Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

FORUM HAIKU SITO (ve...
SCRIVERE...SCRIVERE....
Canto di libertà...
La calma di un giorn...
l'indagine...
Fragili promesse...
COLOMBIA...
La verità sull'amici...
Ci sono, anche buone...
MI MANCHI...
Il primo amore...
Battito d'ali...
Crediamo che una cos...
Luci e Ombre...
Di quale amore, di q...
Il ponte...
Canterò...
Inettitudine...
È CARNEVALE...
Anche in mezzo alla ...
Launedas...
SFIORO I CAPELLI...
Oltre il fiume...
Umore...
La nebbia e la luce...
Amare...
Nel crogiolo della v...
Buon viaggio fratell...
Tutti in sella !...
Morti inutili....
Il conte e il pappag...
Ci dev'essere vento ...
Peccato originale...
LA MADRE...
Ho visto gli abissi...
f.a.t.a. – il triton...
Neve...
PASSI NELLA NEBBIA...
Fredda e senza lacri...
DARK LADY...
La forza del mio Gig...
Nella boscosa distes...
scegliere l'amore...
AVRO' CURA DI TE...
Sul tuo cuore...
Soldato...
Rose Rosse...
L'oro bianco della v...
Come un angelo......
Amore......
La serenità...
LO SCEGLI TU...
Haiku-mania...
Canzone dei limoni...
Vuoto ricordo...
Morfeo...
IL DUBBIO...
Girandole...
..ti racconto l\'inc...
...in volo...
Rimiro Stelle...
Masai...
Profumo...
Non dormi...
E viene sera...
BUONGIORNO...
PIOVEVA...
Homo sapiens...
f.a.t.a. – materia p...
FREDDO...
TRE HAIKU...
Gli universi entrera...
L' ULTIMA SERA...
E TU PER ME...
Non voltarti...
Serenità...
Come niente...
Fiori di loto...
Padre...
Una barca...
Un Grido......
Il bluff...
Haiku l'amore nel m...
CHE MERAVIGLIA...
memoria del tempo ch...
La rosa del deserto...
Febbraio...
Ombre trasparenti...
ridere di noi...
Vinceremo...
San Valentino come.....
Le strade sono piene...
L'alfabeto marino...
HAIKU IN SARDU...
Riflessioni n. 3...
Il peso di un abbrac...
PERLE...
Quale è il senso del...
f.a.t.a. – respiro c...
I colori dell'acquam...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Ultime notizie

Ululando come un usignolo urtato da una pianta urticante, urlai anch'io per un unghia chiusa dentro un uscio di un ufficio di un usciere di Ustica cui piacevano particolarmente gli uomini in uniforme e le uova di upupa.
Urgentemente mi curarono con un unguento a base di uva passa ed un estratto di ugola di urogallo dell'Uzsbekistan e mi dissero  però che non avrei più potuto usare l'unghia per  suonare l'ukulele.
La cosa mi urtò ulteriormente tanto che, per risollevarmi l'umore, chiesi il trasferimento all'ufficio di Urbanistica di Urbino dove, peraltro, avevo conosciuto una certa Ursula che faceva la vigilessa urbana ed era dotata di grande umanità
soprattutto con gli ultimi più umili dell'universo ed era convinta anche di avere il dono dell'ubiquità.
Vestito con un'uniforme unisex di Ungaro, la invitai ad un concerto di Uto Ughi e poi la portai in un pied-a-terre avuto in usucapione da un untuoso ufficiale Ussaro affetto da uretrite ulcerosa, tifoso dell'Udinese e dei film in lingua ungherese che trattano di uragani e di uxoricixi.
La misi a proprio agio con un disco umplugged degli U-2 e dopo una accesa discussione sugli usi e costumi degli aborigeni ugandesi provocati dall'uranio impoverito, dopo aver acceso l'umidificatore, ebbi un'unione carnale estrema tanto che lanciai un urlo ultrasonico che spaventò gli utenti dell'ufficio sottostante dell'Usl, un UFO di passaggio e un corteo non autorizzato di nostalgici Ugonotti, ricevendo pure un'ulteriore diffida dalla Polizia Urbana e dall'Unicef...... uffa, che uggia.!!!



Share |


Racconto scritto il 08/02/2019 - 10:08
Da Ferruccio Frontini
Letta n.64 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Urca, ti riconoscerei tra mille...

Margherita Zocco 09/02/2019 - 05:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?