Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Quei due che non era...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...
Ah, l'amour......
O il babbo...?...
L' Ancora Di Salvezz...
La retta via...
L'oscuro contadino (...
Sangue e Jack Daniel...
Calessi...
La pulizia...
Mareggiata...
Tu vali...
Che te credi...
FALLIMENTO...
Il mondo......
MARY E IL LUPO...
Datemi un verso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Roma - parte prima -

Mi piace perdermi
a Roma,
mi piace smarrire
la strada,
e trovarla poi
a due passi
da quel nasone
dove
si abbevera
un ricordo
di come ero.
E' che Roma
é inconoscibile,
così come
ciascuno
lo è
per se stesso,
e conserva
segreti,
custodisce
lamenti.
Va esplorata
Roma,
e le sue vene
di asfalto,
profonde,
celate,
vanno percorse;
nei suoi
Polmoni
di metallo,
bisogna
respirarci,
e al rombo
del traffico
lento e
costante,
abituarsi.
Le sue
costole
di marmo,
gradini
vestiti
di petali,
vanno ammirate,
così
il vetro
dei suoi capelli,
la luce
nei suoi rosoni,
lo specchio,
delle sue finestre,
da cui
scorgere
il verde
del Pincio.
Scorre
sangue
di melma,
a Roma,
che impasta
le sue terre,
divora
il suo suolo,
e si adagia
sul letto
della notte.
Mura e mattoni
è il suo cuore
vibrante,
fradicio
di storia,
e i richiami
e le grida
di ruggine
della mia gente
si mescono
in un solo
colore,
come avessero
un solo
timbro
quando Roma
li raccoglie.


Share |


Poesia scritta il 16/06/2017 - 13:37
Da Matih Bobek
Letta n.152 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


A me piace questa poesia

che mi ha riportato ricordi indimenticabili

Grazie Mathin


Maria Cimino 16/06/2017 - 23:16

--------------------------------------

bella poesia

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 16/06/2017 - 18:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?