Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

I silenzi sono spess...
Tra te e il mare...
DEVO ANDARE......
Segni...
Il male peggiore è l...
Quanti inganni...
COME DEVE ESSERE L'A...
Nella notte scivolat...
Campane...
La mamma...
Ti regalerò...
LUNA GUARDONA...
Il mio paese è verde...
Si muore in tanti mo...
Polvere...
Ma quale amore ?...
Tutto l'oro del mond...
La mia pietra prezio...
Scolpire il legno...
La mia bizzarra stan...
BREVI STORIE IN TRE ...
Ritorno...
L'anello di smeraldo...
Dalla finestra...
Poi tutto...finisce...
Niente da dire...
Haiku C...
Haiku a...
La péntima (Acqua di...
LETTERA DI RINGRAZIA...
Natura...
Ci sono visioni che ...
Oblivio...
magia notte...
Gran Peso, senza dar...
L'amore rincorso...
IL SORTILEGIO DEI QU...
Sogni nella pioggia...
La consapevolezza...
Con le preghiere...
Se franassi sulle mi...
ti scrivo perchè.......
Non più un dio...
La vita come un tang...
I SOGNI...
IL FARO...
Il papavero...
La DOMENICA...
Sfuggon giorni...
La memoria...
Maggio...
Alla complice...
Autoritratto...
Sfogliando i miei ri...
About poetry, by C.H...
Ode ai non vivi....
Haiku - Spinti dal.....
Pascoli in fiore...
A volte le parole si...
SBAGLIANDO S\'IMPARA...
a niki lauda...
Haiku 10...
ATTIMI DI LEGGERA BE...
Il Vecchio Bonaccion...
I colori dei sogni...
Sposa futura...
AMARSI...
Cap 5. Una pista sba...
Haiku d...
Lettera aperta...
Affeziònati di nasco...
La Corazzata Potëmki...
Una difficile primav...
Sempre l'uomo con la...
Bilanci...
Presso l'acqua...
Schegge...
TI RICORDI....?...
La voce del vento...
La stanza dei sogni...
AMICO IL SILEN...
La treccia bruna...
Pensandoci, oggi per...
Le foibe dell' anima...
Pierina...
Infanzia...
Intenso...
... adagio...
Aquiloni...
LA NOTTE...
Sei qui davanti a me...
Le donne innamorate...
Il semplice vivere...
Il dono...
CERCO...
ATTIMI DI LUCIDITÀ...
Scrivere....
La felicità non ha u...
200 PAURE ED OLTRE...
Lettera ad un immens...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



AI MIEI TEMPI

Ai miei tempi
quando non dicevo
ai miei tempi
giocavo in cortile
con un pallone mezzo sgonfio
ed ero felice


e giocavo a nascondino
e non mi trovavano mai
perché salivo sulle scale
e guardavo che mi cercavano


ed avevo le ginocchia
sempre sbucciate
perché avevo i calzoni corti
non come ora
che i bambini nascono
con i pantaloni lunghi


ora che non sono ai miei tempi
gioco solo con te
e gioco a nascondino
celandomi dentro i tuoi occhi
così non mi trovi
e posso guardarti dalla finestra
mentre mi cerchi
e mi sento di nuovo felice
perché questo gioco d’amore
lo faccio solo con te
…e non mi stanco mai.



PS I miei tempi sono migliori
ora che ho te



Share |


Poesia scritta il 07/03/2019 - 14:26
Da Adriano Martini
Letta n.241 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Grazie per questa minuziosa disamina dalla quale non potrò che trarre insegnamento. Del resto il lettore è ciò di cui si ciba chi come me vorrebbe scrivere per mestiere. Buona serata, e ancora grazie

Mastro Poeta 14/03/2019 - 22:03

--------------------------------------

per capire quanti anni io possa avere basta andare sul mio profilo per farsi un'idea per cui non sono certo un giovanotto, caro Mastro, e se hai questi miei stessi ricordi vuol dire che non sei un giovanotto nemmeno tu ....magari più giovane di me, ma non è dato di sapere. Una cosa però mi pare abbiamo in comune e cioè un modo delicato di parlare alle donne, sia pur in modo diverso, io e te (forse io in modo più esplicito). Perché lo faccio? Perché la donna, in un momento storico come questo, ha bisogno di essere rispettata e anche amata con dolcezza, seppure con le parole....semplicemente perché la donna rappresenta la bellezza. Questo il mio pensiero. Ed allora non c'é età per amare una donna...anche solo con le parole. E tu, Mastro, dammi del tu... Carissimi saluti (ogni tanto riemergo dall'ombra del sito)

Adriano Martini 12/03/2019 - 15:44

--------------------------------------

Approfittando di questa bella poesia che mi fa pensare (anche i miei tempi erano più o meno così. Allora o lei è un giovanotto, o io...), voglio scusarmi e dirle che concordo. Prendendomi ogni responsabilità, la saluto

Mastro Poeta 12/03/2019 - 14:23

--------------------------------------

Da qualche tempo sto sperimentando questo genere di poesia più discorsiva, quasi un modo di raccontare in modo semplice i propri pensieri. In quasi tutte mi rivolgo a una donna che poi non è una donna specifica ma una donna ideale che cerco di incantare con la dolcezza delle parole. Chiaramente è anche un gioco di emozioni come in questa poesia in cui c'è il ricordo degli anni in cui si giocava con i tappi delle bottiglie o con le figurine ed erano anche gli anni in cui si leggeva tanto di più. Il cortile di casa era il nostro campo giochi ed eravamo una masnada di bambini più o meno della stessa età e giocavamo tanto insieme. Sono lieto per i commenti, per i quali vi ringrazio, e soprattutto per il fatto di essere riuscito a trasmettere qualche emozione.

Adriano Martini 09/03/2019 - 08:52

--------------------------------------

Piccolo capolavoro...complimenti!!!!

Davide Zocca 08/03/2019 - 17:37

--------------------------------------

Una grande vena nostalgica scorre lungo questi ricordi che parlano di vita semplice, vera , non ancora toccata dalla frenesia del presente e dove tutto era fatti, anche il gioco, con assoluta autenticità. Fino al salto temporale dove il "nascondino" di ventacuna ricerca di sguardi e sentimenti per l'altra.....
Splendida testimonianza poetica...

Alessia Torres 08/03/2019 - 09:54

--------------------------------------

Erano anche i miei.Bellissima poesia d'amore e di ricordi.

Antonio Girardi 08/03/2019 - 09:41

--------------------------------------

Bravo, Adriano! Poesia vera e intrisa di vita vissuta! Complimenti!

John Sirrom 08/03/2019 - 00:33

--------------------------------------

si, ai miei tempi...
ma la chiusa è stupenda e per giunta, di questi tempi
bellissima poesia Adriano, nostalgica ma nn troppo

laisa azzurra 07/03/2019 - 20:12

--------------------------------------

Ai miei tempi mal sopportavo chi diceva "Eh, ai miei tempi..." mentre ora mi ci trovo tanto in quelle parole, in quei ricordi ed in quei giochi che richiedevano solo persone e/o personaggi, raramente strumenti o giocattoli costosi.
Mi ritengo fortunata a giocare ancora oggi, a ridere con un compagno di giochi incontrato molto dopo l'infanzia.
Bella poesia, bellissimo messaggio e meravigliosa la complicità con la persona che condivide con te questo tempo.
Ciao!

Millina Spina 07/03/2019 - 17:42

--------------------------------------

Una bella poesia d'amore, nel senso più ampio, dove i ricordi di altri tempi non portano nostalgia o rimpianti, perché sfociano in un presente altrettanto magico...
Complimenti, Adriano

PAOLA SALZANO 07/03/2019 - 16:49

--------------------------------------

ADRIANO....Ai miei tempi giocavo con i bottoni, frugavo nella scatola del cucito di mia madre e trovato il magico scrigno lo rovesciavo e iniziavo a fantasticare....Ai nostri tempi non si trovano più tante scatole di bottoni, i Smartphone li hanno sostituiti. Molto bella e romantica la poesia Ciao un saluto

mirella narducci 07/03/2019 - 16:19

--------------------------------------

Tempo, gioco, amore... Bellissima poesia!!!!

Maria Isabel Mendez 07/03/2019 - 15:58

--------------------------------------

Un gioco di ricordi lontani...e un gioco d'amore vivo nel presente, che emoziona come non mai!
Stupenda Adriano veramente stupenda!

Margherita Pisano 07/03/2019 - 15:58

--------------------------------------

...quando si ama il gioco si rinnova, nella tenerezza, nella dolcezza...
un'altra poesia d'amore stupenda Adriano...

Grazia Giuliani 07/03/2019 - 15:35

--------------------------------------

Anche ai miei tempi direi quasi tutto coincide. Bellissima poesia. Il tratto dal - ora che non sono ai miei tempi fino alla chiusa - non combacia con uguali emozioni mie: non ho più la patner. Perciò invidio te e tutti quelli cui il fato ha deciso lunga vita a due. Immagino però quanto possa essere bello giocare a nascondino in due da adulti. Dolce lavoro e significativo.

Ernesto D'Onise 07/03/2019 - 15:08

--------------------------------------

Ai miei tempi giocavo con le scatole dei formaggini vuote ed ero una bambina felice e serena! Bella il trasporto alla realtà con la chiusa! È stato bello leggerla.

santa scardino 07/03/2019 - 14:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?