Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Bellezze di ottobre...
Haiku 2...
Spettacolo natura...
- Quella Foglia......
Mente e cuore...
Enrico Bertini...
CONTRO LE REGOLE-Sec...
Un uccello, un uomo ...
Notte in periferia...
Riflessi d'amore...
Spire...
Amore virtuale...
INVITO ROSSO MARTE...
PROPOSIZIONI...
Haiku #3...
Alexander una storia...
Vecchio borgo...
LETTERA AL FIG...
BAMBOLA DI PEZZA...
Soliloquio...
Quando mi cerco...
Squaw...
Pentirsi...
Che senso ha......
Haiku...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Come l'eu de toilett...
AGONIA D'UN AMORE...
IN UNA MATTINA D\'AU...
che cos'è questa sol...
Fantasmi d'Autunno...
Cribbio !...
Contrasto a colori...
Il segreto della fel...
Misica classica...
Amarti...
haiku - in autunno, ...
mestizia di una tavo...
la Storia...
L’ESILIO DEL SALUTO...
l'amore...
PASSI...
Scrivi il romanzo ch...
Regali...
Un punto nel Sole...
C'è ancora tempo...
TI SENTO...
Cadute libere...
Haiku 2...
Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL FINALE

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto che termini così:
Mi è venuta vicino e mi ha sussurrato in un orecchio.
- E tu scemo mi prometti che ci rivedremo?
- Te lo prometto
Quando mi sono svegliato lei era andata via. Mi aveva lasciato un biglietto


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~



Non Ti Scordar di Me

La tempesta era passata da poco.Ero come intontito, senza riflessi e senza emozioni.Lei era andata via dicendomi:ti ho lasciato, come mi hai chiesto,la macchina, la tv e il giradischi. Mi disse in un biglietto che per quello che riguardava piatti, pentole, bicchieri e tovaglie avevo a disposizione quello che vedevo in giro.Mi consigliava di comprare con urgenza una coperta, cavatappi, forbici, un guardaroba, un fornellino a gas e qualche mobile per la cucina. Superati i primi disagi, mi sentivo in lista di attesa per il futuro e a buon punto per l'occultamento di ricordi sgraditi e penosi.
Una sera, mentre sfogliavo una piccola agenda sfuggita per caso al saccheggio, notai un numero di telefono e un nome.
Era quello di una signora per bene, titolare di una piccola impresa artigiana, probabilmente vedova, che viveva in un paesino vicino a quello dove abitavo io. A fine settembre aveva riunito a casa sua un gruppo di persone conosciute durante le vacanze estive. In quel gruppo c'ero anche io e la mia ormai ex moglie. La chiamai, era anche quello un modo per parlare della fuggitiva, un mezzo per girare ancora il coltello nella piaga.
Mi rispose sorpresa e solidale. Ebbe per me dolci parole di incoraggiamento. Mi disse: sei giovane(avevo trent'anni, lei cinquanta o poco più), avrai altre possibilità.Spontaneamente, quasi senza rendermene conto, le chiesi se era disposta a trascorrere insieme qualche serata.
Disse subito di si, aggiungendo: stabilisci tu quando e dove.
La richiamai, le proposi di andare a teatro.
Ci incontrammo, era splendida, luminosa, elegante anche se - mi dissi subito - la differenza di età era evidente.
Ci fu familiarità di gesti e sguardi. Galeotta fu la partecipazione emotiva e sentimentale allo spettacolo. All'improvviso mi strinse la mano. Ne fui piacevolmente sorpreso ma mi sentii anche stranamente imbarazzato. In quell'epoca c'era stretta correlazione tra età e tipo di rapporto che si poteva instaurare. La differenza era più o meno tollerata se a favore dell'uomo. Ebbi solo un attimo di smarrimento, poi mi comportai con lei come con una coetanea. Dopo lo spettacolo le proposi un giro panoramico in macchina. Ci fu la fermata fatale con scambio di baci e carezza nelle zona d'ombra delle coppiette.
Lei partecipò al gioco sorridendo come una ragazzina.
Come nei migliori film sentimentali in bianco e nero le proposi di salire da me per un drink a prima sera.
Disse di si con un leggero cenno del capo e un piccolo sorriso.
Successe subito senza imbarazzi. Sessualmente sentivo la sua presenza e lei ne fu consapevole. Mi disse con dolcezza: sarò tua, ti accoglierò dentro di me solo quando capirò che mi vuoi bene. Per ora soddisfazione solo per te, per me va bene così.
Dopo mi è venuta vicino e mi ha sussurrato in un orecchio:"e tu scemo mi prometti che ci rivedremo?"
"te lo prometto"
Quando mi sono svegliato lei era andata via. Mi aveva lasciato un biglietto


Myosotis, un fiore per te, non ti scordar di me
Anna




Share |


Scrittura creativa scritta il 22/09/2018 - 09:10
Da GIOVANNI PIGNALOSA
Letta n.74 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Ringrazio con affetto Teresa, Marianna, Laisa e Antonio per i loro splendidi e amichevoli commenti.

GIOVANNI PIGNALOSA 24/09/2018 - 10:01

--------------------------------------

Bel racconto, intrigante e ben scritto.

Teresa Peluso 22/09/2018 - 20:57

--------------------------------------

Bellissimo e ben scritto!!

Marianna Santini 22/09/2018 - 17:44

--------------------------------------

davvero bravo
ripeto, una scrittura creativa complessa, questo mese, ma tu sei stato bravo
complimenti

laisa azzurra 22/09/2018 - 16:46

--------------------------------------

Caspita che bello questo racconto. Bravo Giovanni.

Antonio Girardi 22/09/2018 - 15:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?