Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

DEAMICISIANA SECONDA...
Cara estate sognante...
Finche'il mondo esis...
VIVERE...
Isabel...
Parlar d'amore...
QUELLA FACCIA OSCURA...
Forse è solo fortuna...
Un giorno prenderemo...
La casa rosa...
Lontano da questa st...
Maremma...
Notte taciturna...
Che strana la vita: ...
L\'ultima...
Inopportuna...
Con te...
Peso specifico...
ad Anjia P. Ettorova...
Felicità...
...difficile...
Una Guancia...
Haiku...
Io l'anima, io il co...
I migliori possono e...
Crociata culturale (...
Ti ricordi luna?...
Il campanaccio...
Haiku T...
Caterina...
DEAMICISIANA PRIMA :...
I magnifici sette...
Notte bianca a San F...
Fragili...
HAIKU n...
Se il mio vivere......
È necessario riparar...
Inquieto pensiero...
il bisogno di te...
Piombo...
DELIRIO.......
Il Tempo Sottrae...
Vita ordinaria...
MALINCONIA...
Eppure la palla di v...
Una bimba mora deve ...
Da una gentilezza, p...
C'è sempre un vento...
La verità, quando vu...
Episodio...
Alcune volte nella n...
unto di femminicidi...
Il mio senso vive so...
Proposte particolari...
Donna Fugata...
IL GRUPPO BASE...
L'amore per la Natur...
Il sole cieco...
e poi, e poi ancora...
Il pane...
VIVERE NEL VUOTO...
L’aprimitilli...
Passione di fuoco....
CONVINZIONI...
La stella cadente...
Dove il tempo...
PELLEGRINAGGIO A MON...
L'astronauta e la Lu...
POTEVO IO ESSERE RE...
IL PRIMO AMORE...
Natura...
Sono vecchio...
mondo pazzoide...
VITA SCAPIGLIATA...
Nel bagliore di una ...
CLANDESTINO...
Un figlio ti cambia ...
Enzo Jannacci...
Un'estate al sud...
Vanno gli innamorati...
Notti di luna...
Parentesi...
Il pensiero...
Gocce in cielo...
Quel sussurro...
ATTIMI MINUSCOLI UNI...
Casa rude...
Simulacro ingannator...
IL SOGNO DI GREAT SW...
Il mio analista è in...
Io vivrò per te...
TU...
Viandante...
Immenso mare...
I miracoli esistono,...
C\'era una volta......
Talora la sincerità ...
Una tunica bianca...
Uomo bianco e uomo n...
a commuovermi ci pen...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Voicu, il vampiro

Arrivò come un arcano incantatore, vestito in stile vittoriano, proprio mentre l'orologio a pendolo appeso sul muro scrostato collocato nel salone della reggia rintoccava la mezzanotte. Mi voltai e nonostante la penombra dovuta al lume di una candela, il suo sguardo brillava di una luce tenebrosa ma particolarmente invitante tant'è che sentii istantaneamente un'attrazione seducente che mi spinse quasi ad avvinarmi a lui.
Aveva i capelli di media lunghezza e neri come una pantera, le labbra sembravano fossero state intrise di rosso tessuto liquido, la pelle assai pallida però non cadaverica e di età indefinibile.
Nel frattempo, dalle grandi vetrate del castello, notai che il chiaro di luna si affievolì preannunciando la maledizione, miriadi di pipistrelli svolazzavano in cerchio e stridevano tutti insieme in una sorta di rituale.
«Ti concederò l'immortalità in cambio della tua anima e della tua persona.» esordisti con voce vibrante.
Non tentennai, peraltro i suoi occhi parlavano ancora, mi istigavano, ed accrescevano il mio desiderio da pochi istanti concepito: la vita eterna e soprattutto lui, una creatura dall'aspetto tra il demoniaco e l'umano.
Acconsentì, ormai mi aveva fatta sua.
Grazie alle proverbiali abilità oscure, piombò a velocità immane dinnanzi a me per mordermi tenendomi saldamente per i fianchi.
Inizialmente avvertii un dolore lancinante ed una atipica sensazione di freddo accompagnata da uno strano odore di morte, per poi sentirmi fiammeggiare internamente, un fluire nonché un'essenza indescrivibile.
Praticamente avvenne la rinascita del mio corpo, e in verità il morso lo paragonai ad un bacio salvifico nonché un suggellare la nostra imperitura unione.
Vita eterna? Non calcolai o almeno non subito che oltre ad essere bello e dannato, Voicu non concepiva l'amore come un legame, ero sì la sua donna, più che altro per dissetargli la sete di sesso e di sangue, niente di più.
Quattro secoli dopo, infatti si stancò di me, tanto da spezzarmi a tradimento il cuore.
Con un paletto di frassino.



Share |


Racconto scritto il 22/03/2019 - 10:18
Da Giuseppe Scilipoti
Letta n.135 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Grazie Santa, guarda caso ho scritto questo racconto dopo la mezzanotte, un orario per cui da "vampiro" e ho sfruttato l'insonnia... letteralmente.
Tra qualche giorno pubblico un racconto autobiografico, un episodio legato alla mia ex, un'altra "vampira" in senso negativo per aver succhiato e assorbito preziosi anni della mia vita e... soldi.
Il titolo della mia prossima pubblicazione è "Bonbon di rose"
Auguro a te e a tutti gli amici di Oggi Scrivo una lieta giornata.

Giuseppe Scilipoti 25/03/2019 - 07:44

--------------------------------------

Wahuuuuu!...che brividi e che patos quel bacio mefistofelico! È scritto benissimo,cattura l'attenzione del lettore fino alla fine. L'avrà pure tradita ma ha gioito per quattro secoli!
Può sembrare paradossale, ma mi è piaciuto molto la tua capacità di creare la traccia della passione data la diversa natura dei due protagonisti. Bravo bravo e buona domenica! Ciao

santa scardino 24/03/2019 - 13:54

--------------------------------------

Grazie mille!!!!

Maria Isabel Mendez 22/03/2019 - 20:40

--------------------------------------

Si, questo racconto è più completo dell'altro e la sorpresa finale una buona idea. Bravo!!! A presto

Maria Isabel Mendez 22/03/2019 - 20:35

--------------------------------------

x Maria Isabel: ti ringrazio innanzitutto per la segnalazione del refuso, lo correggerò al più presto. Come hai potuto notare stavolta il nuovo racconto sui vampiri aveva un impronta più marcata e con più... "mordente". Non solo horror insomma.
x Ernesto: Thank you, grazie per aver letto e commentato, anche tu mi piace come scrivi, vedrò di leggere ancora qualcosa di tuo.
Comunque i vampiri, vuoi o non vuoi, tra "ondate" di film e letteratura ultimamente, stanno esercitando un gran fascino.

Giuseppe Scilipoti 22/03/2019 - 20:27

--------------------------------------

Come scrivi mi piace. I vampiri un pò meno.

Ernesto D'Onise 22/03/2019 - 17:52

--------------------------------------

Mi hai lasciata secca, mi aspettavo il lieto fine e non un tradimento!!! Comunque è scritto benissimo ed in modo coinvolgente. Ti faccio solo un osservazione che forse non è un errore ma voluto da te: quando dici "esordisti" non andrebbe "esordì"? siccome fino a quel punto hai usato la terza persona...Bravo caro amico, stupiscimi ancora!!! Buona giornata

Maria Isabel Mendez 22/03/2019 - 15:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?