Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
A MIRELLA...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



POLVEROSI RIFLESSI

Stride il bagliore delle stelle
così puro e vivo
che faticosamente penetra
nel mio obliato e polveroso
animo, gelido come il marmo
dove i pensieri giacciono
murati,
compostamente inermi
sul letto sepolcrale
di vorticose volontà
frantumatesi contro muri
rigidi ed impenetrabili.
S’alza improvviso il vento
che con decise carezze
spolvera la dura pietra
dove si specchiò il sole.


Millina Spina



Share |


Poesia scritta il 11/10/2017 - 14:38
Da Millina Spina
Letta n.219 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Sì Grazia, nel finale il ricordo di quello che è stato, e che quindi può tornare, rappresenta la speranza.
Non so GianMaria, delusioni, sconforto, il sentirsi talvolta inutili - o sprecati - non sono emozioni estranee al poeta ed anzi, talvolta si sente prigioniero di esse; ed allora le scrive, le comunica, magari con quella carezza del vento che in questo caso è un felice ricordo, forse ripetibile.
Ciao

Millina Spina 13/10/2017 - 19:40

--------------------------------------

Il lettore fatica a credere che l'animo del poeta sia davvero come il marmo, freddo e gelido, nel quale giacciono i pensieri murati al pari di una bara. No, non ci si crede, anche perché traspare la speranza, nei versi finali nei quali la metafora del vento che spolvera la dura pietra e ci regala lampi di luce rappresenta il ritorno al sentire con animo sensibile, come è giusto che il poeta possegga. forse mi sono spiegato male...non so...comunque bella poesia. Un saluto.

GianMaria Agosti 13/10/2017 - 15:19

--------------------------------------

Nel finale della tua poesia il vento accarezza, restituendo un po di luce e forse calore...
Brava...

Grazia Giuliani 13/10/2017 - 14:18

--------------------------------------

Grazie Laisa per l'attenzione dedicata a questi pensieri, così inquieti, solitari e forse disarmati di ogni speranza.
Piccoli frangenti di buio dai quali si risale, proprio nel momento in cui una volata di vento spazza via la polvere e tutto diventa meno opaco.
Grazie!

Millina Spina 13/10/2017 - 09:41

--------------------------------------

Millina

laisa azzurra 13/10/2017 - 06:45

--------------------------------------

Milione
Una triste inquietudine, un voler proteggere i sentimenti tenendoli murati, custoditi.
Eppure su quella pietra splendeva il sole...basti pensare che le nuvole e la notte nn sono eterne...Ciao cara
Bellissima poesia

laisa azzurra 13/10/2017 - 06:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?