la croce
e rientrava nella sua corte.
Oggi quindi non vi lamentate
perché rallegra le giornate,
andate quindi tranquilli
che protegge vostri figli.


Share |


Poesia scritta il 08/01/2019 - 11:56
Da Francesco Cau
Letta n.145 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Molto bravo

Barbara Lai 09/01/2019 - 20:07

--------------------------------------

MOLTO BELLA FRANCESCO BUONA SERATA

gcr poeta lupo dell'amiata 09/01/2019 - 18:01

--------------------------------------

Grazie ragazzi e ragazze

Francesco Cau 09/01/2019 - 12:41

--------------------------------------

Che dolcissimo ricordo, ci trasporta in un mondo vissuto ma non tanto lontano.Bella

santa scardino 09/01/2019 - 00:24

--------------------------------------

Sei sempre molto bravo.

Antonio Girardi 08/01/2019 - 19:10

--------------------------------------

Bello ricordare certe usanze
Bravo Francesco

Salvatore Rastelli 08/01/2019 - 16:24

--------------------------------------

Un tempo la giornata era scandita dal suono delle campane e tutti lo sapevano interpretare. Bravo Francesco, risvegli i ricordi assopito.

Teresa Peluso 08/01/2019 - 16:07

--------------------------------------

Ne sono certa anch'io
Bravissimo, Francesco

laisa azzurra 08/01/2019 - 14:55

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?