Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Un povero Cristo

Sono un povero Cristo senza croce, ne sulle spalle e ne sul collo che percorro il cammino della vita paragonabile alla via Crucis, dove tra tante cose a posto dei romani o comunque dei miscredenti ci sono molti cretini che amano sbeffeggiare e criticare tutto ciò faccio.

Sono un povero Cristo con frequenti cerchi alla testa.
Eppure toccandomi il capo.... umh, niente, a quanto pare nessuna corona di spine. E allora cosa potrebbe essere?

Sono un povero Cristo che è capace di trasformare l'acqua gassata in acqua liscia, del resto dinnanzi ad un bel biccherone di acqua frizzante, se non viene bevuta, prima o poi le bollicine perdono la voglia di vivere.

Sono un povero Cristo che a posto di moltiplicare i pani e pesci, preferisco sottrarre mangiando e lo reputo ad ogni modo un miracolo in quanto ultimamente non ho appetito.

Sono un povero Cristo di cui non mi rendo conto di quello che faccio, (forse neanche di questo testo che sto scrivendo), oppure se mi rendo conto mi giustifico dicendo che siamo esseri liberi.
Per Dio! Ci mancherebbe!

Sono un povero Cristo a cui chiedo al mondo di essere sostenuto, in modo tale che quando sarà... mi ricorderò nel Regno dei Cieli di tutti coloro che hanno creduto in me. Anche in terra, lo garantisco!

Sono un povero Cristo che non sa fare il falegname, ma perlomeno so come si usa una sega, anzi, a tal proposito, ora che ci penso, quando ero più giovane gestivo una segheria, senza operai, senza macchinari ma tutto rigorosamente fatto a mano.

Sono un povero Cristo senza apostoli eppure ho molti seguaci anche se alcuni di loro mi hanno rinnegato almeno tre volte.

Sono un povero Cristo a cui quando mi viene chiesto il possibile lo faccio senza problemi, mentre per l'impossibile la gente non capisce che non faccio miracoli.

Sono un povero Cristo che nei momenti di sconforto invoco Dio anche se diciamo... in maniera poco ortodossa.
Braccia e sguardo rivolti verso cielo e partono i vari xxxxx xxx xxxxx xxxxxxx!!!!!!!
E da povero Cristo temporaneamente passo a povero Diavolo per poi miracolosamente ritornare al mio originario status!!

Sono un povero Cristo che non toglie tutti i peccati del mondo, anzi al contrario se li piglia in pieno.
Il mio capo sbaglia? È colpa mia! Mia madre brucia l'arrosto? È colpa mia! Oppure come l'altra volta che mentre attraversavo a piedi le strisce pedonali, un tizio con una Fiat Ritmo ha preferito ignorarmi, sfiorandomi così il gomito (facendomi abbastanza male tra l'altro) con lo specchietto.
Indovinate di chi era stata la colpa? La mia ovviamente!

Sono un povero Cristo in cui tra poco più di un mese farò 33 anni (gli anni di Cristo). Ci saranno dei sostanziosi cambiamenti? Ci sarà finalmente una svolta nella mia vita?
A questo punto è doveroso citare il sempre attuale San Tommaso:
"Se non vedo non credo."



Che altro dire?
In verità vi dico: nessuno è perfetto tranne qualcuno lassù.
Ciascuno pensa per sé e Dio per tutti.




Share |


Racconto scritto il 13/04/2017 - 18:03
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.618 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Santa, sempre stupendi e ipergraditi i tuoi commenti.
Ho il pregio di avere uno spiccato senso dell' umorismo che in un certo senso ne vado fiero e mi contraddistingue nonchè mi aiuta ad attraversare la Via Crucis.
Per il resto siamo un pò tutti poveri Cristi (a volte pure poveri diavoli, dai! :D) e nel mio componimento, lascio intendere intendere che l'esistenza nonostante le contraddizioni, problemi e difficoltà va presa il più possibilmente con filosofia e soprattutto... con umorismo

Giuseppe Scilipoti 11/01/2019 - 08:04

--------------------------------------

È evidente che hai scritto questo racconto in un periodo in cui eri molto sconfortato. Molto apprezzabile l'idea di stilare un elenco di tutte le negatività, così facendo è come se tu volessi esorcizzare e forse ci sei anche riuscito. Una cosa bella sicuramente la riesci a fare sai scrivere bene dando piacere a chi legge. Ciaoooo.

santa scardino 11/01/2019 - 00:35

--------------------------------------

Ciao Paola, grazie che hai letto questo mio racconto dove ho fatto un mix ironia/amarezze.
Purtroppo queste righe risultano ancora oggi attuali e non solo perché ho ancora 33 anni...
Speriamo che il 2018 mi regali le soddisfazioni che attendo da parecchio tempo.
Colgo l'occasione per augurarti un sincero buon Natale a te e famiglia, un Natale ricco di gioia, di letizia e di tante cose belle e uniche. Un bacione e un abbraccione!

Giuseppe Scilipoti 23/12/2017 - 14:20

--------------------------------------

Ciao Giuseppe...letto questo tuo racconto autobiografico, che poi è un po' uno sfogo. Spero sia passato quel periodo da "povero Cristo" (tutti ne abbiamo di periodi così, ma passano) e che, da 33enne possa andare in contro ad un futuro radioso...
Ti faccio tanti tanti auguri di buone feste

PAOLA SALZANO 23/12/2017 - 13:52

--------------------------------------

Scusa Daniele,rileggendo il commento ho fatto un piccolo errore.
Esattamente volevo scrivere:
'Ma é meglio non bestemmiarlo a Dio, anche perché STO attraversando un periodo NON proprio positivo.

Giuseppe Scilipoti 25/08/2017 - 20:45

--------------------------------------

Grazie Daniele per aver letto,
e per il consiglio
Ma é meglio non bestemmiarlo a Dio, anche perché non sto attraversando un periodo proprio positivo.
Per cui...meglio evitare!
Riguardo il fatto che mi sfogo beh...a tal proposito Dio mi dovrebbe capire e capirà.
Ad ogni modo ho ironizzato la mia attuale condizione che perdura anche fin da troppo tempo. In tempi non sospetti ho avuto alti e bassi.
Per ora é così.
Spero termini al più presto la Via Crucis.
Ti ringrazio ancora.

Giuseppe Scilipoti 25/08/2017 - 20:43

--------------------------------------

Forza, la vita non è tutta una via crucis, esci, vai in palestra, ubriacati e bestemmia. Lui capirà.

daniele nobili 25/08/2017 - 15:34

--------------------------------------

Grazie Marirosa, amarezza e ironia...il mio cocktail (forzatamente) preferito del momento.

Giuseppe Scilipoti 23/05/2017 - 10:44

--------------------------------------

Ben scritto. L'amarezza di base è mitigata dall'ironia. 5*

Marirosa Tomaselli 12/05/2017 - 12:44

--------------------------------------

Grazie Rocco e grazie anche a te Giulia. Se non fosse stato per il tuo commento mi sarei perso la segnalazione riguardo il fatto che il mio racconto 'L'ascensore' ha vinto un ATTESTATO. Quindi i grazie di duplicano. Non è la prima volta che vinco la premiazione mensile ma credimi è sempre come la prima volta...è sempre una emozione.
Il testo che avete letto sia tu e sia Rocco, è autobiografico però con elementi umoristici e ironici.
Grazie ancora e a presto!

Giuseppe Scilipoti 14/04/2017 - 23:39

--------------------------------------

Triste racconto, Giuseppe. Ne approfitto per farti i complimenti per il riconoscimento mensile ed inoltre ti faccio gli auguri di una Serena Pasqua.

Giulia Bellucci 14/04/2017 - 16:44

--------------------------------------

Un povero Cristo in una Via Crucis sofferta, crudele, apatica...
Anafore esplicitamente autobiografiche.
Buona Pasqua, Giuseppe.
*****

Rocco Michele LETTINI 14/04/2017 - 02:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?