Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...
Abbandono...
FIDATI OGNI TANTO...
Donna ti amo....
Nello specchio dell'...
METAFORE...
Tutte le volte che h...
Se adesso sei nei mi...
La danza delle fogli...
Umida è l'aria...
Con l’incertezza del...
Delle tue mani...
Oltre la gente...
Fantasia...
Tanka 10...
FRAGILE...
La stagione nuova...
Oleandro...
Il canto dell'autunn...
Il Nulla e il Tutto ...
Le bambole...
Paura...
Haiku dolce...
Con i nostri pensier...
Nuotando...
AMICI (seconda parte...
Poesia breve - Tanka...
Prima neve...
NOTTE ESTIVA...
RIMARCHEVOLE NE FU L...
Gelo...
Lo scrigno...
Desiderio...
HAIKU COMMEMORATIVO...
Il Templare di Árnes...
L'Amore è magia...
Tra queste pareti...
Pensare a te...
Terra mia...
C\\\'é vita dentro u...
Vuoto...
REPROBI ANGELUS (IV)...
Tanka 9...
Addio...
La Quarta Testa di D...
Depressione, spietat...
...è azzurra...
Sensazioni 7...
ANCORAGGIO...
Trentaduesima sonata...
Io...tu...
Tanka...
la non accettazione ...
sapete cosa e' la...
Tu sei...
Le domande di Nicol...
Volgere...
L' amore della mia v...
Grazie d'autunno...
Ogni giorno che pass...
STO SOGNANDO......
Immortale...
Il Mondo intero....
La scomparsa di Gius...
Candido sorriso...
UN ADDIO (in memoria...
Haiku R...
Diventa mare...
LA MAGIA DEL GIORNO...
Voglie al vento...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sorridendo mi uccidi

Affonda sottile una lama
strizzando il suo occhio beffardo;
incerta la mano,
suadente il sorriso,
ti porta a seccare la vena
di giorni impassibili e quieti.
Distratta mi guarda,
mi uccide ridendo,
risucchia ogni cosa che trova
tra pelle e interiora.


Fu più dolce il veleno di un bacio
impudico e stupito:
mi ferì sgretolando
il duro mattone del cuore.
Eran forse bugie
che correvano lente e impastate
sopra il ventre un po’ molle,
sulle verdi paludi del sogno,
sul tuo algido volto che oggi
mi sorride e si beffa di me.



Share |


Poesia scritta il 08/07/2019 - 19:32
Da andrea guidi
Letta n.136 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Mi sono trovato per un momento seduto a teatro di fronte a un atto di una tragedia, complimenti

Mirko (MastroPoeta) 09/07/2019 - 05:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?