Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il Caso....
All'amico...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Pirchì scappi?

Litigi tra fidanzatini. Brano in dialetto siciliano.


(Parla lui)
Pirchì scappi amurusa mia quannu mi vidi caminari?
Ti vo forsi fari assicutari?


Prima mi talì
e mi fai u signali cu sta vucca russa china di russettu.
T’ammucci e poi nesci fora a farimi ogni dispettu.


Ni certi mumenti, diventi camurriusa e stravaganti.
L’amuri tò pari seriu,
ma inveci è sempri cangianti.


Di chè ca sì seria veramenti…
pocu dopu, m’arridi, fai a scialusa
e diventi puri indisponenti.


Prima m’addumanni milli carizzi…
e poi fai scorbutica comu s’havissi setti biddizzi.


Di che pi nenti ti mostri gilusa,
poi cangi e divinti ruvida e spinusa.


Mi vo diri tu, c’haiu a fari pi tiniriti tranquilla?
Cu tia, mancu ci po’, na forti tisana di camomilla.


Beddamatri!
Ora ti lassu e nun ti vogghiu vidiri chiù!
Vidi ca sugnu seriu!
Staiu giurannu dinanzi a Gisù.


Mi ni vaiu na vota pi sempri.
Daccussì impari ad amarimi veramenti.
(Risponde lei)


Avati, amuri miu!
Ora facemu a santa paci
e a to vuccuzza ci vogghiu dari millli vasi.


N’autri milli, ci dugnu a sti capiddi gialli di frummentu,
e milli ancora, a st’occi ca insegunu stu ventu.


Dicu sempri … milli voti ca ti vulissi lassari …
Pi to capricci … tu mi fa addannari.


Eppuri, nun pozzu fari a menu du to caluri.
Fussi comu l’api senza nu beddu sciuri.


L’api ca suca u meli pi campari
e iu ca speru ca ti pozzi cummugghiari.


Amuruzzu miu!
Sciatuzzu du me cori
talia chi ti purtai dintra chista manu ginirusa!


È l’acqua du mari sciavurusa.
È chidda ca ti fa bedda sta facciuzza
tunna, carnusa, pulita e amurusa.

(Brano tratto dal libro dello stesso autore: “Filastrocche magiche e disincantate, con dipinti e personaggi d’autore. Volume 4” Ediz. Youcanprint self publishing. Settembre 2015)



Share |


Poesia scritta il 19/10/2017 - 13:29
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.183 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?