Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Vola dove l'eternità...
DOVE SCORRONO LIEVI ...
Una risposta...
ricordo che......
Il Mio Nome È Uragan...
MIO PADRE PIU' TARDI...
QUEL SETTIMO GRUPPO...
ALL' OMBRA DEGLI UL...
O tempora - Haiku...
Gius, il Testa Mura...
Gleba...
Lo Specchio...
SCRIVO PER TE...
FORUM HAIKU SITO (ve...
SCRIVERE...SCRIVERE....
Canto di libertà...
La calma di un giorn...
l'indagine...
Fragili promesse...
COLOMBIA...
La verità sull'amici...
Ci sono, anche buone...
MI MANCHI...
Il primo amore...
Battito d'ali...
Crediamo che una cos...
Luci e Ombre...
Di quale amore, di q...
Il ponte...
Canterò...
Inettitudine...
È CARNEVALE...
Anche in mezzo alla ...
Launedas...
SFIORO I CAPELLI...
Oltre il fiume...
Umore...
La nebbia e la luce...
Amare...
Nel crogiolo della v...
Buon viaggio fratell...
Tutti in sella !...
Morti inutili....
Il conte e il pappag...
Ci dev'essere vento ...
Peccato originale...
LA MADRE...
Ho visto gli abissi...
f.a.t.a. – il triton...
Neve...
PASSI NELLA NEBBIA...
Fredda e senza lacri...
DARK LADY...
La forza del mio Gig...
Nella boscosa distes...
scegliere l'amore...
AVRO' CURA DI TE...
Sul tuo cuore...
Soldato...
Rose Rosse...
L'oro bianco della v...
Come un angelo......
Amore......
La serenità...
LO SCEGLI TU...
Haiku-mania...
Canzone dei limoni...
Vuoto ricordo...
Morfeo...
IL DUBBIO...
Girandole...
..ti racconto l\'inc...
...in volo...
Rimiro Stelle...
Masai...
Profumo...
Non dormi...
E viene sera...
BUONGIORNO...
PIOVEVA...
Homo sapiens...
f.a.t.a. – materia p...
FREDDO...
TRE HAIKU...
Gli universi entrera...
L' ULTIMA SERA...
E TU PER ME...
Non voltarti...
Serenità...
Come niente...
Fiori di loto...
Padre...
Una barca...
Un Grido......
Il bluff...
Haiku l'amore nel m...
CHE MERAVIGLIA...
memoria del tempo ch...
La rosa del deserto...
Febbraio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Autoironia

Si dice, a ragione, che noi toscani abbiamo alcune qualità peculiari, quali umorismo ed ironia. Io dico che la più bella è sicuramente l’autoironia, sia volontaria che involontaria.



Mio nonno ha lavorato per oltre 50 anni (con tanto di premio “fedeltà al lavoro”, con medaglia ed attestato) presso la farmacia del mio paese. La farmacia era situata a pochi metri dalla scuola elementare che all’epoca mi annoverava tra i suoi scolari; ed appena suonava la campanella dell’una, mi affrettavo a raggiungere mio nonno, che mi avrebbe poi accompagnato a casa.
Nel “retrobottega” della farmacia, tra bilancine, pesi, provette, alambicchi e sostanze chimiche per preparati galenici, troneggiava, dipinta proprio sul muro, una scritta che mi affascinava: “ QUANDO BOCCA PRENDE E CULO RENDE, VAI IN TASCA ALLE MEDICINE E A CHI LE VENDE”.



Alcuni anni dopo, adolescente, nel destreggiarmi tra sacro e profano, ponendomi già domande più grandi di me, ebbi modo di frequentare la parrocchia di un certo sacerdote che amava parecchio i piaceri della tavola, nonostante fosse spesso vittima di problemi a livello gastrointestinale, con conseguente utilizzo di Buscopan a josa.
Nella sua canonica, e segnatamente nella sala da pranzo, ove la tavola era spesso riccamente imbandita, potevi leggere, su uno di quei pacchiani souvenir tipo piatto da parete (sullo stile, insomma, degli oleografici “A Roma andai, a te pensai, questo ricordo ti portai”) la frase seguente: “PRETI E POLLI NON SON MAI SATOLLI”.



In una fredda sera invernale di tanti anni fa, diciamo negli anni ’30 del secolo scorso, due amici che abitavano nel mio paese, Ezio di Nazio e Gildo del Moschini, avendo fatto un po’ di soldi, decisero di andare alle “stanze” in un paese vicino per giocarseli a “toppa” [“Le stanze” erano una specie di casinò di campagna, molto alla buona e consentito dalla legge, mentre la “toppa” era (ed è) invece un gioco d’azzardo fatto con le carte. Ma qui sarebbe troppo lungo da spiegare].
Serata poco fortunata: i due persero al gioco tutti i loro averi, e nel freddo gelido della notte si incamminarono (a piedi, ovviamente) per tornare a casa. Il tragitto era di alcuni chilometri, che i due percorsero in circa mezz’ora, tristi, col capo chino, senza profferir parola.
Giunti in una località detta Cittadella, Gildo, che abitava lì, disse a Ezio: “Buonanotte”
Al che Ezio, senza alzare la testa rispose: “ HAI UNA GRAN VOGLIA DI DISCORRE!”



E per finire, una cosa dei nostri giorni. A Pisa, ormai, sono quasi scomparsi i parcheggi con le strisce bianche, quelli gratuiti, per intenderci. Ne rimane solo uno, ed è naturale che ci sia, giornalmente, la corsa al posto. Finora ho avuto la fortuna di trovarcelo quasi sempre. E da qualche giorno sto notando una Polo nera, ferma sempre nello stesso punto, che espone all’interno del finestrino anteriore sinistro questo curioso biglietto: “SE SEI RICCO, SONO SINGLE”. Confesso che talora mi sono appostato per capire chi sia questa gentile signora, o signorina (?), ma per adesso non ho ottenuto risultati. Mi chiedo però: se incontrassi una donna ricchissima (possibilmente non brutta), potrei regredire pure io allo stato di single?



Non era finita; proprio oggi ho avuto modo di cogliere un altro fiore. Mi trovo, come al solito, in coda per uscire dalla città. L'auto che mi precede è una vecchissima Renault 4, di quelle con il cambio vicino al volante, visto che dalla targa evinco che sia stata immatricolata alla metà degli anni '70. Non si presenta benissimo; probabilmente per poter circolare avranno convertito l'alimentazione a gpl o a metano. Il proprietario, evidentemente conscio dei limiti del suo potente mezzo, ha attaccato nella zona posteriore, tra il vetro e la targa, questo cartello, scritto a mano su un mezzo foglio protocollo: "IL SAGGIO PAZIENTA, LO SCEMO SUONA". Proprietario evidentemente squattrinato, o solo nostalgico, ma dotato di una filosofia di vita indubbiamente apprezzabile!




Share |


Racconto scritto il 09/10/2018 - 11:18
Da andrea guidi
Letta n.158 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


A quanto pare ci siamo solo noi, di toscani, nel sito
Scherzo, ovviamente: non si scrive per ricevere commenti, ma solo per il piacere di farlo. E non si può essere simpatici a tutti. Grazie, cara Grazia

andrea guidi 13/10/2018 - 12:26

--------------------------------------

...è così Andrea è più forte di noi...
divertente e...saggio!!!
Bravo!

Grazia Giuliani 09/10/2018 - 19:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?