Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
HAIKU N2...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L'uomo fatto di stra...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...
Attitudine naturale...
Poesia d'Amore...
Angeli distratti...
HO AMATO...
DEMOCRAZIA di Enio 2...
...e tutto muove...
Esecuzione Capitale...
Di più...
Pianeta...
DOLCI OCCHI TUOI...
requiem...
Prima che sia giorno...
IL PENSIERO...
Onde d\'amore...
L'ultima salita...
Rime allucinate...
Domani verrà...
Te stessa......
Resilenza...
Femme fatale...
FELINO...
Labbra Rosse...
AMICA POESIA...
Discriminazione e di...
Senza risposte...
Per mio padre...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Eden

Un turbine d’amore
m’avvolse
per lidi nefasti
viaggiai irruenta,
m’accolse quel prospero giardino
un rombo nel costato.


Divorata dalla dovizia.


Tra stoffe preziose
diamanti di seta
velluti cinerei
tutt’intorno a modellar l’animo,
fiammiferi accesi
ad illuminar il sentimento.


Ed intensamente ero


dissipata,
estorta,
trafugata,
dall’ammiccante vestale solitudine
ornata di lussuria.


E li persi la ragione.


Affogando
in linfe specchio di luna.
Petali lambivano le carni
Corolle inebriavan la narice,
le pupille si schiudevano come fiori
e ‘l ciuffo da sipario ei faceva.


Puoi afferrar il vento sulle gote
E nelle vene risalir l’estasi di piacere.
Quel giardino m’adottò lieto
gioioso
quanto le primavere ch’ accolgono
le rondini nel Cielo empireo.


Eva il nome che mi fu dato.



Share |


Poesia scritta il 12/09/2017 - 18:06
Da Luna deva
Letta n.232 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


enio grazie mille *

Luna deva 14/09/2017 - 12:34

--------------------------------------

bella tutta, la chiusa poi... luna

enio2 orsuni 14/09/2017 - 09:36

--------------------------------------

Ti ringrazio Francesco ne hai colto pienamente il senso.

Luna deva 13/09/2017 - 14:15

--------------------------------------

Molto intensa e pregevole. la percepisco come metafora di bellezza.. della vita e del suo mistero. Complimenti

Francesco Gentile 13/09/2017 - 13:22

--------------------------------------

Grazie Luna....ma sappi che non sono un'artista sono semplicemente Margherita!

margherita pisano 12/09/2017 - 22:21

--------------------------------------

Margherita, ti ringrazio,mi rende felice sapere che ti è piaciuta. Ricevere complimenti da artisti è un onore.

Luna deva 12/09/2017 - 22:18

--------------------------------------

Splendido Eden... con la rappresentazione della nascita di Venere di Botticelli. Sublime poesia!

margherita pisano 12/09/2017 - 21:33

--------------------------------------

La nascita di Venere! Il peccato di Eva. Brillante

Rosa von Floer 12/09/2017 - 20:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?